Home » Progetti » Dopo le fabbriche. Le officine creative crescono nel segno dell’ecosostenibilità:

Dopo le fabbriche. Le officine creative crescono nel segno dell’ecosostenibilità

maggio 12, 2015 Progetti

Cosa succede quando chiudono le fabbriche? Sono state scritte pagine e pagine su come nel bene (e, spesso, nel male) cambiano le città. E’ certo che, dalla Ruhr al Galles, prima o poi, dove chiudono le fabbriche, se il tessuto sociale ed economico non si sgretola, si avvia un ragionamento su come restituire spazi, aria, salute ai cittadini e su come costruire un’economia più verde e sostenibile.

A Torino, l’ex Manchester d’Italia, due esperienze tra le più interessanti hanno trovato casa a Porta Palazzo, nella zona che ospita quello che forse e il più grande mercato alimentare, e non solo, d’Europa.

La prima e’ il collettivo IZMADE; un gruppo di giovani designer  (Giuseppe Vinci, Pasquale Onofrio, Alberto Rudellat, Alessandro Grella e Andrea Pasquarelli) di quelli che ci si aspetterebbe di trovare a Berlino o a New York. IZMADE progetta, realizza i propri prodotti, che poi commercializza direttamente, utilizzando solo materiali di recupero, scarti di lavorazione industriale, materiali innovativi e certificati. Il grande mercato di Porta Palazzo e’ indubbiamente una fonte di ispirazione e così cassette della frutta diventano comodini, pallet tavoli e grandi latte di pelati lampade ed abat-jour. Un vero lavoro di ricerca, che ha permesso loro, in questi anni, oltre che diventare un riferimento nazionale sul tema, di entrare in contatto con alcuni tra i locali più trandy di Torino come Tomato il primo Backpackers Hotel (let. hotel per saccopelisti) d’Italia che, non a caso, ha scelto la sostenibilità come stile.

Il laboratorio di IZMADE e’ una grande officina e falegnameria che trova posto nei locali di una delle Case del Quartiere volute dal Comune. La stessa officina, non a caso, ospita Humake.it una startup davvero speciale. Per una strana deformazione dell’informazione, almeno in Italia, startup e’ diventato sinonimo di “soldi facili con il digitale”. Nulla di più’ sbagliato e Paolo Di Napoli, founder (come si dice oggi) di Humake.it questo lo sa. Lui e’ uno scienziato dei materiali e ha riprodotto in scala, in legno e a impatto (quasi) zero, le macchine che caratterizzano la catena di riciclo del HDPE (polietilene ad alta densità), quello con cui si fanno i tappi delle bottiglie di PET o i flaconi di detersivo. Ha realizzato uno sminuzzatore, per macinare tappi e contenitori; un “estrusore” per scaldare e pressare dentro piccoli stampi l’HDPE macinato. Tutto in legno, tutto a incastro, tutto alimentato a pedali, anche la fresatrice a controllo numerico con cui realizza gli stampi che danno nuova forma all’HDPE per farne dei piccoli oggetti. Per ora, l’obiettivo di Humake.it e’ la didattica: permettere alle persone di vivere un processo virtuoso di riciclo e riuso dei rifiuti. Un domani, pero’, gli strumenti predisposti da Humake.it potrebbero diventare una risorsa per la produzione in territori di frontiera e diventare kit di educazione ambientale. Un tema su cui il nostro paese ha un indubbio ritardo ed una enorme necessita’.

Carlo Boccazzi Varotto

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

aprile 29, 2020

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

Le offerte “verdi” dell’energia elettrica (quelle cioè provenienti da fonti rinnovabili) non possono più essere considerate “alternative”, perché ormai rappresentano la maggior parte di tutte le tariffe disponibili sul mercato. Per il gas, invece, c’è ancora tanta strada da fare. Sono, in sintesi, i risultati dell’analisi che Selectra – azienda che mette a confronto le tariffe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende