Home » Internazionali »Politiche »Progetti »Rassegna Stampa » Due consultazioni on-line sulla biodiversità:

Due consultazioni on-line sulla biodiversità

Nha Trang Mpa Fish and Coral, Courtesy of Iucn.orgIl 18 ottobre prossimo si aprirà a Nagoya, in Giappone, la decima Conferenza Internazionale sulla Biodiversità, alla quale parteciperanno 190 stati del mondo.

In vista di questo appuntamento, la Commissione Europea ha lanciato una consultazione on-line, per raccogliere pareri e suggerimenti sulle opzioni politiche per la strategia post 2010 dell’ Unione europea, sul fronte della biodiversità. La consultazione, aperta fino al 22 ottobre, si rivolge a cittadini, operatori del settore, pubbliche amministrazioni e imprese.

“Poiché gli europei – afferma il Commissario Europeo per l’ Ambiente, Janez Potocnik, nel suo appello – concordano sulla necessità di intensificare gli sforzi per contrastare la perdita di biodiversità, invito tutte le persone interessate da questo aspetto di fondamentale importanza a fornire il proprio contributo per aiutarci a definire le strategie in materia“.

Secondo recenti studi, il patrimonio naturale continua infatti ad essere fortemente minacciato: la perdita di biodiversità avanza a ritmi superiori da 100 a 1.000 volte più del ritmo naturale. Oltre un terzo delle specie esaminate è a rischio di estinzione e si stima che circa il 60% degli ecosistemi del Pianeta abbia subito un degrado negli ultimi 50 anni.

L’UE dunque ci riprova. Nel 2001 l’Unione si era fissata il traguardo di arrestare la perdita di biodiversità in Europa entro il 2010, ma l’obiettivo, con tutta evidenza, non è stato centrato. Da qui la necessità di adottare un approccio diverso, con un nuovo ambizioso obiettivo rimandato dai ministri dell’Ambiente al 2020: “Porre fine alla perdita di biodiversità e al degrado dei servizi ecosistemici nell’Ue entro il 2020, ripristinarli nei limiti del possibile e, al tempo stesso, intensificare il contributo dell’Ue per scongiurare la perdita di biodiversità a livello mondiale“.

Le associazioni ambientaliste, dal canto loro, non stanno a guardare e, parallelamente alla consultazione della Commissione, il WWF Italia ha lanciato un voto popolare via web per eleggere il miglior progetto “salva natura” attivato nel nostro paese. L’ iniziativa è rivolta a tutti e le votazioni, aperte fino al 18 ottobre (data di apertura della Conferenza di Nagoya), contribuiranno all’assegnazione del premio Panda d’Oro 2010.

A contendersi il riconoscimento di questo “Diploma per la Conservazione della Biodiversità” saranno sette progetti che avranno saputo dimostrare la propria capacità di tutela dell’ambiente naturale. In gara molti parchi regionali e nazionali, con diversi obiettivi: la reintroduzione del camoscio appenninico sui Monti Sibillini, la protezione del patrimonio genetico della natura nelle Alpi e nel Mediterraneo, fra Lombardia, Piemonte e Sicilia, la salvaguardia dell’ululone, piccolo rospo giallo e nero, la valorizzaazione degli uliveti secolari della Puglia e molti altri, consulatbili sul sito del WWF.

Per la concomitanza con l’Anno Internazionale della Biodiversità, quella del 2010 è un’edizione speciale del Panda d’Oro che, oltre alla categoria Specie e Habitat, prevede anche un premio ad una persona che si sia particolarmente distinta per azioni concrete per la conservazione, gestione e valorizzazione della biodiversità.

Per il WWF il conto alla rovescia verso Nagoya è dunque già scattato. “Per tutto il mese di ottobre il WWF – spiega Stefano Leoni, presidente della sezione italiana - attraverso le sue iniziative a livello mondiale e nazionale, continuerà a fare pressione sui governi affinché assicurino azioni concrete e risorse adeguate per arrestare la perdita di biodiversità entro il 2020“.

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende