Home » Aziende »Eventi »Pratiche »Progetti »Pubblica Amministrazione » Eco-efficacia, la terza via del packaging:

Eco-efficacia, la terza via del packaging

Innovazione aperta, Life Cycle Assessment (LCA), piattaforme web based, collaborazione tra pubblico e privato: ecco le quattro mosse per vincere nella prevenzione dell’impatto ambientale nella filiera dell’imballaggio.

L’analisi dello stato dell’arte delle politiche di prevenzione dei rifiuti a livello internazionale è al centro dello studioPrevenzione e Innovazione per una economia della sostenibilità”, realizzato da Cresv-Bocconi prendendo in esame le esperienze di 11 paesi e 20 aziende.

La ricerca, presentata il 28 febbraio alla Fiera Rho di Milano per l’Ipak Ima, la fiera internazionale dell’imballaggio, in corso fino al 3 marzo, ha offerto l’occasione per la presentazione dell’Eco tool LCA, messo a punto dal consorzio Conai per effettuare un’analisi semplificata dell’impatto ambientale (riduzione delle emissioni di Co2, dei consumi energetici e di acqua) attraverso la compilazione di un questionario on line che valuta gli effetti delle azioni di prevenzione sugli imballaggi delle aziende consorziate, mettendo a confronto la soluzione prima e dopo l’azione. L’Eco Tool accompagnerà la IV edizione del Dossier Prevenzione, un volume che si pone l’obiettivo di valorizzare le azioni volontarie che le aziende mettono in atto nella progettazione e nella realizzazione di imballaggi ecosostenibili.

L’obiettivo è quello sintetizzato nella formula: “dalla culla alla culla” – e non più “dalla culla alla tomba”, rappresentata in passato dalla discarica. Come raccontano, nell’omonimo libro l’architetto statunitense, William McDonough e il chimico tedesco Michael Braungart, si tratta cioè di una terza via. La terza via rispetto al dualismo crescita/salvaguardia degli equilibri ambientali, una via che si concretizza nella parola d’ordine della eco-efficacia (ben diversa dalla eco-efficienza o sostenibilità ambientale). Una nuova frontiera dell’ambientalismo che ipotizza la progettazione di filiere che prevedano il reinserimento a monte dei materiali in successivi cicli produttivi.

La domanda di sostenibilità è in crescita sia da parte del mercato sia da parte dei cittadini”, osserva Antonio Tencati del CreSv Bocconi, che ha illustrato la ricerca. “Caratteristiche come l’open innovation, intesa come coinvolgimento di tutti gli attori della supply chain (dai fornitori di raw materials fino ai consumatori), LCA per l’individuazione delle soluzioni più appropriate, piattaforme web based per lo scambio di informazioni in tempo reale e collaborative governance, come elemento imprenscindibile di strategie che includano tutti i soggetti coinvolti, si stanno facendo strada nelle politiche emergenti di prevenzione”. In estrema sintesi, quindi: collaborazione, che secondo il presidente di Conai Roberto De Santis è la parola d’ordine del Consorzio. “I risultati d’eccellenza a livello europeo – spiega De Santis – sul riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio sono il frutto del lavoro comune tra impresa e pubblico, ovvero i Comuni”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende