Home » Idee »Progetti »Recensioni » Ecocartoons: i nuovi eroi che salveranno la Terra:

Ecocartoons: i nuovi eroi che salveranno la Terra

febbraio 24, 2010 Idee, Progetti, Recensioni

Capitan Planet, Cuortesy of Dic“Captain Planet, He’s our hero
Gonna take pollution down to zero
He’s our powers magnified
And he’s fighting on the planet’s side
Captain Planet, He’s our hero
We’re the Planeteers
You can be one, too
Cuz saving our planet is the thing to do”.

Così recitava la sigla di un indimenticato e indimenticabile cartone animato di stampo ambientalista trasmesso agli inizi degli anni Novanta da Raiuno. Prodotto da Dic a partire da un’idea di Ted Turner, Capitan Planet and the Planeteers racconta le avventure di cinque giovani scelti da Gaia, lo Spirito della Terra, stanca di tollerare i disastri causati dallo sfruttamento dell’ambiente e dall’inquinamento.

Gli Ecodifensori (Planeteers in originale) scelti da Gaia rappresentavano singolarmente uno dei cinque principali gruppi etnici umani, e ognuno possedeva il potere di un elemento naturale (acqua, aria, terra e fuoco più il quinto che rappresentava il cuore, inteso come capacità d’empatia con la natura e l’ambiente). Unendo questi poteri i cinque giovani erano in grado di evocare il supereroe noto, appunto, come Capitan Planet.

Ancora più interessante era però il piccolo gruppo di antagonisti del nostro supereroe, noto come Ecovillians, che rappresentavano i diversi pericoli che minacciano il pianeta Terra: Mister Virus, paradigma del consumismo e dell’avidità, Looten Plunder avido capitalista, Sly Sludge ovvero il dissipatore di rifiuti, Duke Nukem, mutante radioattivo, che metteva in guardia dai rischi del nucleare, Lady Veleno a simbolo della scienza priva di morale e della tecnologia incontrollata, tutti uniti per richiamare Capitan Flagello (in originale Capitan Pollution), alter ego dell’eroe buono e difensore di un mondo più eco sostenibile.

Dopo 65 puntate, il solito proliferare di costumi di carnevale e gadget di ogni tipo, il mondo dei cartoni animati ha però smesso di essere salvato dall’avanzare dell’inquinamento e ci ha lasciato senza eroi. Solo di recente, nel 2008, la Pixar Studios Animation ha realizzato un lungometraggio che riporta all’attenzione del grande pubblico le tematiche ambientali: Wall e, storia dell’ultimo robottino rimasto sulla terra dopo che gli umani l’hanno abbandonata perchè invasa dall’immondizia. E poco prima nel 2006, il secondo episodio della fortunata trilogia dell’Era Glaciale (Blue Sky Studios), sfiora il tema dello scioglimento dei ghiacci a causa dell’effetto serra intitolando l’episodio Il disgelo e raccontando le rocambolesche avventure di un gruppo di animali che tentano di salvarsi la pelle prima che le acque sommergano  la conca in cui avevano scelto di vivere.

E oggi? Qualcosa timidamente pare muoversi. Ne è convinto Daniele Panebarco, affermato fumettista, che credendo profondamente nel linguaggio dei cartoon e nell’amore che esso può suscitare per la natura, ha realizzato, grazie alla sua piccola società di multimedia, la Panebarco & C., con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e la collaborazione del Prof. Enzo Tiezzi dell’Università di Siena, Il Sacco dell’energia-una semplice fiaba ecologica, un cartone animato ma soprattutto una fiaba, un’eco-favola che tratta i temi dell’ecologia, dello sviluppo sostenibile e del rispetto dell’ambiente utilizzando un linguaggio chiaro e divertente.

Un popolo di “Maestri Sapienti“, il cui compito è creare “Universi Perfetti“. Un allievo pasticcione che, lasciato solo, combina un disastro dietro l’altro dando vita proprio a un pianeta simile alla Terra in cui consumismo e avidità travolgono i suoi abitanti. Questa la trama del cartoon, volutamente realizzato con un finale aperto, per far riflettere sul fatto che il futuro è nelle nostre mani e in quelle dei nostri figli.

Un progetto indirizzato in particolar modo alle scuole che possono, richiedendo un incontro attraverso il sito ufficiale, decidere di far vedere ai propri studenti il cartone animato o la versione in concerto-spettacolo dal vivo. Una bella e positiva idea per sensibilizzare e continuare a sperare, non tanto negli eroi del futuro chiamati a salvare l’universo, ma nei gesti quotidiani degli (oggi piccoli) uomini del futuro.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

LaF TV: una speciale programmazione “green” per l’Earth Day 2018

aprile 19, 2018

LaF TV: una speciale programmazione “green” per l’Earth Day 2018

laF, il canale satellitare del gruppo editoriale Feltrinelli (Sky 139) dedica all’Earth Day di domenica 22 aprile una speciale rassegna a tema “green”, che accompagnerà l’intero daytime di programmazione. Alle 10.55 il documentario “Spira Mirabilis” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, vincitore del Green Drop Award alla 73ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, esplora i concetti di immortalità e rigenerazione [...]

Global Energy Prize Summit: al Politecnico di Torino il confronto sul mix energetico del futuro

aprile 17, 2018

Global Energy Prize Summit: al Politecnico di Torino il confronto sul mix energetico del futuro

Al Politecnico di Torino arriva la settima edizione del Global Energy Prize Summit. Il 18 aprile scienziati di importanza mondiale, politici ed esperti del settore di otto nazioni si incontreranno all’Energy Center, dalle 9.30 alle 13.00, per discutere delle più urgenti questioni riguardanti energia e clima nella conferenza “Modelisation & simulation of energy mix in [...]

Le tre anime “green” di Vinitaly 2018: Bio, Vivit e Fivi

aprile 14, 2018

Le tre anime “green” di Vinitaly 2018: Bio, Vivit e Fivi

Vini biologici, biodinamici, artigianali, a Vinitaly 2018 – in programma dal 15 al 18 aprile – ogni espressione dell’enologia “ecologica” trova il suo spazio espositivo e commerciale. Anche quest’anno saranno due gli spazi speciali nel Padiglione 8 (quello più “green” del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati): VinitalyBio e Vivit – Vite Vignoioli Terroir. A [...]

Green Mobility: il presente dell’elettrico nella visione di Legambiente

aprile 10, 2018

Green Mobility: il presente dell’elettrico nella visione di Legambiente

Una mobilità a emissioni zero, capace di garantire qualità dell’aria e salute, controllo del cambiamento climatico e in grado di innescare meccanismi virtuosi di green economy. Infrastrutture efficienti e mezzi sicuri per cittadini liberi di muoversi, tutti, più di oggi, anche se sempre meno “proprietari” del mezzo. Non è uno scenario futuribile, ma il domani alle [...]

Morini Rent: ecco i primi van elettrici per la logistica “zero emission” di PMI e privati

aprile 4, 2018

Morini Rent: ecco i primi van elettrici per la logistica “zero emission” di PMI e privati

Morini Rent – il gruppo italiano fondato a Torino, che opera dal 1949 nel settore del noleggio di auto, veicoli commerciali e isotermici – arricchisce da oggi la propria offerta allargando la flotta di 2.600 mezzi con i Van Ɛ-Morini Full Electric. Morini Rent metterà dunque a disposizione dei propri clienti i Van Citroën Berlingo [...]

ANIE Rinnovabili: nei primi mesi 2018 crescono fotovoltaico e idroelettrico

aprile 3, 2018

ANIE Rinnovabili: nei primi mesi 2018 crescono fotovoltaico e idroelettrico

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili – l’associazione di Confindustria che raggruppa le imprese costruttrici di componenti e impianti e quelle fornitrici di servizi di gestione e di manutenzione nei settori del fotovoltaico, eolico, biomasse, geotermoelettrico, idroelettrico e solare termodinamico – nei primi due mesi del 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e [...]

Banca Etica e FS Italiane insieme per riqualificare le stazioni ferroviarie dismesse

marzo 27, 2018

Banca Etica e FS Italiane insieme per riqualificare le stazioni ferroviarie dismesse

Il finanziamento e l’attuazione di progetti per la riqualificazione e il riuso sociale, ambientale e culturale di circa 450 stazioni abbandonate e delle linee ferroviarie dismesse del network di Rete Ferroviaria Italiana. Questi i temi del Protocollo d’intesa firmato ieri a Milano da Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane e da [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende