Home » Eventi »Progetti » Ecopolis 2010: premi per gli imprenditori eco-sostenibili:

Ecopolis 2010: premi per gli imprenditori eco-sostenibili

aprile 15, 2010 Eventi, Progetti

premio impresa ambiente, Courtesy of Valentina MassentiSostenibilità fa, sempre più spesso, rima con imprenditorialità. Almeno nel caso dei vincitori del Premio Impresa Ambiente, consegnato ieri a Roma nell’ambito di Ecopolis 2010, la manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’ambiente urbano e della green economy, promossa da Fiera di Roma e dalla Camera di Commercio della capitale.

L’ambito riconoscimento ha ricompensato per il quarto anno consecutivo le imprese (private e pubbliche) che si sono distinte per azioni di sviluppo sostenibile nei cinque settori in concorso: miglior gestione, miglior prodotto, miglior processo, miglior cooperazione internazionale e miglior giovane imprenditore.

Sul podio sono saliti in 15, fra menzioni d’onore ed ex-equo. Il tutto condito da un finale inaspettato: la consegna di una medaglia da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Maurizio Mariani, della Sotral, primo vincitore italiano dello European Business Awards for the Environment (l’edizione europea a cui partecipano i selezionati di Impresa Ambiente), insignito anche del riconoscimento per l’Azienda più Innovativa da parte di Confindustria

La Sotral, piccola-media impresa piemontese, ha intrapreso da alcuni anni un “percorso in salita”, così come Mariani stesso l’ha definito. “Questo riconoscimento è un motivo in più per investire nello sviluppo sostenibile –ha riconosciuto – così come abbiamo fatto noi anni fa, quando parlare di questi temi era più difficile e meno ricorrente. Malgrado ciò siamo cresciuti e continueremo a crescere”.

Ad aprire il valzer dei trofei (sculture di acciaio, pietra e legno, realizzate per l’occasione) è stata l’Ama (Azienda Municipale Ambiente), l’ente di igiene urbana che opera sul territorio comunale di Roma, che ha ottenuto un riconoscimento speciale come “Azienda Amica della Città Sostenibile”, per la campagna di sostituzione dei sacchetti di plastica con quelli di carta riciclata.

La prima categoria del concorso, relativa alla miglior gestione, ha portato sul gradino più alto del podio l’azienda perugina Castello Monte Vibiano Vecchio, per aver inserito ogni aspetto della sostenibilità all’interno del proprio ciclo produttivo. Vino, olio e champagne, fiori all’occhiello della produzione, vengono infatti ottenuti attraverso l’impiego di trattori bio-diesel, emissioni zero e riduzione dei volumi per aumentare la qualità.

Una menzione speciale è andata all’istituto bancario Intesa San Paolo di Torino, per il suo 92% di filiali alimentate a energia idroelettrica e al gruppo Coccioni di Ancona, che ha fatto dello slogan “il futuro sostenibile nasce in un luogo sostenibile” il leitmotiv aziendale.

Il Sud festeggia il miglior prodotto ecosostenibile: la Cooperativa Officina Creativa di Lecce ha riunito un gruppo di detenute con l’obiettivo di creare una linea di borse realizzate con tessuti di scarto che, altrimenti, andrebbero al macero. L’anno scorso ne sono state vendute oltre 75 mila, e ora si punta in alto: il sogno è quello di commercializzarne mezzo milione nell’anno in corso.

Menzioni d’onore in questa categoria anche a Whirlpool Europe, per la serie di elettrodomestici a sensori “green revolution” che permettono di risparmiare nei consumi, ad Energy Resources, per il progetto di sonda geotermica a spirale, a Dealer Tecno di Civitavecchia, per la turbina ad asse verticale dal nome Xeolo e, infine, a General Strade, con l’innovativo asfalto “Kyoto”.

E’ ancora il Sud tuttavia a portarsi a casa il trofeo per il miglior processo, che premia l’effettiva ricaduta in termini di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale del ciclo di vita del prodotto. Parliamo delle finestre in legno “a profili sciolti”, commercializzate dalla società campana Pro.sit di Napoli, frutto di una stretta collaborazione con l’Università Federico II di Napoli.

Miglior cooperazione internazionale invece per la Fair Cooperativa di Genova con il progetto “Made in N.O.”, partnership fra il novarese, i produttori di cotone brasiliani e quelli indiani per la produzione di intimo biologico ed equo-solidale.

L’eccellenza giovanile ha registrato infine un ex-equo: quello di Elisa Pedrazzoli di Mantova, titolare dell’omonimo salumificio biologico attento alla qualità delle materie prime e Elena Roda della Form Slides Archimede, specialista nella realizzazione di nuovi prodotti eco-compatibili nel settore vernici, insetticidi e household.

Ora la competizione si fa internazionale: tutti i vincitori concorreranno, di diritto, alla prossima edizione dello European Business Awards for the Environment, rappresentando l’eccellenza “verde” italiana.

 Valentina Massenti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende