Home » Eventi »Progetti » Ecopolis 2010: premi per gli imprenditori eco-sostenibili:

Ecopolis 2010: premi per gli imprenditori eco-sostenibili

aprile 15, 2010 Eventi, Progetti

premio impresa ambiente, Courtesy of Valentina MassentiSostenibilità fa, sempre più spesso, rima con imprenditorialità. Almeno nel caso dei vincitori del Premio Impresa Ambiente, consegnato ieri a Roma nell’ambito di Ecopolis 2010, la manifestazione internazionale dedicata ai temi dell’ambiente urbano e della green economy, promossa da Fiera di Roma e dalla Camera di Commercio della capitale.

L’ambito riconoscimento ha ricompensato per il quarto anno consecutivo le imprese (private e pubbliche) che si sono distinte per azioni di sviluppo sostenibile nei cinque settori in concorso: miglior gestione, miglior prodotto, miglior processo, miglior cooperazione internazionale e miglior giovane imprenditore.

Sul podio sono saliti in 15, fra menzioni d’onore ed ex-equo. Il tutto condito da un finale inaspettato: la consegna di una medaglia da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Maurizio Mariani, della Sotral, primo vincitore italiano dello European Business Awards for the Environment (l’edizione europea a cui partecipano i selezionati di Impresa Ambiente), insignito anche del riconoscimento per l’Azienda più Innovativa da parte di Confindustria

La Sotral, piccola-media impresa piemontese, ha intrapreso da alcuni anni un “percorso in salita”, così come Mariani stesso l’ha definito. “Questo riconoscimento è un motivo in più per investire nello sviluppo sostenibile –ha riconosciuto – così come abbiamo fatto noi anni fa, quando parlare di questi temi era più difficile e meno ricorrente. Malgrado ciò siamo cresciuti e continueremo a crescere”.

Ad aprire il valzer dei trofei (sculture di acciaio, pietra e legno, realizzate per l’occasione) è stata l’Ama (Azienda Municipale Ambiente), l’ente di igiene urbana che opera sul territorio comunale di Roma, che ha ottenuto un riconoscimento speciale come “Azienda Amica della Città Sostenibile”, per la campagna di sostituzione dei sacchetti di plastica con quelli di carta riciclata.

La prima categoria del concorso, relativa alla miglior gestione, ha portato sul gradino più alto del podio l’azienda perugina Castello Monte Vibiano Vecchio, per aver inserito ogni aspetto della sostenibilità all’interno del proprio ciclo produttivo. Vino, olio e champagne, fiori all’occhiello della produzione, vengono infatti ottenuti attraverso l’impiego di trattori bio-diesel, emissioni zero e riduzione dei volumi per aumentare la qualità.

Una menzione speciale è andata all’istituto bancario Intesa San Paolo di Torino, per il suo 92% di filiali alimentate a energia idroelettrica e al gruppo Coccioni di Ancona, che ha fatto dello slogan “il futuro sostenibile nasce in un luogo sostenibile” il leitmotiv aziendale.

Il Sud festeggia il miglior prodotto ecosostenibile: la Cooperativa Officina Creativa di Lecce ha riunito un gruppo di detenute con l’obiettivo di creare una linea di borse realizzate con tessuti di scarto che, altrimenti, andrebbero al macero. L’anno scorso ne sono state vendute oltre 75 mila, e ora si punta in alto: il sogno è quello di commercializzarne mezzo milione nell’anno in corso.

Menzioni d’onore in questa categoria anche a Whirlpool Europe, per la serie di elettrodomestici a sensori “green revolution” che permettono di risparmiare nei consumi, ad Energy Resources, per il progetto di sonda geotermica a spirale, a Dealer Tecno di Civitavecchia, per la turbina ad asse verticale dal nome Xeolo e, infine, a General Strade, con l’innovativo asfalto “Kyoto”.

E’ ancora il Sud tuttavia a portarsi a casa il trofeo per il miglior processo, che premia l’effettiva ricaduta in termini di sostenibilità e riduzione dell’impatto ambientale del ciclo di vita del prodotto. Parliamo delle finestre in legno “a profili sciolti”, commercializzate dalla società campana Pro.sit di Napoli, frutto di una stretta collaborazione con l’Università Federico II di Napoli.

Miglior cooperazione internazionale invece per la Fair Cooperativa di Genova con il progetto “Made in N.O.”, partnership fra il novarese, i produttori di cotone brasiliani e quelli indiani per la produzione di intimo biologico ed equo-solidale.

L’eccellenza giovanile ha registrato infine un ex-equo: quello di Elisa Pedrazzoli di Mantova, titolare dell’omonimo salumificio biologico attento alla qualità delle materie prime e Elena Roda della Form Slides Archimede, specialista nella realizzazione di nuovi prodotti eco-compatibili nel settore vernici, insetticidi e household.

Ora la competizione si fa internazionale: tutti i vincitori concorreranno, di diritto, alla prossima edizione dello European Business Awards for the Environment, rappresentando l’eccellenza “verde” italiana.

 Valentina Massenti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende