Home » Pratiche »Progetti »Pubblica Amministrazione » I parchi metropolitani riuniti a Siviglia per Fedenatur:

I parchi metropolitani riuniti a Siviglia per Fedenatur

Pubblichiamo il resoconto di Ippolito Ostellino, Direttore del Parco del Po Torinese, a margine dell’Assemblea annuale di Fedenatur, tenutasi nei giorni scorsi a Siviglia, in Spagna.

Il Parco del Po in prossimità del Valentino a Torino, Courtesy of Parco del Po TorineseDal 6 all’8 maggio i rappresentanti dei parchi europei aderenti a Fedenatur, l’organizzazione europea  che riunisce le aree protette di contesto metropolitano, si sono riuniti a Siviglia, in occasione dell’assemblea annuale 2010.

Un’occasione importante, nell’Anno Mondiale della Biodiveristà, per fare il punto sulla realtà degli spazi protetti in prossimità dei grandi centri metropolitani europei e per aggiornare i lavori del progetto InterregPeriurban” (Periurban Parks – Improving Environmental Conditions in Suburban Areas).

Particolare interesse ha suscitato, nella tavola rotonda del 6 maggio, dal titolo “Il ruolo delle aree naturali periurbane nei nuovi modelli di pianificazione delle città”, l’intervento di Hermelindo Castro Nogueira,  Titolare della cattedra di Ecologia dell’Univeristà d’Almería e Presidente di Europarc-Spagna, che ha sottolineato l’importanza dell’integrazione fra le politiche interne alle aree protette con quelle del territorio nel suo complesso, oltre al ruolo dell’integrazione fra il sistema della rete ecologica e il sistema socioeconomico.

Per quanto l’idea di “parco urbano” sia spesso associata, nell’immaginario collettivo, ai “giardini pubblici” recintati, le aree protette e i parchi naturali, in un buon numero di casi, sono ormai integrati con le realtà urbane. In Italia sono oggi oltre 50 le realtà protette in ambiente urbano e periurbano, collocate in tutte le principali aree metropolitane.

L’indubbia importanza del valore ambientale, la peculiarità di poter riequilibrare contesti fortemente urbanizzati, il potenziale educativo e ricreativo di queste aree non può che spingere ad una politica di corretta pianificazione e razionalizzazione fruitiva di questi spazi, nei quali la trama urbana deve trovare un’armonica transizione negli spazi naturali.

Queste zone protette hanno anche l’effetto di contenere la pressione antropica mitigandone le conseguenze attraverso aree che potremmo definire di “smorzamento“, per la conservazione degli ecosistemi più sensibili. L’esperienza di gestione che emerge dai diversi spazi naturali e rurali, metropolitani e periurbani, acquisita negli ultimi anni, ha evidenziato infatti l’importanza di strutturarne il regime di protezione.
Lo scambio di esperienze sui modelli di pianificazione, protezione, gestione e finanziamento applicati in Europa non serve solo a riformulare strategie che cominciano a mostrarsi deboli, ma anche a favorire un continuo adattamento dei modelli vigenti alle più attuali tendenze. Il Parco del Po Torinese, aderente all’organizzazione europea, ha portato a Siviglia la recente esperienza di Corona Verde, come buona pratica di progettualità sul tema nello scenario europeo.
Già nelle riflessioni conclusive del “2 Simposio sugli spazi naturali nelle aree metropolitane e periferiche” del 1995 a Barcellona, si era resa infatti evidente la necessità di creare un’Associazione a livello europeo, dove lo scambio di esperienze fosse fluido, solido, costante e sostenuto da una base tecnico-scientifica adeguata alle esigenze.
A partire da questi presupposti, i rappresentanti degli organismi che gestiscono gli spazi naturali e rurali periurbani d’Europa, proposero la creazione di una Federazione che rispondesse a questi stringenti obiettivi. Nell’ottobre 1996 una rappresentanza del Parco Agricolo Sud Milano partecipò quindi, a Lione, ad un incontro con le delegazioni di due altre realtà europee con caratteristiche analoghe: il Patronat Metropolità – Parc de Collserola di Barcellona e il Parc Nature des Iles de Miribel Jonage di Vaux-en-Velin, in Francia. Da quell’incontro, ormai storico, scaturì la volontà di costituire congiuntamente una Federazione Europea di Spazi Naturali e Rurali Metropolitani e Periurbani da denominarsi “Fedenatur“.

Ippolito Ostellino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende