Home » Progetti » I suoni del mare a portata di click:

I suoni del mare a portata di click

ottobre 13, 2010 Progetti

Lido, Courtesy of listentothedeep.netUn click per ascoltare i suoni delle profondità marine. Attraverso un nuovo programma web, Listening to the deep ocean environment (Lido), si può essere catapultati negli abissi più profondi dei mari senza bisogno di muoversi dalla propria scrivania. Il progetto, promosso da Michel André dell’Universitat Politecnica de Catalunya a Barcellona, fa parte dell’European sea floor observatory network (Esonet), il cui scopo primario è stato quello di creare, dopo lo Tsunami del 2004, una rete di strumenti diversi, interfacciati in un data base unico, per prevenire fenomeni sismici catastrofici.

Il funzionamento del Lido è semplice: attraverso l’utilizzo di 10 idrofoni, sparsi nelle acque europee ed uno in Canada, il sistema invia flussi di dati audio ad un server da cui i segnali vengono analizzati e poi pubblicati direttamente su internet . «È la prima volta che siamo stati in grado di monitorare eventi acustici su larga scala temporale e spaziale – ha spiegato André – questi osservatori erano già cablati alla riva per il monitoraggio dei dati di geofisici e astrofisici, così abbiamo sfruttato l’esistente rete per installare centri raccolta dati acustici in tempo reale».

L’ambiente marino infatti è ricco di rumori prodotti da agenti naturali, da creature viventi e, in misura sempre maggiore, dall’uomo: il software sviluppato dai ricercatori permette quindi di filtrare le diverse frequenze dei segnali acustici e identificare alcuni suoni specifici, come ad esempio il rumore prodotto dai trasporti marittimi o dai parchi eolici. Attraverso  i dati raccolti dal Lido, si cercherà in primo luogo di capire l’estensione e l’impatto dei suoni antropogenici sull’ecosistema marino. Nello studio del mare, il suono è uno dei più potenti mezzi di informazione, basti pensare alle mappature dei fondali effettuate attraverso i sonar. Il Lido permetterà di raccogliere quindi anche informazioni sulla dinamica delle comunità viventi nelle profondità oceaniche, sui movimenti degli animali marini, in particolare di cetacei come balene e delfini, in relazione anche alla disponibilità di cibo; e poi ancora sull’influenza delle perturbazioni ambientali sulle specie viventi, e sulle interazioni a lungo termine tra i suoni naturali e quelli prodotti dall’uomo sulla vita del mare.

Il progetto, oltre alle finalità scientifiche, ha anche interesse per un pubblico più vasto. Tra i suoni isolati dai ricercatori ci sono anche i canti di 26 specie di balene e delfini: gli amanti del mondo sottomarino possono, attraverso il sito, accedere ad una mappa in 3D dalla quale si possono scegliere i diversi osservatori disponibili, “immergendosi” per esempio nelle vicinanze del mare Ligure, o nelle acque ai confini del Mediterraneo, in Spagna, passando per il mare norvegese o dalle Azzorre.

«Questo programma rientra in un trend molto attuale e con sviluppi molto promettenti basato sull’idea di studiare l’ ambiente senza essere invasivi sull’ambiente stesso – ha spiegato Fabrizio Borsani, esperto di bioacustica all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) – L’uso di strumentazioni particolarmente sensibili permette di registrare i ‘suoni del mare’ creando così un’ipotesi di una rete di controllo sia per i cetacei sia per il ‘traffico umano’ di navi lecite e illecite».

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende