Home » Non-Profit »Pratiche »Progetti » Il riscatto delle Agricole parte dalla terra:

Il riscatto delle Agricole parte dalla terra

novembre 16, 2010 Non-Profit, Pratiche, Progetti

Courtesy of Gianfranco Budano, Flickr.comA fermarle ci hanno già provato tre volte. Furti, intimidazioni, atti vandalici. Persone che non accettano che queste 19 donne calabresi, molte provenienti da situazioni difficili, ragazze madri, disabili, rom, ce la facciano da sole. Ma Le agricole, questo è il nome della cooperativa sociale che Rita Barbuto, la presidente, ha creato insieme ad altre donne due anni e mezzo fa, non si perdono d’animo. Continuano a coltivare i tre ettari di terreno con la stessa costanza e dedizione: ortaggi e grano biologici, un antico frutteto da recuperare, piccoli orti sociali affidati a famiglie e giovani, il sogno di una fattoria didattica. Siamo in campagna, vicino a Lamezia Terme, il terreno è della diocesi, che lo affitta per una piccola somma.

Il progetto è nato ad agosto 2008 da persone provenienti da diverse esperienze nell’ambito del sociale, tra cui la Comunità Progetto Sud, attiva in Calabria dal 1976 a favore di disabili e tossicodipendenti, e l’Associazione Mago Merlino, che accoglie e assiste ragazze madri. «Ci siamo guardate intorno e ci siamo accorte che per queste donne in difficoltà non c’erano opportunità di lavoro. Così abbiamo deciso di creare noi queste occasioni», spiega Rita Barbuto, che è anche direttrice della costola italiana di Disabled Peoples’ International e da anni studia l’esclusione sociale delle persone svantaggiate. Trovare lavoro per una ragazza rom, una donna disabile o sola con un bambino non è semplice: «Anche se si tratta in gran parte di persone scolarizzate, ci sono molti pregiudizi».

Nella cooperativa, ogni donna ha una mansione, in relazione alle sue competenze ed esperienze precedenti. Un gruppo, che ha seguito un corso di formazione con un agronomo, coltiva la terra; un altro si occupa dell’amministrazione e alcune donne curano la parte culturale e divulgativa. «Il nostro è anche un progetto culturale. Stiamo creando una rete con altre associazioni di donne e organizziamo incontri e seminari». Ogni giorno, le agricole si occupano delle piante, raccolgono gli ortaggi e li vendono tramite un piccolo gruppo di acquisto solidale. «Per le persone anziane che non possono venire alla nostra sede per la distribuzione, offriamo anche un servizio di consegna a domicilio». A giugno scorso, c’è stata anche la prima trebbiatura del grano biologico, «una grande soddisfazione per donne che erano partite dal niente, senza esperienze di coltivazione della terra». E nei prossimi mesi sarà anche recuperato e rimesso in produzione un antico frutteto.

Le agricole non vogliono solo produrre cavolfiori e arance, ma anche cercare, nel loro piccolo, di cambiare una mentalità e trovare nel lavoro riscatto e dignità. «Grazie al lavoro, la nostra dignità viene riconosciuta, le nostre donne non si sentono più delle escluse dalla società. Con la nostra cooperativa poi, vorremmo anche cercare di riavvicinare i giovani alla terra e alle tradizioni. Se perdiamo la nostra storia, siamo come un albero senza radici». Per fare questo, racconta Rita, è già stato avviato un progetto di piccoli orti sociali sul terreno della cooperativa. «Non ci limitiamo ad affidare un orto a una famiglia o un gruppo di giovani, ma facciamo anche una specie di consulenza. Insegniamo quando coltivare certe piante e come fare». E poi a disposizione degli orticoltori provetti ci sono un pozzo e un impianto di irrigazione, costruiti dalle donne della cooperativa. Il sogno per il futuro è la realizzazione di una fattoria didattica, dove i bambini possano venire a scoprire piante e animali.

La realtà calabrese non è facile, tanto più per 19 donne guardate con diffidenza e disprezzo. «E’ una realtà difficile e povera. Purtroppo non abbiamo molti finanziamenti e per ora lavoriamo gratis. Abbiamo iniziato l’attività grazie ai soldi messi a disposizione dalla Comunità Progetto Sud e dall’associazione Mago Merlino e abbiamo acceso un piccolo mutuo. Ancora adesso, però, tutto quello che ricaviamo ci serve per pagare le spese», spiega Rita senza un filo di scoramento. «Questo è la dimostrazione che le ragazze credono molto nel progetto, per loro è una via di riscatto e di crescita». Le agricole, insomma, non hanno proprio intenzione di arrendersi. Neanche di fronte a chi, «con mentalità e mezzi mafiosi», continua a rubare gli ortaggi dai loro campi o a sradicare le piantine appena coltivate.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

gennaio 12, 2017

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

Un’edizione “ad alto grado di innovazione” per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, in programma a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. Formula vincente di Klimahouse è l’ormai calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte da 450 selezionate aziende di settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende