Home » Progetti »Rassegna Stampa » Inaugurato il CRIBE, centro di ricerca sulle biomasse:

Inaugurato il CRIBE, centro di ricerca sulle biomasse

luglio 7, 2010 Progetti, Rassegna Stampa

biomassa, Courtesy of Lis Catenaci, Flickr.comA pochi giorni dalla chiusura di Green City Energy, da Pisa arriva un’altra interessante novità in tema di energie rinnovabili, a testimonianza della vivacità della città toscana nel campo della ricerca e della green economy.

Stavolta non si tratta di geotermia o mobilità sostenibile, bensì di biomasse: sono stati inaugurati ieri, alla presenza di Anna Rita Bramerini, Assessore all’Ambiente della Regione Toscana, la nuova sede e gli impianti sperimentali del CRIBE, il Centro di Ricerca  Interuniversitario sulle Biomasse da Energia.

Il Centro di San Piero a Grado è stato realizzato nel preesistente Centro Interdipartimentale di Ricerche Agro-Ambientali E. Avanzi” dell’Università di Pisa ed è frutto della collaborazione di tre importanti istituzioni pisane: la Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, L’Università di Pisa e la Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento Sant’Anna.

Grazie al contributo finanziario (1 milione e 600 mila euro) della Fondazione il CRIBE  può attrarre ricercatori di numerosi Dipartimenti, Centri di Ricerca e Laboratori dell’Università e della Scuola Sant’Anna, raccogliendo, in un’unica struttura organizzativa, un immenso bagaglio di competenze scientifiche e professionali per approfondire la ricerca applicata alla produzione sostenibile di biomasse agroforestali. Obiettivo: trarre da queste sia biocarburanti di ultima generazione, sia energia termica ed elettrica.

Ma oltre alle iniziative di studio e di applicazione pratica delle biomasse a fini energetici,  tra le finalità da perseguire con la nascita del CRIBE rientrano anche le iniziative didattiche, di formazione e di divulgazione dei risultati di studio, nonché la promozione di stili di vita più rispettosi dell’ambiente.

Cosimo Bracci Torsi, Presidente della Fondazione, ed Enrico Bonari, Direttore del CRIBE, hanno messo in evidenza entrambi come, attraverso il Centro, sia possibile avviare delle sinergie proficue che attivino le varie “filiere” di produzione della bioenergia (pellets, syngas etc) e dei biocarburanti fluidi, oltre che sviluppare ricerca sulla sostenibilità tecnica, economica ed ambientale delle possibili alternative di processo e di prodotto.

“Il Centro di Ricerca Applicata- ha spiegato Bonari- “sarà utile al mondo agricolo per capire con quali colture e con quali tecniche sia meglio avvicinarsi alla produzione di biomasse da energia, ma anche al mondo dei trasformatori ed utilizzatori delle biomasse, sia nella filiera di biocarburanti (biodiesel e bioetanolo) sia nei biocombustibili solidi e gassosi” .”Ma vogliamo uscire dai laboratori e andare anche oltre i biocarburanti individuando e studiando molecole vegetali che, isolate dalle biomasse, possono avere anche applicazioni nel campo farmaceutico. Il primo passo per poter passare dalle biomasse alle biofabbriche”, conclude Bonari.

Gli fa eco Bracci Torsi: “si tratta di un progetto importante, per l’approccio multidisciplinare e per la convergenza di competenze agronomiche e ingegneristiche presenti nelle Università pisane. E’ uno dei grandi progetti finanziati dalla nostra Fondazione, deliberati fin dal 2005, sulla ricerca applicata, al fine di creare occupazione e occasioni di produzione nel nostro territorio”. Presso il Cribe, infatti, lavoreranno molti giovani ricercatori coordinati da cinque professori e già oggi il CRIBE può vantare, grazie al finanziamento di ENEL per oltre 400 mila euro all’anno, un innovativo progetto, denominato “Fattoria dell’ Energia”, per l’applicazione energetica dell’uso delle biomasse, secondo un modello di cui è già stato depositato il brevetto.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende