Home » Internazionali »Politiche »Progetti » La Fao si batte per un’agricoltura “intelligente”:

La Fao si batte per un’agricoltura “intelligente”

novembre 9, 2009 Internazionali, Politiche, Progetti

courtesy of teodimundo (Flickr)Si fanno sempre più numerosi i temi da dibattere al tavolo di Copenhagen il 7-18 dicembre. La Fao ha infatti presentato, in occasione del meeting di Barcellona,un rapporto sull’agricoltura “intelligente”.

Il crollo del prezzo del cibo del 2008 insieme a preoccupanti indizi di riscaldamento globale (sintomatici di ben più gravi implicazioni sul lungo periodo) hanno portato la food-security e il cambiamento climatico in cima all’agenda internazionale, con la raccomandazione, da parte della Fao, di considerare questi due aspetti congiuntamente dal momento che, essendo entrambi interconnessi con l’attività agricola, l’uno è causa e conseguenza dell’altro.

L’articolo 2 della United Nations Framework Convention on Climate Change (UNFCCC) sancisce come obiettivo primario “la stabilizzazione della concentrazione di gas serra presente nell’atmosfera ad un livello che prevenga pericolose interferenze sul clima derivanti dall’attività umana. Quest’ obiettivo dovrebbe essere raggiunto in un periodo di tempo sufficiente per permettere all’ecosistema di adattarsi naturalmente al cambiamento climatico allo scopo di instaurare uno sviluppo economico sostenibile ed evitare pericolose conseguenze per la produzione alimentare”.

E’evidente come queste finalità non possano essere soddisfatte se non tramite l’adozione, immediata e incisiva, di politiche condivise a livello internazionale. L’agricoltura è il settore primario nella maggior parte delle nazioni meno sviluppate (LDCs) e costituisce mezzo di sostentamento per il 75% dei poveri nei Paesi in via di sviluppo. D’altro canto, però, la produzione di gas serra derivanti dalla produzione agricola rappresenta il 14% del totale globale, percentuale di cui i Paesi in via di sviluppo sono responsabili per il 74%. Se si considera anche il contributo in negativo dato dalla deforestazione e dalle emissioni secondarie la percentuale è addirittura più elevata.

Le misure avanzate dalla Fao abbracciano vari ambiti di intervento, presentando delle ricadute, dal punto di vista della sicurezza alimentare, che richiedono un’attenta riflessione. L’esempio più significativo è dato dalla produzione di biocarburanti che, se da un lato possono rappresentare un’alternativa pulita alle fonti fossili, dall’altra sottraggono terra ed acqua necessarie alle colture con fini alimentari.

Le opere di risanamento rischiano inoltre di danneggiare, nel preve periodo, le rendite rendendo fondamentale un sistema di “pesi e contrappesi” che incentivino l’adozione di un’agricoltura intelligente. La soluzione può venire da meccanismi di finanziamento pubblici o privati o dall’istituzione di un fondo internazionale, sistemi che potrebbero evitare un tracrollo, almeno temporaneo, del settore agricolo, soprattutto nei paesi in cui una tale crisi non sarebbe economicamente sostenibile.

Le aspettative su Copenhagen sono a questo punto destinate ad aumentare anche su questo fronte.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende