Home » Progetti »Rassegna Stampa » La patata bollente del nucleare:

La patata bollente del nucleare

gennaio 19, 2010 Progetti, Rassegna Stampa

Courtesy of Greenpeace.itLa questione del nucleare, a 23 anni dal referendum abrogativo del 1987, si riconferma un tema capace di spaccare il paese in due, tra nuclearisti e anti-nuclearisti altrettanto convinti, tra promotori degli interessi economici e difensori della sicurezza dei cittadini.

Questa mattina, a Roma, gli attivisti di Greenpeace, saliti sul Colosseo Quadrato dell’EUR, hanno srotolato sulla facciata del Palazzo della Civiltà Italiana uno striscione di 300 metri quadrati con la scritta ‘Stop alla follia nucleare, Stop Nuclear Madness‘, proprio mentre, nell’adiacente palazzo di Confindustria, Enel presentava alle imprese italiane il “Supply Chain Meeting-Progetto Nucleare Italia”.

Secondo Andrea Lepore, responsabile della campagna nucleare di Greenpeace, “Enel presenta il nucleare come un affare che per i due terzi è riservato alle imprese ma, a parte le norme sugli appalti di queste dimensioni, che prevedono gare internazionali, gli impianti EPR proposti da Enel sono un affare solo per il costruttore francese a corto di ordinazioni e non certo per l’economia italiana”.

Enel, di contro, sostiene che le imprese italiane godranno del 70% degli investimenti necessari per costruire quattro reattori nucleari in Italia, per una quota pari a 12 miliardi di euro. Affermazione che Greenpeace ritiene in contraddizione con i dati pubblicati dall’azienda elettrica francese EDF (alleata di Enel nel riportare il nucleare in Italia), per cui “la quota degli investimenti per le parti non nucleari degli impianti EPR è pari al massimo al 40% del totale. La parte prevalente delle commesse andrebbe quindi alle imprese francesi e non a quelle italiane”.

Nel dibattito – fortemente a rischio di strumentalizzazione da entrambe le parti - si sono dunque inseriti gli esponenti dei due principali schieramenti politici.

Il Ministro “ombra” dell’Ambiente Ermete Realacci, PD, ha infatti presentato al Parlamento un’interrogazione facendo proprie le perplessità di Greenpeace circa il comportamento di Enel e ha invitato il Ministro Scajola a spiegare con chiarezza i costi del ritorno all’atomo, come immaginato dal Governo.

L’Italia dei Valori con Domenico Scilipoti ha invece puntato il dito sulla generalizzata contrarietà dei cittadini Italiani al nucleare, sottolineando inoltre l’importanza dell’alternativa rinnovabile: “Le stime del Ministero dello Sviluppo Economico ci dicono che la produzione di energia elettrica derivata da fonti rinnovabili è arrivata a coprire un quinto del fabbisogno nazionale e ha contribuito alla riduzione delle emissioni nocive nel nostro Paese. Si tratta di dati molto indicativi”, ha ribadito il deputato, “perché dimostrano che la scelta nucleare del Governo, già impugnata da 11 regioni, non é condivisa nemmeno dai semplici cittadini, orientati in maniera sempre più massiccia verso le energie alternative“.

Pronta la risposta del vice ministro allo Sviluppo Economico, Adolfo Urso, PDL, che rispondendo, alla Camera, ad un’interplellanza di Giorgio La Malfa in cui si sottolineava l’importanza dell’”acquisizione e interiorizzazione di tecnologia nucleare da parte di imprese italiane“, per poter sviluppare un adeguato  know how tecnologico nazionale, ha ribadito che le commesse per ciascun reattore Epr sono destinate a creare un indotto significativo, soprattuttto per tutto ciò che riguarda le opere civili, le parti meccaniche, l’informatica e la parte elettrica ed elettrostrumentale.

Affrontando il tema della sicurezza degli impianti, della gestione dei rifiuti e della realizzazione dei reattori di quarta generazione, oltre a quello della fusione nucleare, Urso ha poi ribadito che ”sono temi su cui l’Italia sta lavorando con le proprie componenti scientifiche ed industriali, in un ottica di crescente collaborazione sul piano internazionale e bilaterale, come dimostrano gli accordi governativi con Francia, Stati Uniti, Russia e Giappone stipulati lo scorso anno. Da tali attività di ricerca si stanno concretizzando delle ricadute, dirette ed indirette, particolarmente positive per il sistema industriale nazionale”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

luglio 14, 2017

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

La sfida della sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici passa anche per le Alpi. Patrimonio di inestimabile valore per i paesaggi e luoghi unici, oggi l’arco alpino italiano è anche la culla di tante esperienze virtuose, moderne e rispettose dell’ambiente, in grado di dar impulso ad una nuova economia e incentivare un turismo [...]

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

luglio 13, 2017

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

Ford e Deutsche Post DHL Group nel mese di giugno 2017 hanno siglato un accordo con StreetScooter per la produzione di un nuovo veicolo con alimentazione elettrica da dedicare ai servizi di consegna. I partner sono ora all’opera per la realizzazione di un veicolo furgonato di grandi dimensioni da utilizzare per le consegne quotidiane. Deutsche Post [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende