Home » Aziende »Pratiche »Progetti » La Piemontesina, il primo agriasilo d’Italia:

La Piemontesina, il primo agriasilo d’Italia

ottobre 22, 2010 Aziende, Pratiche, Progetti

Agriasilo_3Per decenni, quasi nessuno ne ha più parlato, forse per confusione con l’altro, più noto, Parco della Mandria. E così La Mandria, tenuta sabauda del comune di Chivasso, alle porte di Torino, era caduta nel dimenticatoio. Almeno fino al 2006, quando qui è nato uno dei primi agroasili del nostro paese e adesso i genitori fanno anche 20 chilometri in macchina per portarci i figli. La rivincita della campagna? In un certo senso, sì. Perché qui i bambini (15 in tutto) passano all’aperto gran parte della giornata, mangiano prodotti a chilometro zero, stanno a contatto con gli animali e imparano anche favole e giochi di altri tempi.

Il progetto nasce quattro anni fa. Emilia Cambursano, che da sempre lavora la terra ed è titolare, insieme alla famiglia, dell’azienda agricola la Piemontesina, si accorge che i bambini sono sempre più lontani dalla natura. «Noi siamo una fattoria didattica dal 1990. Negli ultimi tempi vedevo che i bimbi si erano progressivamente allontanati dal mondo agricolo, che non sapevano più viverlo. Così ho deciso, nel mio piccolo, di fare qualcosa». Il progetto, Emilia ci tiene a precisarlo, è «sperimentale». Una cosa totalmente nuova, originale. «Quando mi è venuta l’idea, l’ho esposta alla Coldiretti, che ci ha creduto da subito. Senza il loro aiuto non saremmo riusciti da soli a mettere in piedi l’agriasilo. Basta pensare che non c’è neanche una legge specifica che regola la questione». Emilia e il figlio Manuele, che la aiuta nelle attività dell’agriasilo, hanno frequentato un corso specifico per educatori. Insieme a loro, lavorano due maestre e nello staff c’è anche una psicologa, che una volta al mese è a disposizione di maestre e genitori.

La giornata all’agriasilo è molto diversa da quella che si svolge in una scuola materna di città. Alla Mandria di Chivasso i  bambini, dopo la merenda mattutina, escono per accudire gli animali e le piante. Agriasilo«Andiamo nel pollaio a raccogliere le uova e nella stalla a dar da mangiare alle mucche. Poi ci spostiamo al piccolo stagno, dove i bambini possono vedere oche e anatre. Ci sono alcuni animali che ormai sono amici dei bimbi, come una capra che li segue sempre, ovunque vadano». Alla Piemontesina si impara anche a prendersi cura delle piante. «Abbiamo una serra in cui facciamo crescere gli ortaggi. Ma i bambini qui coltivano anche cereali ed erbe aromatiche. Lo scorso autunno abbiamo fatto la polenta con il nostro mais».

A pranzo, non si mangiano frutta e verdura comprati al supermercato: tutto è rigorosamente a chilometro zero. La carne, la frutta e la verdura sono prodotti direttamente in azienda, mentre il latte e il formaggio vengono da fattorie vicine. «I bambini qui capiscono anche il valore del cibo e imparano a non sprecare», racconta Emilia. Tutto è organizzato secondo un progetto educativo. «Ogni anno scegliamo un filo conduttore che ci guidi nelle diverse attività. Quest’anno abbiamo scelto la riscoperta delle favole legate alla campagna e alla natura. Ogni settimana ne leggiamo una diversa. L’altro giorno, per esempio, ho letto ai bambini la storia della cicala e la formica, e dopo li ho portati a raccogliere provviste per l’inverno». Proprio come la formica previdente che accumula il cibo e non butta niente.

Agriasilo_1Alla Piemontesina, il passato ha un valore profondo. Emilia e il marito fanno gli agricoltori da sempre. Lo stesso nelle loro famiglie. Sarà per questo che all’agriasilo si dà ampio spazio alla riscoperta della tradizione. Ai bambini Emilia e Manuele, insieme alle educatrici, insegnano  vecchi giochi, vecchie favole e filastrocche, e anche un po’ di dialetto piemontese. «Fa parte della nostra storia ed esprime dei concetti che spesso non sono traducibili in italiano», spiega orgogliosa Emilia.

Anche i genitori vengono pienamente coinvolti nell’attività: qui si organizzano incontri per le famiglie e ogni settimana per posta elettronica si informano le mamme e i papà sul programma che si seguirà a scuola. «Noi siamo lontani da tutto – riflette Emilia –. I genitori che portano i bambini qui è perché credono nel nostro progetto e hanno sposato l’idea. E questa per noi è una grande soddisfazione». Tutto, alla Piemontesina, è iniziato nel 1984, quando Emilia e il marito hanno unito le due aziende di famiglia. L’attività principale è l’allevamento dei bovini di razza piemontese, ma si cerca anche di fare qualcosa per influire sulle abitudini delle persone, per riavvicinarle alla terra. Nel 1990, è nata la fattoria didattica; nel 2006, l’agriasilo. L’ultima scommessa è un allevamento di asine da latte. Il prossimo progetto, l’onoterapia

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

dicembre 1, 2017

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

Il 13 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 123/2017, che recepisce la direttiva UE 2015/720 e contiene la nuova normativa sulle borse di plastica, con importanti novità anche per i sacchetti ultraleggeri utilizzati per gli alimenti sfusi (es. frutta e verdura) che non rispettino i criteri di compostabilità e biodegradabilità. In particolare il testo dispone [...]

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

novembre 30, 2017

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

Una campagna all’insegna del beneficio multiplo: più efficienza energetica, risparmio, valore, comfort, attenzione per l’ambiente e salute, sono questi i sei principi cardine che hanno ispirato la creazione della nuova campagna di Rete IRENE (Imprese per la Riqualificazione Energetica negli Edifici) aderente alla Campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in Classe A”. Lanciata ufficialmente nei giorni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende