Home » Eventi »Progetti » L’arte dell’orto rivive a Villa La Malpenga. In ricordo delle 70 insalate di Vittorio Buratti:

L’arte dell’orto rivive a Villa La Malpenga. In ricordo delle 70 insalate di Vittorio Buratti

settembre 19, 2014 Eventi, Progetti

Incontri, approfondimenti, laboratori e degustazioni attorno alla vita dell’orto e del frutteto: tutto questo prende vita nel weekend del 20 e 21 settembre nel calendario della manifestazione “Gli Orti de La Malpenga, unappuntamento organizzato dall’Accademia Piemontese Del Giardino insieme ai maggiori professionisti del settore per far rivivere la tradizione di un territorio. E di una famiglia.

La Villa Malpenga si trova sulla collina affacciata sul biellese e si raggiunge percorrendo la tortuosa e panoramica strada per Ronco. Una zona a forte vocazione agricola, ricca da sempre di orti e frutteti. Nella villa è stato Vittorio Buratti, circa ottant’anni fa, a organizzare l’orto, il vigneto e il frutteto, coltivando in particolare insalate (la sua passione) e mele.

Ancora oggi nei corridoi della villa si trovano cartelli dell’epoca che celebrano il vino, e quasi da collezione è l’elenco delle varietà di insalate -le “specialità della casa”, come venivano soprannominate, erano ben 70 – che Buratti aveva portato nella sua terra, “raccolte durante i lunghi viaggi in Europa e nelle Americhe”, ci spiega il nipote Ernesto Panza.

Nel portare avanti la loro storia e la loro tradizione, i nipoti di Vittorio Buratti vogliono tornare a condividere, come già faceva il nonno, i prodotti della loro terra, con amici, professionisti e appassionati. “Abbiamo continuato a lavorare la terra anche dopo la sua morte, prima la nonna e poi la mamma, ma sempre a livello familiare. Le qualità di insalata che si coltivavano erano scese a 5-6  diverse e sognavamo la varietà che l’orto poteva vantare con il nonno. Così da un anno a questa parte abbiamo deciso di far rivivere quel vecchio gioiello in tutte le sue specialità e di riaprirne i cancelli all’esterno”.

E un po’ seguendo questa volontà nasce la manifestazione “Gli Orti de La Malpenga”, che in una splendida location di neogotico ottocentesco fa incontrare vivaisti, giardinieri, orticoltori, collezionisti specializzati e semplici amatori attorno ai prodotti dell’orto e del frutteto. “È l’edizione numero zero -continua Panza –  perché siamo appena ad un primo traguardo”, raggiunto anche grazie alla partecipazione e collaborazione esperta e appassionata dell’architetto Pejrone, (“la mente del progetto”) presidente dell’Accademia Piemontese Del Giardino, di Slow Food Biella, di ATL Biellache in questo modo, anche con una presenza espositiva durante i giorni dell’evento, intendono promuovere e rilanciare il biellese e i suoi prodotti - e della delegazione di Biella del FAI, “che si sta occupando dell’aspetto più culturale, come la progettazione di una serra per la coltivazione di piante tintorie, utilizzate tradizionalmente da queste parti per la colorazione dei tessuti”.

Nel weekend saranno allestiti nella Villa un’area espositiva, due zone dedicate a incontri e laboratori, una tenda ristorante e un bar per le degustazioni. L’orto dimostrativo sarà il cuore della manifestazione, che, con i suoi 2.000 mq. e le 50 aiuole tematiche, nasce laddove venivano coltivate le storiche insalate e accompagna i visitatori verso un viaggio tra passato, presente e futuro. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Scolastico Vaglio Rubens di Biella, alla passione e al supporto scientifico del docente referente del progetto, il Prof. Alessandro Corbellini, oggi è possibile osservare nelle aiuole e nei lettorini 50 varietà diverse di ortaggi, dal crescione inglese alle zucche Hokkaido, dalla mizuma ai fagioli di Saluggia nani, e saranno proprio gli studenti presenti a guidare un percorso di approfondimento sia culturale (di storia e tradizione) che colturale e tecnico. Il percorso sarà completato da pannelli illustrativi specifici e da attività didattica e di intrattenimento per i più piccoli curata dall’Oasi Zegna.

Durante le due giornate saranno organizzati i due laboratori “Showcooking – dimostrazione di preparazione di specialità tradizionali biellesi” e “Dimostrazione di tintura naturale”, oltre ad una serie di incontri e tavole rotonde tematiche.

E adesso che si sono riaperti i cancelli cosa ci si aspetta per il futuro? “Il 2015 vede Milano sede dell’EXPO, che sarà proprio dedicata al cibo. Vorremmo che l’orto dimostrativo rimanesse aperto tutto l’anno in quell’occasione e che fosse inserito nei tour tematici organizzati dalla grande fiera internazionale. Come soci di Grandi Giardini Italiani siamo assolutamente disponibili a organizzare visite su prenotazione e ovviamente per il prossimo settembre lanceremo l’edizione numero 1 de “Gli Orti de La Malpenga”…

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende