Home » Progetti » Pedalare attraverso 11 paesi. Il percorso Eurovelo8 lungo il Mediterraneo:

Pedalare attraverso 11 paesi. Il percorso Eurovelo8 lungo il Mediterraneo

ottobre 30, 2014 Progetti

5.900 km da percorrere in bici sembrano tanti, ma è questa la lunghezza complessiva di Eurovelo8, il percorso ciclabile del Mediterraneo che tocca 11 paesi, da Cadice in Spagna ad Atene in Grecia per spingersi fino a Cipro, e che sarà promosso grazie al progetto finanziato dall’Unione Europea, partito il 1° aprile scorso per una durata di 18 mesi.

La maxi-ciclabile è stata presentata a Roma il 23 ottobre dall’ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo) che da tempo cerca di lanciare il cicloturismo come formula di viaggio e scoperta dello stivale. “ Il nostro ente – commenta Andrea Scano, referente del progetto per ENIT - promuove il turismo italiano all’estero e la bicicletta è un ottimo mezzo per visitare il nostro paese”, soprattutto per i nordeuropei e i tedeschi, che scelgono la destinazione della loro vacanza anche in base all’offerta sportiva e alle attività fisiche proposte. Ma anche gli italiani ultimamente hanno riscoperto la pedalata lenta, piacevole e non estrema. Da vacanza, appunto.

Si “viaggia alternativo” ormai e l’Unione Europea lavora perché tutti i paesi si adeguino alle nuove tendenze intelligenti. La rete ciclabile europea, dal nome Eurovelo, comprende 14 percorsi ciclabili, per un totale di 70mila km circa e tocca diverse nazioni: “ad oggi i percorsi si presentano in condizioni disomogenee” – ci dice Elettra Saccardi della Provincia di Mantova, capofila del partenariato internazionale di 13 enti che porta avanti il progetto Eurovelo8 – tant’è vero che parliamo di percorsi e non di piste ciclabili. L’obiettivo di ECF European Cyclists’ Federation (uno dei partner di progetto) è proprio quello di completarli entro il 2020, con segnaletiche, lavori infrastrutturali e di messa in sicurezza dove necessario”.

Questo tratto mediterraneo sarà rilanciato dall’iniziativa europea (l’Unione Europea finanzia il 75% del totale, con un contributo di circa 250.000 euro su un budget totale di 332.700 euro), che “non prevede opere infrastrutturali, ma solo attività di comunicazione e promozione” – continua la referente per la Provincia di Mantova. Il tratto italiano è lungo 965 km, costeggia le coste del Po e tocca città come Venezia, Torino, Ferrara e Mantova. “È uno dei tratti messi meglio, sistemati già grazie all’intervento di altri progetti e grazie a questo contributo i territori potranno valorizzare le reti esistenti e le risorse locali”.

Così, per la metà del prossimo anno, ciascun partner presenterà una serie di pacchetti turistici che prevedono la scoperta del territorio su due ruote e tutti i servizi annessi, incluse mappe tematiche su storia, enogastronomia, ambiente, sport e cultura. “Il sito europeo si farà vetrina di questi pacchetti che localmente stiamo costruendo – conferma Elettra Saccardi- insieme ai portali dei singoli partner (tutto presentato nella lingua del posto e in inglese), che saranno collegati direttamente ai gestori dei servizi e ai territori”.

Quindi a fine intervento ognuno degli 11 paesi avrà messo a disposizione dell’utenza un ventaglio di proposte modulari per i turisti in bicicletta, che sapranno valorizzare le specificità di ciascuna zona in modo sostenibile e smart. Oltre al dettaglio dei percorsi, più o meno attrezzati, sarà possibile consultare consigli, curiosità e segnalazioni turistiche per ogni tipo di interesse. Le proposte saranno messe in rete e divulgate grazie alla piattaforma di Eurovelo (nazionale e internazionale) ma le attività gestite poi direttamente in loco.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende