Home » Idee »Progetti » Pino A/R, il progetto di mobilità sostenibile della Ferrero:

Pino A/R, il progetto di mobilità sostenibile della Ferrero

maggio 20, 2010 Idee, Progetti

La campagna di Ferrero Care, "Pino A/R", Courtesy of Ferrero SpAAndare in azienda senza usare l’auto? Non è più un’utopia di qualche inaffondabile ecologista. La mobilità sostenibile prende piede. Per fortuna. Conquista i privati, ma piace anche alle multinazionali. Ad esempio alla Ferrero, l’industria dolciaria più famosa d’Italia che sta facendo nascere in questi giorni, nello stabilimento da 200 dipendenti arroccato sulle colline di Pino Torinese, un progetto di trasporto dei suoi impiegati tramite navetta, bus e car pooling.

Articolato in tre direzioni, a scelta del lavoratore e secondo la sua comodità: un servizio di pullmino creato appositamente per il gruppo della Nutella e messo a disposizione gratuitamente, che fa la spola la mattina (dalle 8,30 alle 9,30) e la sera (dalle 17,30 alle 19) tra la sede e la fermata del bus 30 della Gtt (in via dei Colli, all’angolo tra la strada panoramica e la strada del “Pino Vecchio”). Un’opportunità, prenotabile dal mattino tramite un numero verde, possibilmente in gruppo, per risparmiare fino in fondo.

Poi c’è il servizio di car pooling, la vera novità che, con le ceneri del vulcano islandese, inizia a diffondersi dal Nord Europa anche in Italia. Che significa? Condividere i mezzi di trasporto con i colleghi, gli amici, gli sconosciuti. Partendo da uno stesso punto e sfruttando al massimo la capacità di trasporto delle vetture (alzi la mano chi non ha mai pensato quanto è assurdo che ciascuno di noi viaggi quasi sempre da solo, in grandi auto, aumentando mostruosamente il traffico in città).

Quest’iniziativa è autogestita dai dipendenti: l’azienda, nell’ambito del progetto Ferrero Care, ha lanciato un sito ad uso interno, dove prenotarsi, lasciare o leggere annunci, scambiarsi informazioni su luoghi, orari e destinazioni. Secondo la filosofia: “meglio accompagnati che soli e coi propri mezzi”. Un briciolo di organizzazione in più, insomma, permette a tutti il lusso di fare il comodo passeggero per molti giorni a settimana, a turno coi colleghi, senza scomodare la propria vettura e risparmiando in benzina.

C’è poi anche una convenzione per incentivare a usare i mezzi pubblici, parlando di sconti. Grazie a un accordo con Gtt, chi sceglie di rinunciare almeno parzialmente all’auto, raggiungendo l’azienda di Pino Torinese in bus, potrà acquistare a prezzo ridotto gli abbonamenti annuali (rateizzando mensilmente il costo in busta paga).

Quali i vantaggi? I vertici dell’industria dolciaria hanno fatto conti precisi a tavolino, documentandosi sui dati dell’Aci e sul costo del greggio: utilizzando il servizio “Pino A/R” per circa 20 giorni (anche solo 20 giorni all’anno!) si risparmiano complessivamente (tra carburante e altre spese) 113 €

La Ferrero sta portando avanti, in questi giorni, un lavoro di promozione e sponsorizzazione della novità presso i dipendenti. Anche se, in fin dei conti, novità non è il termine esatto. E’ più un recupero di una vecchia buona pratica, già in voga, molti anni fa, nello stabilimento di Alba. Torniamo indietro agli anni ’50, quando di caro benzina non si sentiva ancora parlare e di inquinamento (anche se già ce n’era) neppure. Già allora, ogni giorno, un pullmino con il marchio aziendale saliva e scendeva dai colli delle Langhe per prendere e portare i dipendenti sparsi per le varie borgate, come gli scolaretti a scuola.

Non resta dunque che accogliere con favore il “vecchio” che torna a rivivere sotto nuova luce. Alla prova dei fatti, bisognerà tuttavia verificare quanto tempo occorrerà perché i “pigroni”, cioè praticamente tutti noi, abbandonino l’idea delle quattro ruote tutte per sé. Parafrasando un noto telefilm americano, al posto di “otto sotto un tetto” ci si potrebbe accontentare di “quattro sopra un auto”. O anche due, sarebbe già un mezzo miracolo per l’ambiente e per i nostri polmoni.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende