Home » Non-Profit »Pratiche »Progetti »Pubblica Amministrazione » Pistaaa! 18 Comuni e 3 associazioni danno vita alla “blue way piemontese”:

Pistaaa! 18 Comuni e 3 associazioni danno vita alla “blue way piemontese”

Stasera alla Terrazza Martini di Pessione, in provincia di Torino, verrà presentato ufficialmente il progetto “Pistaaa – La Blue way piemontese“, promosso dalle associazioni CioCheVale, Il Tuo Parco e MuovitiChieri per la realizzazione di un percorso cicloturistico che utilizzi sentieri e “strade bianche” (le strade sterrate di campagna) già esistenti per connettere tratti di pista ciclabile senza che si debba colare ulteriore asfalto, se non unicamente per la creazione di piccoli nuovi collegamenti, dove necessario a mantenere la continuità del tracciato.

Questo progetto di valorizzazione e tutela di un territorio periferico-rurale che si estende dalla porta Sud di Torino (Moncalieri) al Chierese, fino al basso Monferrato, mette inoltre le basi per una connessione futura con la riserva MaB Unesco Collina e Po di Torino, la ciclovia VENTO (Venezia-Torino) – entrata nella Legge di Stabilità 2016 come priorità nazionale – e con la futura ciclovia del Monviso.

Secondo i promotori la creazione di una ciclovia di tali dimensioni potrebbe avere risvolti molto positivi per il territorio rappresentando un elemento di miglioramento della qualità di vita dei residenti con effetti anche sull’imprenditoria locale. Il percorso permetterà di collegare ben 18 comuni dell’area metropolitana torinese e astigiana: Chieri, Pino Torinese, Baldissero Torinese, Andezeno, Marentino, Arignano, Mombello di Torino, Moriondo, Moncucco, Castelnuovo, Albugnano, Buttigliera d’Asti, Riva Presso Chieri, Santena, Cambiano, Pecetto, Trofarello e Moncalieri.

Si procederà con la logica dei piccoli passi, “incominciando a realizzare i tratti per cui ci saranno le condizioni necessarie per procedere, senza mai perdere di vista il progetto complessivo”, spiega Alberto Guggino, vulcanico presidente dell’associazione CioCheVale e vicesindaco di Mombello torinese. La progettazione di Pistaaa! non intende infatti essere “calata dall’alto”, ma si definisce “partecipata”, vuole coinvolgere gli stakeholders del territorio, per arrivare – si legge nella bozza di progetto – ad una “gestione condivisa della complessità e realizzazione di un’economia orizzontale attraverso il modello sistemico”. La ciclovia sarà dunque progettata tenendo presente la varietà degli attori interessati, sia pubblici che privati, e di coloro che potranno trarne vantaggio: una leva per valorizzare il patrimonio ambientale, artistico, culturale, artigianale, contadino ed enogastronomico locale. Il nome “blue way” si ispira infatti alla cosiddetta “economia blu” teorizzata da Gunter Pauli, un modello virtuoso secondo il quale, grazie all’innovazione di quei settori dell’economia che utilizzano sostanze già presenti in natura, sarà possibile effettuare minori investimenti, creare più posti di lavoro e conseguire un ricavo maggiore.

Sul fronte dell’innovazione il progetto guarda però anche alla componente tecnologica e in particolare alle funzionalità dell’”informazione aumentata”, che consente di fondere dati multimediali con informazioni relative al mondo reale, rendendo non solo i beni ambientali e architettonici, ma anche i prodotti e le imprese locali, “fruibili in mobilità” direttamente sul posto (tramite smartphone e geolocalizzazione). Attraverso un’applicazione sul cellulare, ad esempio, si potranno ottenere informazioni aggiuntive (come il processo di produzione, schede informative, contributi video o fotografici ecc.) inquadrando un cartello segnaletico della pista, un’etichetta di un prodotto realizzato da aziende del territorio o una pianta caratteristica della zona.

FIAB ha evidenziato inoltre come il percorso principale proposto corrisponda ad un tratto della via Francigena tracciata da Bicitalia, e che oltre alla possibilità di congiungersi con le future ciclovie VENTO e del Monviso, sia possibile beneficiare del collegamento di Pistaaa! con le Stazioni Ferroviarie di Chieri, Pessione e Trofarello, in un’ottica di intermodalità. Il progetto non si rivolge infatti, primariamente, all’uso ludico e sportivo della bicicletta, ma alla mobilità quotidiana e vuole pertanto stimolare l’utilizzo della bici per gli spostamenti tra paesi confinanti e abitazioni sparse sul territorio, fermate dei bus e dei treni, per conseguire un generale alleggerimento del traffico, dell’inquinamento ambientale ed una maggiore disponibilità di parcheggi cittadini, senza l’esigenza di crearne di nuovi.

Greenews.info sarà media partner del progetto, appoggiato anche dall’Associazione Greencommerce.

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende