Home » Progetti » Pomodoro “SuperBio”: l’alternativa nutraceutica a fertilizzanti chimici e pesticidi:

Pomodoro “SuperBio”: l’alternativa nutraceutica a fertilizzanti chimici e pesticidi

febbraio 26, 2015 Progetti

Pomodoro SuperBio? Chi è costui? L’intuizione nasce dalla constatazione scientifica che le modalità di coltivazione di frutta e verdure ne influenzano e modificano il valore salutistico. L’agricoltura industriale ha infatti comportato un forte incremento nell’utilizzo dei pesticidi nei campi, molti dei quali contengono principi attivi di lunga persistenza, mutageni e cancerogeni. E’ proprio in opposizione ad una produzione di quantità ma non di qualità, che danneggia innanzitutto la nostra salute oltre l’ambiente, che sono nati alcuni sistemi più “gentili”, come l’agricoltura biologica, che tende a minimizzare (in alcuni casi ad annullare del tutto) l’uso di fertilizzanti e pesticidi di sintesi, a mantenere la fertilità del suolo, a rispettare gli equilibri naturali. A fronte, per altro, di un raccolto più sano.

I ricercatori di agraria, medicina e biologia dell’ateneo di Pisa, coordinati dalla professoressa Manuela Giovannetti, hanno completato uno studio (pubblicato già nel 2012 sulla rivista scientifica internazionale British Journal of Nutrition), in cui sono stati valutate anche le proprietà dei cibi: ad esempio quali sono quelli più ricchi di sostanze antiossidanti che combattono i radicali liberi, riducono l’insorgere di malattie e hanno un’azione di anti-invecchiamento, e su quei cibi hanno provato una coltivazione “intelligente”.

“Il pomodoro – scrive la professoressa, che dirige il Centro Interdipartimentale di Ricerca Nutrafood-Nutraceutica e Alimentazione per la Salute - è considerato un cibo funzionale per eccellenza, essendo una riserva naturale di beta-carotene (provitamina A), di sostanze antiossidanti come tocoferolo (vitamina E), composti fenolici e carotenoidi, tra cui il licopene che, oltre ad una forte attività antiossidante, mostra importanti proprietà di protezione cellulare, anche nei confronti di agenti cancerogeni. Il pomodoro contiene anche altre sostanze preziose per la salute, appartenenti al gruppo dei flavonoidi, che sono distribuite in tutte le parti del frutto, come naringenina, che ha funzioni antiallergiche ed antiinfiammatorie, e rutina e quercetina, aventi rispettivamente proprietà antimicrobiche ed antinfiammatorie”.

La ricerca ha dimostrato che “il contenuto in fitochimici, quelle molecole prodotte dalle piante che hanno importanti proprietà protettive e preventive nei confronti di diversi tipi di malattie umane, può aumentare se le piante crescono insieme a microrganismi benefici che stabiliscono con le radici un particolare tipo di simbiosi chiamata micorriza”. Questi microrganismi, che si trovano naturalmente nella terra (in natura questa simbiosi si trova nell’80% circa delle piante terrestri) ma non in serra o nei terreni fertilizzati e vengono uccisi se si utilizzano pesticidi o altre sostanze chimiche, sono stati isolati, selezionati i più efficienti, e impiantati in laboratorio.

Analizzando i pomodori prodotti da piante “micorrizate” si sono potute rilevare concentrazioni più elevate di licopene (+18,5%), calcio (+15%), potassio (+11%), fosforo (+60%) e zinco (+28%) rispetto ai pomodori prodotti tradizionalmente. “Gli estratti di pomodoro provenienti da piante micorrizate, mostravano altresì un alto potere anti-estrogenico dei frutti. Questo dato risulta quanto mai interessante, poiché i polifenoli e il licopene sono stati proposti come agenti farmacologici promettenti nella prevenzione del cancro, grazie ai loro effetti antiproliferativi e della loro azione inibitoria sui recettori degli estrogeni umani.

I pomodori prodotti da piante coltivate biologicamente e con i loro microrganismi simbionti – conclude la Prof.ssa Giovannetti –  rappresentano un esempio di produzione ecologica e sostenibile del cibo, capace di ridurre l’uso di fertilizzanti chimici e pesticidi, ottenendo cibo di alta qualità e con alto valore nutraceutico, un tema di grande interesse sociale, fortemente richiesto da consumatori e produttori”.

Questa ricerca, che in una prima fase aveva già monitorato e controllato la produzione “SuperBio” di carciofi e che attualmente sta studiando lo stesso processo sulla lattuga, è passata dai laboratori alla tavola, grazie alla convenzione stipulata tra il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa e l’azienda l’Ortofruttifero di San Giuliano Terme in provincia di Pisa per la produzione in vivaio di 10.000 piantine di pomodoro “SuperBio” per il 2015, che saliranno a 70.000 nel 2016.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Greenpeace: “è criminale non agire contro lo smog”. Azione dimostrativa a Bruxelles

gennaio 30, 2018

Greenpeace: “è criminale non agire contro lo smog”. Azione dimostrativa a Bruxelles

Attivisti di Greenpeace sono entrati in azione stamattina a Bruxelles, scoprendo il loro petto e mostrando un lavoro di body art che ritrae i loro polmoni, per chiedere aria pulita e provvedimenti contro lo smog ai Paesi convocati d’urgenza oggi dal Commissario europeo per l’ambiente Karmenu Vella. Nel 2017 la Commissione europea aveva già messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende