Home » Progetti » Pomodoro “SuperBio”: l’alternativa nutraceutica a fertilizzanti chimici e pesticidi:

Pomodoro “SuperBio”: l’alternativa nutraceutica a fertilizzanti chimici e pesticidi

febbraio 26, 2015 Progetti

Pomodoro SuperBio? Chi è costui? L’intuizione nasce dalla constatazione scientifica che le modalità di coltivazione di frutta e verdure ne influenzano e modificano il valore salutistico. L’agricoltura industriale ha infatti comportato un forte incremento nell’utilizzo dei pesticidi nei campi, molti dei quali contengono principi attivi di lunga persistenza, mutageni e cancerogeni. E’ proprio in opposizione ad una produzione di quantità ma non di qualità, che danneggia innanzitutto la nostra salute oltre l’ambiente, che sono nati alcuni sistemi più “gentili”, come l’agricoltura biologica, che tende a minimizzare (in alcuni casi ad annullare del tutto) l’uso di fertilizzanti e pesticidi di sintesi, a mantenere la fertilità del suolo, a rispettare gli equilibri naturali. A fronte, per altro, di un raccolto più sano.

I ricercatori di agraria, medicina e biologia dell’ateneo di Pisa, coordinati dalla professoressa Manuela Giovannetti, hanno completato uno studio (pubblicato già nel 2012 sulla rivista scientifica internazionale British Journal of Nutrition), in cui sono stati valutate anche le proprietà dei cibi: ad esempio quali sono quelli più ricchi di sostanze antiossidanti che combattono i radicali liberi, riducono l’insorgere di malattie e hanno un’azione di anti-invecchiamento, e su quei cibi hanno provato una coltivazione “intelligente”.

“Il pomodoro – scrive la professoressa, che dirige il Centro Interdipartimentale di Ricerca Nutrafood-Nutraceutica e Alimentazione per la Salute - è considerato un cibo funzionale per eccellenza, essendo una riserva naturale di beta-carotene (provitamina A), di sostanze antiossidanti come tocoferolo (vitamina E), composti fenolici e carotenoidi, tra cui il licopene che, oltre ad una forte attività antiossidante, mostra importanti proprietà di protezione cellulare, anche nei confronti di agenti cancerogeni. Il pomodoro contiene anche altre sostanze preziose per la salute, appartenenti al gruppo dei flavonoidi, che sono distribuite in tutte le parti del frutto, come naringenina, che ha funzioni antiallergiche ed antiinfiammatorie, e rutina e quercetina, aventi rispettivamente proprietà antimicrobiche ed antinfiammatorie”.

La ricerca ha dimostrato che “il contenuto in fitochimici, quelle molecole prodotte dalle piante che hanno importanti proprietà protettive e preventive nei confronti di diversi tipi di malattie umane, può aumentare se le piante crescono insieme a microrganismi benefici che stabiliscono con le radici un particolare tipo di simbiosi chiamata micorriza”. Questi microrganismi, che si trovano naturalmente nella terra (in natura questa simbiosi si trova nell’80% circa delle piante terrestri) ma non in serra o nei terreni fertilizzati e vengono uccisi se si utilizzano pesticidi o altre sostanze chimiche, sono stati isolati, selezionati i più efficienti, e impiantati in laboratorio.

Analizzando i pomodori prodotti da piante “micorrizate” si sono potute rilevare concentrazioni più elevate di licopene (+18,5%), calcio (+15%), potassio (+11%), fosforo (+60%) e zinco (+28%) rispetto ai pomodori prodotti tradizionalmente. “Gli estratti di pomodoro provenienti da piante micorrizate, mostravano altresì un alto potere anti-estrogenico dei frutti. Questo dato risulta quanto mai interessante, poiché i polifenoli e il licopene sono stati proposti come agenti farmacologici promettenti nella prevenzione del cancro, grazie ai loro effetti antiproliferativi e della loro azione inibitoria sui recettori degli estrogeni umani.

I pomodori prodotti da piante coltivate biologicamente e con i loro microrganismi simbionti – conclude la Prof.ssa Giovannetti –  rappresentano un esempio di produzione ecologica e sostenibile del cibo, capace di ridurre l’uso di fertilizzanti chimici e pesticidi, ottenendo cibo di alta qualità e con alto valore nutraceutico, un tema di grande interesse sociale, fortemente richiesto da consumatori e produttori”.

Questa ricerca, che in una prima fase aveva già monitorato e controllato la produzione “SuperBio” di carciofi e che attualmente sta studiando lo stesso processo sulla lattuga, è passata dai laboratori alla tavola, grazie alla convenzione stipulata tra il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa e l’azienda l’Ortofruttifero di San Giuliano Terme in provincia di Pisa per la produzione in vivaio di 10.000 piantine di pomodoro “SuperBio” per il 2015, che saliranno a 70.000 nel 2016.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

luglio 28, 2017

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

Attraverso un accordo sulla mobilità elettrica sottoscritto con Nissan e l’acquisto di quattro veicoli 100% elettrici LEAF- attraverso il concessionario Nissan CFL di Lucca – Sofidel, società produttrice di carta per uso igienico e domestico (nota per il brand “Regina“), ha introdotto un importante novità nella gestione del proprio parco auto. Sofidel è infatti la prima azienda [...]

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende