Home » Eventi »Progetti » Pre-Eartquakes: un progetto europeo per la previsione dei terremoti:

Pre-Eartquakes: un progetto europeo per la previsione dei terremoti

marzo 18, 2011 Eventi, Progetti

Courtesy of membri.miglioriamo.itMagnitudo 9,024,9 centimetri di spostamento dell’asse della Terra. 2,4 i metri di cui il Giappone si è spostato rispetto alla sua normale posizione.

Sono questi i numeri impressionanti del devastante terremoto che lo scorso 11 marzo ha colpito il Giappone.

Quello giapponese è stato uno dei 5 terremoti più potenti degli ultimi 100 anniUn evento straordinario, ma comunque legato alla natura, alla vita e al ciclo di attività della Terra. L’uomo, nel corso della sua esistenza, ha sviluppato una scienza e una tecnologia che fanno da supporto all’atavico istinto di sopravvivenza. Grazie a questi progressi in un’area come il Giappone, altamente sismica, la popolazione può vivere “quasi” normalmente – senza per questo poter fermare eventi come quelli che hanno devastato in questi giorni il territorio nipponico. Il punto è che la natura non può (e forse non deve) essere domata. Ma semplicemente esplorata.

Cosa fare dunque per conoscere e prevenire eventi naturali potenzialmente catastrofici?

Lo scorso primo marzo, con un tempismo quasi premonitorio, è partito il progetto, finanziato nell’ambito del 7th Programma Quadro dell’Unione Europea, dal nome PRE-EARTHQUAKES “Processing Russian and European EARTH observations for earthQUAKE precursors Studies”. Un programma cioé finalizzato a migliorare le attuali conoscenze sui fenomeni preparatori dei terremoti e a consolidare l’eccellenza europea e russa nell’osservazione e nella ricerca in questo campo.

PRE-EARTHQUAKES è condotto da un consorzio di ricerca, guidato dal Dipartimento di Ingegneria e Fisica dell’Ambiente (DIFA) dell’Università della Basilicata, che comprende prestigiosi centri di ricerca europei, russi e turchi. Il kick-off meeting del progetto si è svolto a Potenza dal 14 al 16 marzo, durante tre giorni di lavoro fortemente influenzati, anche emotivamente, dalle notizie sulla situazione giapponese.

Ciò che emerso è che, attualmente, è disponibile un’ampia documentazione scientifica riguardante la comparsa di anomalie nell’ambito dei parametri geofisici, misurati in un lasso di tempo che va da alcuni giorni fino a una settimana prima del verificarsi dei terremoti. Tuttavia, fino ad ora, nessun parametro misurabile e nessuna metodologia di osservazione si è dimostrata sufficientemente affidabile ed efficace, da sola, nell’implementazione di un sistema operativo di previsione dei terremoti.

L’obiettivo di PRE-EARTHQUAKES è dunque di integrare gli studi dei ricercatori UE e russi riguardanti dati e osservazioni eterogenee, rilevati da terra e da satellite, per migliorare le rispettive metodologie. Questo studio integrato dovrebbe infatti consentire di incrementare significativamente l’attuale conoscenza delle fasi preparatorie dei terremoti e dei loro possibili precursori, nonché sviluppare e offrire alla comunità scientifica internazionale una piattaforma dove osservazioni indipendenti e nuove metodologie di analisi dei dati, possano essere raccolte, condivise e validate.

Validare e diffondere metodi e strumenti di analisi dei dati significa, per intenderci, che questi saranno disponibili ed aperti al contributo della comunità scientifica mondialeal fine di estendere ulteriormente il numero di parametri monitorati contemporaneamente e di migliorare la qualità delle metodologie di analisi.

A questo scopo le osservazioni fatte da 18 diversi sistemi satellitari, in particolare da quelli dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e di quella russa ROSKOSMOS), verranno utilizzate per studiare quelle variazioni anomale di parametri superficiali e atmosferici (fino in ionosfera) , da tempo proposte come possibili precursori di forti terremoti. Tra le aree test scelte, oltre alla penisola di Sakhalin situata nella Russia orientale e alla Turchia, ci sarà naturalmente l’Italia ed in particolare la Basilicata, una regione che da sempre convive con il rischio sismico.

Donatella Scatamacchia

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende