Home » Internazionali »Politiche »Progetti » Progetto Pegaso: partnership tra Barcellona e Venezia per lo sviluppo economico sostenibile:

Progetto Pegaso: partnership tra Barcellona e Venezia per lo sviluppo economico sostenibile

aprile 14, 2010 Internazionali, Politiche, Progetti

Cà Foscari, sede dell'Università di Venezia, Courtesy of BlogVenezia.itE’stato presentato a Venezia il 10 aprile Progetto Pegaso, nuova iniziativa europea a favore di uno sviluppo economico sostenibile per l’ambiente nelle regioni del Mar Mediterraneo e del Mar Nero.

Pegaso prevede una stretta collaborazione tra l’Università Indipendente di Barcellona, a cui spetterà il coordinamento del progetto, e l’ateneo veneziano di Ca’ Foscari, che dirigerà invece nove casi di studio, sei nell’area del Mediterraneo (Alto Adriatico, alcune isole dell’Egeo e l’area del delta del Nilo) e tre in quella del Mar Nero (in particolare il delta del Danubio).

Il progetto si svilupperà nell’ambito del VII Programma Quadro della Commissione Europea, avrà una durata di quattro anni e potrà disporre di un finanziamento di circa 7 milioni di euro.Obiettivo quello di creare, nelle due regioni d’interesse, reti composte da operatori pubblici e privati, istituzioni politiche e società civile, capaci di collaborare insieme e intraprendere azioni concertate a favore di uno sviluppo economico sostenibile.

Mar Mediterraneo e Mar Nero soffrono infatti degli stessi mali: quello naturale dell’erosione delle coste e quelli dovuti all’azione dell’uomo, come l’eccessiva urbanizzazione delle fasce costiere a fini turistici e uno sfruttamento troppo intensivo delle risorse marine per le attività economiche (pesca, trasporto marittimo e istallazione di strutture marine come gasdotti e oleodotti per l’approvvigionamento energetico) che debilitano e impoveriscono l’ecosistema.

Pegaso si occuperà pertanto della promozione di una cultura della tutela ambientale – piuttosto carente in molti dei paesi che si affacciano sui due mari - della programmazione d’interventi integrati e della diffusione di pratiche comuni, come quella della gestione e raccolta di dati per il monitoraggio delle condizioni ambientali.Una banca dati con statistiche, immagini staellitari, mappe e indicatori su ogni aspetto delle regioni costiere” - spiega Stefano Soriani, coordinatore del progetto per Ca’ Foscari - saranno gli strumenti che consentiranno ai vari Paesi di “ridurre il rischio di disastri naturali” e il decadimento delle “risorse legate al mare”.

Nel tentativo di costruire queste comunità transnazionali virtuali, Pegaso coinvolgerà ricercatori, scienziati e operatori di 25 enti partner, appartenenti a 15 stati differenti. Uno sforzo imponente, che andrà a implementare ed estendere al Mar Nero le iniziative previste dal protocollo firmato a Madrid nel 2008 per la gestione integrata delle aree costiere del Mediterraneo, nell’ambito della storica Convenzione di Barcellona del 1976 per la protezione del Mar Mediterraneo dai rischi dell’inquinamento.

Caterina Tripepi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende