Home » Progetti » Progetto Sunflower: le rinnovabili ruotano intorno all’Environment Park:

Progetto Sunflower: le rinnovabili ruotano intorno all’Environment Park

febbraio 17, 2011 Progetti

sunflower, courtesy of wallpapers.free-review.netCome nella geografia, anche le politiche Comunitarie sono caratterizzate da differenti “scale” per la loro attuazione. L’Unione Europea formula le politiche energetiche ed ambientali, con target da raggiungere, scadenze da rispettare, e finanziamenti a disposizione degli Stati membri. L’implementazione di tali politiche avviene però ad un livello più operativo, ovvero su scala regionale e locale.

Qui è possibile operare ulteriori differenziazioni ed entrare nello specifico dei progetti che l’UE mette a disposizione dei Paesi membri, come linee guida per l’attuazione delle direttive comunitarie.

Il programma Sunflower rientra in questo ambito, con riferimento alla strategia europea per le energie rinnovabili. Il claim del progetto, “Verso comunità energeticamente sostenibili”, racchiude la sua essenza: l’obiettivo di Sunflower, infatti, è quello di promuovere, diffondere e implementare esempi di buone pratiche in materia di energie rinnovabili, a favore degli attori dello sviluppo locale.

E’ un progetto, dunque, indirizzato agli enti locali, che vede coinvolte le pubbliche amministrazioni, gli enti di ricerca e i parchi tecnologici di otto aree europee - essenzialmente quelle regioni caratterizzate da un elevato potenziale energetico, ma carenti dal punto di vista infrastrutturale.

Per superare queste barriere allo sviluppo del mercato dell’energia rinnovabile, Sunflower si propone di stimolare gli stakeholders a condividere esperienze e aspettative attorno a tre assi: impegno politico, sensibilizzazione ambientale e stimolo del mercato. Su queste tre fondamenta si sviluppano i quattro obiettivi principali del progetto: l’aumento dell’interesse delle autorità locali nel creare piani e progetti che abbiano come obiettivo le energie rinnovabili; l’attrazione di industrie che operano nell’ambito delle energie rinnovabili e l’accrescimento del numero di partnership economiche tra gli investitori e le autorità regionali e locali; la formazione di giovani imprenditori nei mercati locali; l’aumento del coinvolgimento dei cittadini nel progetto, che incentivi una lunga e durevole “community energy vision”.

In pratica, tramite la condivisione e lo scambio di esperienze e buone pratiche tra le comunità locali e i parchi tecnologici delle otto aree europee coinvolte, il progetto mira ad aumentare la consapevolezza sulle tecnologie oggi disponibili, superare le barriere alla loro diffusione, e a favorire la creazione di nuove imprese e partnership tra il settore pubblico e quello privato.

I partner protagonisti del programma sono la Municipalità di Moura e l’Idmec, un’organizzazione no-profit di Porto, entrambe in Portogallo; la città di Silven in Bulgaria; la Healty Cities, un’associazione della Repubblica Ceca impegnata sul fronte della sostenibilità ambientale; l’Eigsi, scuola politecnica di La Rochelle in Francia; il Parco Tecnologico di Bilbao in Spagna; il North York Moors, ossia la prima comunità energetica dell’Inghilterra; e, in Italia, l’Environment Park di Torino.

Quello dell’Environment Park è uno dei casi di eccellenza italiana. Nell’ambito del progetto Sunflower, il partner torinese metterà infatti a disposizione degli altri partner europei tecnologicamente svantaggiati, la sua esperienza nel campo dell’innovazione tecnologica sulle rinnovabili. “La diffusione delle energie rinnovabili può rappresentare un’importante leva di sviluppo nelle regioni economicamente sfavorite“, ci spiega Luca Galeasso, Responsabile del Sistema Qualità e Ambiente del Parco. “Environment Park, che rappresenta un caso di successo nell’ambito del trasferimento tecnologico, porta dunque nel progetto Sunflower la sua esperienza, mettendola al servizio dei partner interessati a fare della sostenibilità energetica la chiave per lo sviluppo delle loro comunità”.

Nello specifico, il Parco torinese farà da guida principalmente alle autorità locali di Portogallo, Bulgaria e Repubblica Ceca. “Tramite la presentazione e il trasferimento del proprio modello, – continua Galeasso – Environment Park intende favorire la nascita di infrastrutture e l’adozione di strumenti che consentano agli attori dello sviluppo locale di elaborare prodotti e servizi connessi alle fonti rinnovabili e che facciano da catalizzatori per la nascita di imprese e lavoro qualificato”. In questo modo “le regioni tecnologicamente sfavorite potrebbero superare il proprio isolamento e proiettarsi verso i mercati europei”.

Donatella Scatamacchia

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende