Home » Idee »Progetti » Rinnovabili? Bella idea, ma non nel mio giardino:

Rinnovabili? Bella idea, ma non nel mio giardino

dicembre 4, 2009 Idee, Progetti

Courtesy of Roby Ferrari (Flickr)Il parlare, sempre più frequente, di nuove tecnologie e di energie rinnovabili, rende interessante il concetto di accettabilità sociale delle stesse. Nonostante quasi nessuno si dichiari contrario al “rinnovabile” come concetto in sè, capita che, al momento dell’accettazione, da parte delle comunità locali, di un impianto invasivo sul proprio territorio, si crei qualche problema.

Negli anni ’70-’80, quando si affermarono le prime politiche energetiche, l’ampio consenso registrato nei sondaggi dalle energie rinnovabili fece sì che autorità locali, aziende e sviluppatori non considerassero la questione dell’accettabilità sociale come variabile importante nella stesura di un progetto. I governi hanno successivamente imparato ad accompagnare la ricerca tecnologica a programmi di sensibilizzazione: fiere, campagne pubblicitarie e programmi televisivi hanno contribuito ad abituare il cittadino nel considerare le fonti rinnovabili un’alternativa reale e auspicabile. 

La difficoltà nel diffondere queste tecnologie deriva tuttavia dalle sostanziali differenze che queste presentano rispetto agli impianti tradizionali. Gli impianti rinnovabili necessitano infatti di spazi maggiori, hanno una densità energetica inferiore e non possono competere a livello di costi inziali.

Secondo la definizione proposta da Wustnhagen, Wolsink e Burera, l’accettabilità sociale di una tecnologia va quindi considerata secondo tre distinte dimensioni: socio-politica, della comunità e del mercato. La prima si limita agli aspetti generali registrando generalmente – per quanto riguarda le rinnovabili – un ampio consenso. Come il mercato adotti, sviluppi e diffonda l’innovazione tecnologica (accettabilità del mercato) non è, nemmeno questo, un punto particolarmente problematico. La dimensione dell’accettabilità della comunità si riferisce invece alla scelta dei siti per l’installazione degli impianti e considera l’opinione dei cittadini residenti nel luogo prescelto. E’ a questo livello che si registra il cosiddetto fenomeno NIMBY (acronimo inglese per “Non nel mio giardino”), per il quale un individuo condivide lo sviluppo dell’energia rinnovabile fintanto che questa non incida sugli interessi locali o personali.

Un famoso caso di studio è l’accettabilità degli impianti eolici di Wolsink, che sembrerebbe seguire una curva ad U. Da una fase iniziale di accettazione del progetto si passa ad un generale dissenso (legato alla possibilità che l’impianto venga collocato nell’area di residenza dei cittadini intervistati) ed infine – una volta che l’impianto viene installato e reso operativo - l’accettazione ritorna solitamente a livelli positivi.

Il sito accettabilitasociale.com, propone un questionario di indagine sui fattori che determinano un minore o maggiore livello di accettabilità sociale degli impianti per la produzione di energia rinnovabile.

Attraverso un percorso articolato in 12 step si cerca di capire quanto si conoscano realmente le diverse tecnologie (dal solare termico alla biomassa fino al mini-eolico) e quali timori esse generino nella popolazione. La percezione delle dimensioni, l’importanza dei benefici ambientali, la capacità attesa e la partecipazione ai benefici economici, sono alcuni dei fattori considerati. Nel rispondere alle domande ci si rende effettivamente conto di come una conoscenza superficiale delle tecnologie in questione possa spesso influenzare giudizi negativi privi di fondamento. Un messaggio importante che dovrebbe far riflettere sull’esigenza di un’informazione e formazione più diffuse. 

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende