Home » Eventi »Non-Profit »Pratiche »Progetti » Tutelare la biodiversità. L’appello del WWF per difendere le Alpi:

Tutelare la biodiversità. L’appello del WWF per difendere le Alpi

ottobre 25, 2012 Eventi, Non-Profit, Pratiche, Progetti

Le Alpi sono la catena montuosa più popolata (le abitano 14 milioni di persone) e più sfruttata al mondo: 1.200 chilometri da Nizza a Vienna in una corona di cime e vallate, per 191.000 chilometri quadrati attraverso otto Paesi, di cui 75.000 di foreste (il 39%) e 45.000 di aree agricole (un altro 23%). Le specie animali sono 30.000, quelle vegetali 13.000. L’Italia è l’unico stato europeo che copre tutto l’arco della catena montuosa e, nel biennio 2013-2014, avrà la presidenza della Convenzione delle Alpi, il trattato internazionale che dal 1991 unisce tutti i Paesi alpini con lo scopo di salvaguardare l’ecosistema e promuovere lo sviluppo sostenibile.  Una tappa a cui l’Italia si avvia con un buon risultato a suo favore: “Con l’approvazione del protocollo sui trasporti proprio pochi giorni fa, che consentirà il blocco dei progetti autostradali transalpini, l’Italia è finalmente uscita dal ruolo di cenerentola e si avvia al meglio a gestire i due anni di presidenza”, spiega il presidente di WWF Italia Stefano Leoni.

E proprio per accendere i riflettori sulle montagne più importanti d’Europa, l’associazione dedica loro, quest’anno, i due giorni di Biodiversamente, il Festival dell’Ecoscienza- organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) – che il 27-28 ottobre aprirà gratuitamente più di cento musei scientifici, science center, orti botanici, acquari, parchi naturali e Oasi WWF,  con iniziative speciali, laboratori, visite guidate in tutta Italia, da Trento a Napoli, da Genova a Roma, per spiegare al grande pubblico il valore della biodiversità e della ricerca scientifica che la tutela. “In fondo i musei scientifici sono nati proprio per documentare la biodiversità, anche se nel 1800 non si usava ancora questo termine”, riflette Giacomo Giacobini, presidente di ANMS.

Nel festival è inserito anche il concorso Narratori delle Alpi, realizzato in collaborazione con LaStampa.it: tutti sono invitati a “raccontare la propria esperienza di queste straordinarie montagne, dei loro sentieri e della loro natura, inviando racconti, foto e video originali sul sito www.wwf.it/alpi fino al 19 novembre. In palio, ci sono fine settimana nelle fattorie del panda e località alpine. E in concomitanza con il festival, WWF lancerà anche  il bando per una borsa di studio dedicata ai progetti di ricerca  sulla biodiversità alpina. Al bando possono partecipare candidati con titolo di dottore in ricerca in ambito biologico-ambientale che non abbiano compiuto il 36esimo anno di età. Le domande dovranno essere fatte pervenire entro il 10 novembre.  “A pochi giorni dalla chiusura del meeting della Convenzione sulla Diversità Biologica, in India, che ancora una volta ha evidenziato come il capitale naturale non sia tenuto in sufficiente considerazione dai governi del mondo – sottolinea il direttore scientifico italiano Gianfranco Bologna – il WWF ribadisce l’importanza di conoscere e tutelare la natura, evidenziandone il valore, anche economico, e i benefici che garantisce al pianeta e alla vita stessa dell’uomo. Il Festival dell’Ecoscienza è un modo nuovo per spiegarlo al grande pubblico, attraverso i tesori conservati nei musei scientifici, le grandi scoperte dei ricercatori italiani in tutto il mondo e l’esplorazione di quel grande laboratorio a cielo aperto che la natura stessa ci offre”.

Alle Alpi WWF ha dedicato quest’anno anche la settima edizione dei Panda d’Oro, che premiano le buone pratiche di enti pubblici e soggetti privati in tema di tutela della biodiversità. Il riconoscimento, consegnato ieri mattina a Torino, è andato alla Fondazione Cariplo, che dal 2007 al 2011 ha finanziato con risorse proprie 184 progetti per oltre 23 milioni di euro, di cui molti nelle aree alpine in Piemonte e Lombardia, e a due esperienze di turismo sostenibile. La prima riguarda il progetto per la mobilità dolce dell’associazione Le Perle delle Alpi, 27 località turistiche che cooperano su tutto l’arco alpino in 6 paesi diversi (Italia, Francia, Austria, Germania, Svizzera e Slovenia):  chi lascia l’auto a casa o non la usa per almeno quattro giorni durante la vacanza, consegnando le chiavi in hotel o all’ufficio turistico, usufruisce di una serie di vantaggi. Sette giorni da orso è invece un  programma, avviato nel 2010 dal tour operator Living Dolomiti, per promuovere una maggiore conoscenza di questa specie, “simbolo di una costante e intelligente politica di conservazione e attrattore di un turismo responsabile e sostenibile”. Dimostrazione  di come, per usare le parole di Bologna, le Alpi siano “un luogo prezioso dove uomo e natura possono convivere e interagire, e su cui vale la pena investire per proteggere l’inestimabile patrimonio naturale, culturale ed economico che rappresentano.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

luglio 28, 2017

Sofidel lancia il car sharing aziendale elettrico con Nissan

Attraverso un accordo sulla mobilità elettrica sottoscritto con Nissan e l’acquisto di quattro veicoli 100% elettrici LEAF- attraverso il concessionario Nissan CFL di Lucca – Sofidel, società produttrice di carta per uso igienico e domestico (nota per il brand “Regina“), ha introdotto un importante novità nella gestione del proprio parco auto. Sofidel è infatti la prima azienda [...]

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende