Home » Eventi »Non-Profit »Pratiche »Progetti » Tutelare la biodiversità. L’appello del WWF per difendere le Alpi:

Tutelare la biodiversità. L’appello del WWF per difendere le Alpi

ottobre 25, 2012 Eventi, Non-Profit, Pratiche, Progetti

Le Alpi sono la catena montuosa più popolata (le abitano 14 milioni di persone) e più sfruttata al mondo: 1.200 chilometri da Nizza a Vienna in una corona di cime e vallate, per 191.000 chilometri quadrati attraverso otto Paesi, di cui 75.000 di foreste (il 39%) e 45.000 di aree agricole (un altro 23%). Le specie animali sono 30.000, quelle vegetali 13.000. L’Italia è l’unico stato europeo che copre tutto l’arco della catena montuosa e, nel biennio 2013-2014, avrà la presidenza della Convenzione delle Alpi, il trattato internazionale che dal 1991 unisce tutti i Paesi alpini con lo scopo di salvaguardare l’ecosistema e promuovere lo sviluppo sostenibile.  Una tappa a cui l’Italia si avvia con un buon risultato a suo favore: “Con l’approvazione del protocollo sui trasporti proprio pochi giorni fa, che consentirà il blocco dei progetti autostradali transalpini, l’Italia è finalmente uscita dal ruolo di cenerentola e si avvia al meglio a gestire i due anni di presidenza”, spiega il presidente di WWF Italia Stefano Leoni.

E proprio per accendere i riflettori sulle montagne più importanti d’Europa, l’associazione dedica loro, quest’anno, i due giorni di Biodiversamente, il Festival dell’Ecoscienza- organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) – che il 27-28 ottobre aprirà gratuitamente più di cento musei scientifici, science center, orti botanici, acquari, parchi naturali e Oasi WWF,  con iniziative speciali, laboratori, visite guidate in tutta Italia, da Trento a Napoli, da Genova a Roma, per spiegare al grande pubblico il valore della biodiversità e della ricerca scientifica che la tutela. “In fondo i musei scientifici sono nati proprio per documentare la biodiversità, anche se nel 1800 non si usava ancora questo termine”, riflette Giacomo Giacobini, presidente di ANMS.

Nel festival è inserito anche il concorso Narratori delle Alpi, realizzato in collaborazione con LaStampa.it: tutti sono invitati a “raccontare la propria esperienza di queste straordinarie montagne, dei loro sentieri e della loro natura, inviando racconti, foto e video originali sul sito www.wwf.it/alpi fino al 19 novembre. In palio, ci sono fine settimana nelle fattorie del panda e località alpine. E in concomitanza con il festival, WWF lancerà anche  il bando per una borsa di studio dedicata ai progetti di ricerca  sulla biodiversità alpina. Al bando possono partecipare candidati con titolo di dottore in ricerca in ambito biologico-ambientale che non abbiano compiuto il 36esimo anno di età. Le domande dovranno essere fatte pervenire entro il 10 novembre.  “A pochi giorni dalla chiusura del meeting della Convenzione sulla Diversità Biologica, in India, che ancora una volta ha evidenziato come il capitale naturale non sia tenuto in sufficiente considerazione dai governi del mondo – sottolinea il direttore scientifico italiano Gianfranco Bologna – il WWF ribadisce l’importanza di conoscere e tutelare la natura, evidenziandone il valore, anche economico, e i benefici che garantisce al pianeta e alla vita stessa dell’uomo. Il Festival dell’Ecoscienza è un modo nuovo per spiegarlo al grande pubblico, attraverso i tesori conservati nei musei scientifici, le grandi scoperte dei ricercatori italiani in tutto il mondo e l’esplorazione di quel grande laboratorio a cielo aperto che la natura stessa ci offre”.

Alle Alpi WWF ha dedicato quest’anno anche la settima edizione dei Panda d’Oro, che premiano le buone pratiche di enti pubblici e soggetti privati in tema di tutela della biodiversità. Il riconoscimento, consegnato ieri mattina a Torino, è andato alla Fondazione Cariplo, che dal 2007 al 2011 ha finanziato con risorse proprie 184 progetti per oltre 23 milioni di euro, di cui molti nelle aree alpine in Piemonte e Lombardia, e a due esperienze di turismo sostenibile. La prima riguarda il progetto per la mobilità dolce dell’associazione Le Perle delle Alpi, 27 località turistiche che cooperano su tutto l’arco alpino in 6 paesi diversi (Italia, Francia, Austria, Germania, Svizzera e Slovenia):  chi lascia l’auto a casa o non la usa per almeno quattro giorni durante la vacanza, consegnando le chiavi in hotel o all’ufficio turistico, usufruisce di una serie di vantaggi. Sette giorni da orso è invece un  programma, avviato nel 2010 dal tour operator Living Dolomiti, per promuovere una maggiore conoscenza di questa specie, “simbolo di una costante e intelligente politica di conservazione e attrattore di un turismo responsabile e sostenibile”. Dimostrazione  di come, per usare le parole di Bologna, le Alpi siano “un luogo prezioso dove uomo e natura possono convivere e interagire, e su cui vale la pena investire per proteggere l’inestimabile patrimonio naturale, culturale ed economico che rappresentano.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende