Home » Pratiche »Progetti »Pubblica Amministrazione » U4energy, gli studenti europei imparano a ridurre i consumi:

U4energy, gli studenti europei imparano a ridurre i consumi

Chi ha detto che il risparmio energetico è roba da grandi? U4energy è la prima competizione pan-europea sull’educazione energetica organizzata dalla Commissione Europea aperta a tutte le scuole, dagli asili nido fino alla superiori, di tutti i ventotto Stati membri più Norvegia, Islanda e Liechtenstein. I vincitori sono stati nominati nei giorni scorsi, ma la corsa verso il successo è stata lunga.

Il portale U4energy a settembre 2010 aveva ufficialmente lanciato tre diverse gare sull’efficienza energetica. La prima sulle “migliori misure intraprese”. Gli studenti e gli insegnanti, supportati dalla comunità e autorità locali, dovevano progettare e implementare un piano di risparmio energetico per ridurre i consumi a scuola. La seconda, invece, si riferiva alle “migliori azioni didattiche e si rivolgeva esclusivamente agli insegnati, che hanno avuto l’opportunità di tenere le proprie lezioni sull’efficienza energetica a scuola fornendo metodologie e materiale educativo. Tutte le informazioni dovevano essere riportate in dettaglio, insieme a foto e video, nel programma della lezione. La terza, infine, premiava la “miglior campagna scolastica”. Con l’aiuto degli adulti, i ragazzi hanno organizzato, attraverso video, poster e disegni, una campagna di sensibilizzazione: i partecipanti erano invitati a parlare con le autorità locali, ad intervistare personaggi chiave o contattare i media per diffondere meglio il loro messaggio. L’obiettivo era far conoscere agli altri come risparmiare energia. Da non dimenticare, poi, l’assegnazione di un premio speciale per la miglior buona pratica. Tutte le competizioni invitavano gli insegnanti e gli studenti a pensare alle loro abitudini quotidiane in fatto di consumi, prendendo provvedimenti per ottimizzare le risorse energetiche.

La premiazione ha avuto luogo a due livelli: nazionale ed europeo.  Il miglior piano di risparmio energetico si chiama “We Care” e viene da una scuola della Croazia. Un istituto piccolo, con circa trecento bambini. Nonostante il basso numero di alunni, aule e uffici il loro consumo di energia, sia elettrica che termica, è molto alto. Hanno così deciso di ristrutturare le parti vecchie della scuola: sostituzione del tetto, isolamento termico dell’attico, cambio delle vecchie finestre e porte in legno. Interventi che hanno portato alla riduzione dei consumi energetici, dei costi e delle emissioni di biossido di carbonio. Per la categoria “migliori azioni didattiche” ha vinto invece la Francia con Energy is cool!”: come se avessero lavorato per una vera e propria agenzia locale di energia, gli alunni hanno dovuto rispondere ad un vero e proprio incarico da parte di un cliente reale. La richiesta veniva dal governo regionale, che è responsabile per gli edifici scolastici. I ragazzi hanno analizzato i consumi energetici del campus e formulato raccomandazioni, ma hanno anche dovuto implementare dispositivi di efficienza energetica e modelli in scala mostrati durante un evento aperto al pubblico, sottolineando così il forte legame con il territorio e la società. “Energy Tutors” è, invece, la campagna scolastica austriaca che ha vinto nella terza categoria. Gli alunni di una scuola superiore hanno organizzato, con l’aiuto di esperti, workshop sia per i bambini delle elementari sia per quelli della materna. I più piccoli hanno sperimentato e imparato a conoscere il riscaldamento globale, le energie rinnovabili, a fare energia elettrica con pannelli solari, come funziona una centrale eolica, la necessità di riciclaggio dei rifiuti. La best practice, infine, viene dal Belgio. È il concorso dal titolo “Ecoles Zero-Watt”: durante la gara le scuole sono andate a caccia di energia elettrica sprecata. Le scuole partecipanti si sono così impegnate a ridurre il consumo: quelle che hanno conseguito i risparmi più significativi hanno ricevuto pacchetti di strumenti energetici.

Beatrice Credi

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende