Home » Progetti »Smart City » Un Focolare per riavvicinare la comunità al Parco:

Un Focolare per riavvicinare la comunità al Parco

giugno 4, 2012 Progetti, Smart City

C’era un tempo in cui le gente dei paesi di montagna faceva la coda per cuocere il pane fatto in casa nel forno comunitario. Donne e uomini si ritrovavano là fuori, chiacchieravano – magari del tempo – e si conoscevano, coltivavano rapporti. E il forno diventava uno dei centri della vita sociale della comunità.

Ora, a Torino, si prova a recuperare quell’atmosfera con il progetto Focolare, presentato venerdì 1 giugno al Parco di Arte Vivente (PAV). In quella che era un’area dismessa e abbandonata il PAV, dal 2006, ha creato uno spazio verde e di nuovo vivibile, con installazioni artistiche, piante, piccole coltivazioni. E così come il parco ha fatto rinascere, dal punto di vista urbanistico, la zona, il nuovo forno in terra cruda prova a costruire nuove relazioni sociali in quest’angolo di città.

Il progetto è stato realizzato dal Collettivo Terra Terra, un gruppo di architetti, educatori e artisti che con questa idea ha vinto il Premio PAV 2012, dedicato al tema “Into the habitat”, battendo una quarantina di candidati internazionali. L’opera verrà ufficialmente inaugurata a fine mese. Per riprendere una tradizione ormai dimenticata Focolare invita a vivere il forno come un racconto sociale ma anche artistico, propone di ragionare sulla trasformazione della materia, e di farlo in modo collettivo: “Storicamente il cuore di un abitato è sempre stato dove c’era il fuoco – spiega Generoso Urciuoli di Terra Terra – Noi abbiamo voluto trasformare il forno privato in un luogo aperto, a disposizione di tutti, per invogliare i vicini a vivere il parco”.

All’interno del PAV ci sono altre installazioni che seguono lo stesso obbiettivo: una piattaforma con canne di bambù che ospita visitatori umani, animali e vegetali. Una Folie, piccolo rifugio da giardino in stile settecentesco francese, con una torre di metallo arancione e circondata da piante che crescono libere. Oltre a Pedogenesis, una serra rovesciata, con la parte alta dell’intelaiatura semisommersa da un orto collettivo e la base che punta verso il cielo. Un gruppo di cittadini del quartiere ha preso in gestione il piccolo terreno, impegnati a zappare anche durante la presentazione.

Come sa chi cura un orto, anche per il nostro forno sarà importante la pazienza, bisognerà saper aspettare che il pane sia pronto”, dice ancora Urciuoli rifacendosi alla filosofia slow. È nell’attesa, infatti, che attorno al Focolare si riuniranno le persone, sulle panche, attorno ai tavoli e sulle sedie sistemate attorno al fuoco, sotto la tettoia. Collettiva è stata anche la costruzione del forno: un gruppo di volontari ha unito i mattoni in terra cruda, con la paglia e il fango usati come isolanti, durante un workshop di tre giorni con l’esperto Axel Berberich. “L’idea era che i cittadini si appropriassero dell’opera già durante la costruzione –  spiega Elisabetta Foco di Architettura Senza Frontiere (Asf), tra i componenti del collettivo Terra Terra.

Dopo la prima cottura sperimentale di sabato 30 giugno, per tutta l’estate, Focolare sarà aperto nei fine settimana. Chi vorrà potrà portare a cuocere il proprio pane o qualche dolce. Ma si alterneranno anche corsi di panificazione e incontri con culture diverse: prodotti marocchini e egiziani, dolci siciliani, pani rumeni oppure ghanesi. Il forno sarà un punto di ritrovo, non solo per cucinare, ma anche per conoscere, per scambiarsi ricette e consigli sulle farine e i metodi migliori. Sarà il centro di una piccola comunità, proprio come i vecchi forni di paese. Tutti gli appuntamenti si possono trovare su focolaretorino.blogspot.it

Matteo Acmè

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende