Home » Rassegna Stampa » 2010: per il clima ancora un anno da record:

2010: per il clima ancora un anno da record

gennaio 12, 2011 Rassegna Stampa

Un orso polare tra i ghiacciai in scioglimento, Courtesy of IlPiave.itDai primi dati disponibili, anche il 2010 risulta essere – contro ogni percezione individuale – un anno da record: nonostante le correnti di aria artica di inizio e fine anno, la temperatura media dell’anno appena trascorso si collocherà probabilmente sul podio di secondo anno più caldo nella storia.

In un articolo pubblicato sul blog di Climalteranti, il professor Claudio Cassardo dell’Università degli Studi di Torino ha analizzato le prime informazioni disponibili sulle temperature del 2010: i modelli climatici di scenari futuri risultano purtroppo ancora una volta confermati dalle misure reali, che, come sottolinea il prof. Cassardo, “hanno il vantaggio di essere neutrali e scevre da impressioni personali.”

I dati sono quelli elaborati dal National Centers For Environmental Prediction’s and National Center for Atmospheric Research (NCEP/NCAR), che arrivano dopo soli due giorni. Le informazioni disponibili riguardano le temperature in atmosfera medie terrestri divise in aree di 2,5 gradi in longitudine e latitudine (alle nostre latitudini, significa circa 300 x 300 km quadrati). I dati definitivi arriveranno tra alcuni giorni dalle analisi dirette delle stazioni di rilevamento.

schema 1 Caciagli

 

Dall’immagine della distribuzione delle anomalie di temperatura nel 2010 rispetto al periodo 1961-90, si può facilmente osservare come le regioni polari siano state investite da spaventose variazioni di temperatura positive anche superiori a 4°C, con oltre 6°C tra il Canada e la Groenlandia. Anche molte altre regioni presentano anomalie positive, con punte di oltre 3°C, tra cui l’Oceano Atlantico, l’Africa settentrionale, parte dell’Asia. Le anomalie negative, invece, presentano valori minori e in aree più piccole.

Lo zoom sull’Europa evidenzia una fascia di valori negativi di anomalia presenti dalla penisola scandinava a metà mediterraneo, con punte di -1,5°C sulla Norvegia, mentre sul Mar Nero e sul resto del Mediterraneo le variazioni positive arrivano a +3°C.

schema 2 Caciagli

 

Oltre alle differenze tra regioni, nell’articolo di Climalteranti si rilevano variazioni stagionali: in primavera ed estate ci sono delle anomalie spaventose rispetto al periodo 1961-90 nelle zone polari, con massimi di +6°C nei pressi della Groenlandia e di oltre +8°C in Antartide; in autunno si raggiungono addirittura oltre +10°C nello stretto di Bering e un massimo di oltre +15°C tra Canada e Groenlandia.

Il 2010 va quindi ad allungare la successione di anni con temperature superiori alla media, e questo nonostante la cosiddetta Oscillazione Nord Atlantica e il Sole ancora in una fase di minimo abbiano esercitato un’azione di mitigazione del riscaldamento globale.

Vengono dunque confermati i modelli sul clima: mentre le medie latitudini, quelle abitate, hanno registrato temperature solo lievemente maggiori della norma, il maggior contributo all’aumento delle temperature globali arriva dalle zone più fredde del Pianeta, l’Artide e l’Antartide, in zone disabitate dove le variazioni di temperatura non fanno notizia.

Veronica Caciagli

.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende