Home » Rassegna Stampa » Assegnazione Bandiere Blu 2010: vince la Liguria, ma la Sardegna non ci sta:

Assegnazione Bandiere Blu 2010: vince la Liguria, ma la Sardegna non ci sta

maggio 12, 2010 Rassegna Stampa

bandiera blu, Courtesy of Sciclinews.comAnche se, a primavera inoltrata, il bel tempo stenta ad arrivare, le spiagge già si contendono l’ambita “Bandiera Blu” 2010, il riconoscimento divenuto sinonimo del mare più pulito – ma anche di servizi eco, come raccolta differenziata, piste ciclabili e accessibilità per tutti.

Il vessillo è stato assegnato ieri mattina a Roma, nella sede della Regione Lazio, dalla Federazione per l’ educazione ambientale (Fee) in collaborazione con il Consorzio nazionale batterie esauste (Cobat). Buone notizie per il mare edizione 2010: il risultato di quest’anno infatti è positivo, con ben 231 spiagge doc sparse in tutt’Italia, quattro in più rispetto a quelle dello scorso anno.

I lidi, rappresentativi di 117 comuni italiani, corrispondono a circa il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale. Nel capitolo approdi turistici i premiati sono invece 61. Secondo il segretario generale della Fee, Claudio Mazza, i dati dimostrano l’impegno crescente delle località turistiche marine rispetto “alla sempre maggior pressione del turismo sul patrimonio ambientale” che “impone ai Comuni di affrontare nuove sfide per migliorare i propri standard di qualità orientando tutti i propri impegni in chiave di sostenibilità“.

Ma vediamo nello specifico a chi è stato assegnato il riconoscimento. Fra tutte le regioni italiane spicca la la Liguria, con 17 località (Camporosso, Bordighera, Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze, Chiavari, Lavagna, Moneglia, Lerici, Ameglia – Fiumaretta), una in più dello scorso anno. A pari merito con 16 località, seguono Marche (Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo, Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Potenza Picena – Porto, Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto)  e Toscana (Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio; Pisa-marina di Pisa-Tirrenia-Calambrone, Livorno-Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia, Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario) che si distaccano dall’Abruzzo (Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo), quarto classificato con 13 bandiere. Stabile a quota 12 la Campania (Massa Lubrense, Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri) che conferma le località della precedente edizione. Molto bene la Puglia (Rodi Garganico, Polignano a Mare, Ostuni-Marina di Ostuni, Castellaneta, Ginosa-Marina di Ginosa, Castro Marina, Melendugno, Salve) che ne guadagna una arrivando così ad eguagliare a quota 8 l’Emilia Romagna (Comacchio-Lidi Comacchiesi, Lidi Ravennati, Cervia, Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare, Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica), dove sono riconfermate le stesse località dello scorso anno. Nessuna novità per il Veneto (San Michele al Tagliamento – Bibione, Caorle, Eraclea – Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia – Lido di Venezia) , mentre il Lazio (Anzio, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga, Gaeta) arriva a quota 5, superando così la Sicilia (Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa, Menfi) e la Calabria (Cariati-Marina di Cariati, Cirò Marina-Punta Alice, Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica) che sono stabili a 4. Il Friuli Venezia Giulia (Grado, Lignano Sabbiadoro)  e la Sardegna (Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore) riconfermano le due dell’anno scorso, e vengono raggiunte dal Piemonte (Riviera, Cannobio), che giunge a quota 2 bandiere per i laghi. Per finire arrivano il Molise (Termoli)  e Basilicata (Maratea) , con una sola Bandiera Blu.

Sono tuttavia queste ultime posizioni della classifica a sollevare qualche legittimo dubbio: possibile che la Sardegna, con uno dei mari più invidiati al mondo, sia al pari del Piemonte? La Sardegna non ci sta e insorge attraverso i propri assessori regionali, ricordando che su 560 spiagge ben 143 s0no “accessibili a tutti, sotto ogni punto di vista, tutte indistintamente con acque pulitissime”. Giuliano Uras e Sebastiano Sannitu, assessori all’Ambiente e al Turismo, esprimono “stupore ma anche disincanto verso un’iniziativa che ogni anno si ripete con un copione già scritto” e della quale disconoscono “l’autorevolezza e la scientificità delle scelte in quanto – dicono – non basata su criteri oggettivi“. “Il riconoscimento delle Bandiere Blu”, osserva Uras, “certifica unicamente lo stato dell’ambiente costiero delle località che ne hanno richiesto la certificazione alla Fee e non rappresenta in nessuna maniera una valutazione sulla qualità dell’ambiente e la gestione del territorio costiero della Sardegna”. La classifica è in effetti frutto di 149 auto-candidature, che hanno visto il 22% di esclusioni, di cui la maggior parte per la mancanza di iniziative di educazione ambientale (criterio difficile da valutare nella sua concretezza).

Per la Sardegna, dunque, nemmeno le “5 stelle” riconosciute a 15 delle 117 località premiate, come vere e proprie eccellenze dove l’educazione ambientale, la raccolta differenziata, la qualità delle spiagge, le piste ciclabili, l’accessibilità per tutti e l’informazione sono considerate “all’ordine del giorno”. I “tuffi d’autore” sono ammessi solo a Jesolo (Ve), Celle Ligure e Varazze (Sv), Moneglia (Ge) e Lerici. Poi a Cesenatico (Fc), Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci (Li), Castiglione della Pescaia (Gr), Potenza Picena, Civitanova Marche (Mc), Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto (Ap), Pollica (Sa). La classifica premia infine  ”lo stabilimento“, riconoscendo i migliori risultati di gestione a Varazze, Savona, Grosseto, Viareggio, Finale Ligure, Bibbone e Ostuni.

Benedetta Musso

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende