Home » Rassegna Stampa » Energie rinnovabili: Cina al primo posto nell’attrattività per gli investimenti:

Energie rinnovabili: Cina al primo posto nell’attrattività per gli investimenti

giugno 16, 2010 Rassegna Stampa

cina, Courtesy of Josef KnechtE’stato diffuso ieri dalla società di consulenza Ernst&Young l’ultima
edizione dello studio “Renewable Energy Country Attractiveness Indices“, il rapporto che classifica i paesi in base alla loro attrattività  per gli investimenti in energie rinnovabili, come l’eolico o il solare.

La Cina è ora, insieme agli Stati Uniti, la destinazione più attrattiva per gli investimenti in energie rinnovabili.

Il colosso asiatico ha guadagnato due punti negli indici grazie ad investimenti in energie pulite pari a 34,6 miliardi di dollari – quasi il doppio degli Stati Uniti (come ammesso dal Presidente Obama durante il discorso alla Nazione) – e nel 2009 è emersa come leader mondiale per capacità installata nell’eolico.

Contemporaneamente, gli Stati Uniti hanno perso un punto, come conseguenza del fatto che il tanto atteso “climate and clean energy bill” (fermo al Senato) probabilmente non vedrà la luce prima delle elezioni di medio termine in novembre. nonostante i continui solleciti del Presidente.

Andrea Paliani, Partner Ernst & Young settore Energy, spiega che “l’ottima performance della Cina sottolinea la determinazione a raggiungere un forte allineamento tra la politica energetica e quella industriale, orientata alla costruzione di una posizione dominante nel mercato globale della produzione e fornitura di tecnologia”. “La situazione dei mercati europei”, aggiunge Paliani, ”non è esattamente rosea. Diverse economie lottano per far quadrare i bilanci, non solo relativamente ai deficit statali e al debito pubblico ma anche alla sostenibilità dei costi necessari all’utilizzo delle energie rinnovabili”.

Il recentissimo annuncio dell’Unione Europea relativo all’intenzione di ridurre del 30% entro il 2020 i livelli di emissione rispetto al 1990 (criticato dal Ministro Prestigiacomo come pericoloso eccesso di zelo) è comunque indice di un preciso impegno del legislatore europeo a raggiungere la leadership nello sviluppo di economie a bassa emissione di anidride carbonica. “Crescerà senza dubbio la tensione tra la spinta alla riduzione delle emissioni e le risorse finanziarie disponibili per sostenerla”, prosegue Paliani. ”Un simile ambizioso impegno da parte della UE, se fatto proprio e rinforzato dagli Stati Membri, dovrebbe portare a una salita nell’indice nel medio periodo”.

L’Italia intanto mantiene la quinta posizione nell’indice generale, guadagnando però un punto grazie ai piani per la costruzione dei più grandi parchi fotovoltaici d’Europa (in provincia di Rovigo per una capacità di 72MW e a Montalto di Castro, per ben 85MW) ed alla rilevante capacità di fotovoltaico già installato, pari a 1.2 GW.

Rimane alta l’attesa per la seduta della conferenza Stato-Regioni, nel corso della quale saranno presentate le linee guida nazionali sulle energie rinnovabili, con l’obiettivo di armonizzare le procedure di autorizzazione oggi affidate alle singole regioni. Un inquadramento comune consentirebbe di accelerare l’intero processo, dalla richiesta all’installazione.

Lo sviluppo atteso del fotovoltaico è di assoluto rilievo nel panorama europeo. L’eolico ha evidenziato una crescita del 30% nel 2009 e si attende nei prossimi anni lo sviluppo dell’eolico off-shore, il cui elevato potenziale risulta ad oggi non sfruttato.

Guardando gli altri paesi, il Regno Unito guadagna due punti a seguito dei piani governativi per lanciare un fondo da due miliardi di sterline, denominato “Green Investment Bank”, e dell’approvazione della spesa di un miliardo di sterline per ammodernare la rete elettrica e accelerare l’integrazione con le rinnovabili.

Anche l’India cresce di due punti, come conseguenza dello stanziamento di un miliardo di dollari per la “green economy” e della presentazione di piani per l’installazione, nel breve e medio termine, di capacità eolica fino a 4GW e solare fino a 1GW.

Arretrano invece Grecia, Spagna e Portogallo a causa del peggioramento delle condizioni dei mercati di capitale e del downgrade da parte di S&P nei rating di solvibilità dello stato.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

aprile 19, 2017

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

Saranno le “destinazioni”, ossia gli esercizi commerciali che offrono prodotti e servizi (palestre, cinema, teatri, negozi ecc.) a pagare con sempre maggiore frequenza il costo dell’auto in car sharing? Ne è convinta Share’ngo, il primo operatore italiano di car sharing elettrico, che dopo le prime esperienze con Carrefour Express e Carrefour Market a Milano, renderà [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende