Home » Rassegna Stampa » La caccia alle balene riaccende gli animi:

La caccia alle balene riaccende gli animi

gennaio 6, 2010 Rassegna Stampa

Courtesy of WikimediaAl largo della Commonwealth Bay, l’Ady Gil, il trimarano supertecnologico di 24 metri usato dagli ecologisti del Sea Shepherd per ostacolare la caccia alle balene, è stato speronato oggi da una nave giapponese, la Shonan Maru 2, inviata dalla prefettura di Okinawa in appoggio alla flotta baleniera.

L’Ady Gil batte bandiera “Jolly Roger” (una rivisitazione del vessillo nero dei pirati, con un bastone pastorale incrociato al tridente di nettuno e sovrastato dal teschio) ed è stata ufficialmente presentata il 17 ottobre scorso a Los Angeles per unirsi, subito dopo, all’altra unità del gruppo, la Steve Irwin, nella lotta contro la caccia che i giapponesi continuano a praticare - con il pretesto della ’ricerca scientifica’ - nonostante un trattato internazionale la vieti dal 1986.

Il trimarano, a quanto pare, è stato speronato di proposito quando era praticamente fermo, accusano i responsabili di Sea Shepherd, precisando che la nave giapponese, nell’abbordo, ha tranciato la prua dello scafo centrale dell’Ady Gil causando danni irreparabili. I sei uomini d’equipaggio (cinque neozelandesi e un olandese) sono stati tutti tratti in salvo senza aver riportato danni fisici, dalla stessa Shonan Maru 2, “ma ora il trimarano sta affondando”, aggiunge l’organizzazione ecologista.

Siamo convinti che sia stato un atto deliberato. La nostra nave si era completamente fermata e loro l’hanno puntata e sono piombati su di essa”, ha detto Jeff Hansen, direttore per l’Australia del gruppo. L’Istituto Giapponese per la Ricerca sui Cetacei – sponsorizzato dal governo – difende le proprie baleniere accusando gli attivisti per le loro azioni di disturbo e dicendo che gli ecologisti stavano cercando di sabotare le loro navi mandando dei cavi nelle eliche: “L’estremismo di Sea Shepherd diviene sempre più violento i loro atti altro non sono che un comportamento criminale” ha ribattutto il portavoce dell’Istituto.

Il fatto che i giapponesi, nonostante le proteste internazionali, uccidano circa 1.200 balene tra dicembre e febbraio di ogni anno, per presunti scopi “scientifici”, da anni solleva le proteste delle associazioni per la difesa degli animali, che hanno, in più modi, tentato di fermare la caccia. Paul Watson, responsabile della campagna di Sea Shepherd per la difesa delle balene, ha ingaggiato dal 2007 una battaglia particolarmente serrata contro le baleniere, mentre nel 2008 Greenpeace ha deciso di cambiare strategia, abbandonando il tentativo di fermare le baleniere giapponesi a favore di un’attività più pacifica, per cambiare l’opinione pubblica dei giapponesi in merito alla necessità di una simile caccia.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende