Home » Rassegna Stampa » L’allarme del WWF nella Giornata Mondiale degli Oceani:

L’allarme del WWF nella Giornata Mondiale degli Oceani

giugno 8, 2010 Rassegna Stampa

oceano, Courtesy of istitutomattei.bo.itDa “pianeta blu” a “lago nero”: è questo il rischio che corrono il 99% dei mari(quelli cioé non sottoposti a tutela), sempre più soffocati da petrolio, pesca, rifiuti, navi “carretta” e distruzione dei coralli.

È con questo spirito di denuncia che il Wwf e le principali associazioni ambientaliste si preparano a celebrare l’8 giugno, la Giornata mondiale degli Oceani istituita dall’Onu nel 1992.

Già solo i danni sociali, economici e ambientali causati dalla fuoriuscita di petrolio dalla piattaforma di estrazione della Bp nel Golfo del Messico dureranno almeno50 anni, dopo aver distrutto un intero ecosistema naturale. Ma altri rischi sono legati al petrolio, in particolare la circolazione di navi oceaniche vecchie e malridotte utilizzate come cisterne di carburante, come nel caso della ‘Exxon Valdez’ (che nel 1989 si infranse su uno scoglio dell’Alaska).

Secondo il Wwf sarebbe necessario, nel settore delle attività estrattive, “mettere in campo valutazioni di rischio che includano la previsione e la quantificazione dell’enorme danno ecologico” e socio-economico, in caso di disastri.

Non c’è però solo il petrolio tra i nemici dei mari. Quasi la totalità degli oceani, accusa il Wwf, è solcato da flotte di pescherecci: la biodiversità delle aree di ‘alto mare’ è minacciata, in particolare, dalla pesca a strascico che, distruggendo le barriere coralline situate nelle profondità, devasta l’ecosistema. Inoltre lo sfruttamento eccessivo degli stock di pesce, che in alto mare riguarda circa il 65% del totale, frutta 1,2 miliardi di dollari all’anno e in molti paesi esistono sussidi governativi che di fatto gonfiano le flotte globale di pescherecci almeno del 50-60% rispetto alle reali necessità.

A dispetto dell’estensione delle acque del globo, che rappresentano il 71% della superficie terrestre, meno dell’1% degli oceani è formalmente protetto, contro quasi il 14% delle terre emerse protette. Entro il 2012, sostiene il Wwf, “devono essere istituite reti di aree marine protette ecologicamente rappresentative”. I governi, che a ottobre si incontreranno a Nagoya in Giappone per la Conferenza sullaBiodiversità, dovranno raggiungere “un accordo per proteggere ulteriormente le aree marine di particolare importanza ecologica”.

Qualcosa però si sta muovendo. Nel novembre 2009 circa 94.000 metri quadrati di acque antartiche sono state trasformate nell’area marina protetta del ‘South Orkney’ con divieto di pesca, e nel prossimo incontro della Commissione per la Tutela Ambientale nell’Atlantico nord-orientale verranno annunciate cinque nuove aree marine protette in acque internazionali, tra cui i 300.000 metri quadrati della ‘zona di frattura Charlie Gibbs’, situata lungo la dorsale sottomarina atlantica.

Anche in Italia, afferma l’associazione del Panda, sono stati compiuti sforzi per aumentare la protezione delle acque, grazie all’istituzione diquattro nuove aree marine protette in Abruzzo, Toscana, Sicilia e Campania.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende