Home » Rassegna Stampa » L’ombra del Climategate su Copenhagen:

L’ombra del Climategate su Copenhagen

dicembre 9, 2009 Rassegna Stampa

Courtesy of Juampe Lòpez (Flickr)Lo scandalo noto come Climategate risale a fine novembre, quando dal server dell’Unità di Ricerca sul Clima della University of East Anglia, in Inghilterra, vengono rubati 13 anni di file. 1000 e-mail e 3000 documenti, dal 1996 al 2009, che insinuano il dubbio, tra gli scettici, che l’Istituto abbia manipolato i dati scientifici (utilizzati sia dall’Intergovernmental Panel on Climate Change che dal premio Nobel Al Gore) per far apparire il Global Warming un fenomeno più allarmante di quanto non sarebbe in realtà.

Attacchi e smentite sono rimbalzati, nei giorni scorsi, da un giornale all’altro senza tregua. Lo stesso Rajendra Pachauri, presidente dell’IPCC, il 4 dicembre scorso ha dichiarato: “Non vogliamo nascondere nulla sotto il tappeto. Questo è un problema serio e indagheremo a fondo” anche se, ha rassicurato, “i risultati delle ricerche riconosciute dall’IPCC fanno capo a fonti diversificate. Sarebbe dunque impossibile, per un solo gruppo di ricercatori, manipolare le realtà scientifiche riconosciute”. Sulla stessa linea le dichiarazioni del Segretario Generale Nazioni Unite  Ban Ki-Moon, per il quale l’episodio non avrebbe danneggiato in alcun modo il messaggio scientifico di base. 

I primi dubbi circa il potenziale effetto negativo della vicenda sono emersi dal Negoziatore Capo sul clima dell’Arabia Saudita Mohammad al-Sabban che, ai microfoni di BBC news, ha ricordato come l’incidente presenti tutti i requisiti per registrare un enorme impatto negativo su Copenhagen. Secondo il negoziatore saudita addirittura, “dai dettagli dello scandalo emerge che non vi sia alcuna relazione tra le attività umane e il cambiamento climatico”. Una conclusione pesante che fa eco alle note obiezioni del Ministro Indiano Jarain Ramesh sull’origine antropica del riscaldamento globale, riconosciuta dalla stragrande maggioranza della comunità scientifica.

Queste rivelazioni giustificano gli scettici?” si chiede il giornalista del The Guardian George Monbiot. Forse no, ma vale la pena notare come Al Gore abbia misteriosamente annullato, senza troppe spiegazioni, la propria partecipazione alla conferenza stampa organizzata dal Gruppo danese “Berlingske Media”, in programma a Copenhagen il 16 dicembre prossim, per la quale erano già stati venduti 3000 biglietti (di cui alcuni inclusivi di foto insieme all’ex candidato alla Casa Bianca per 1209 $). L’ufficio stampa dell’organizzazione si è difeso dicendo di “non conoscere le precise ragioni della cancellazione”, rassicurando sul fatto che i biglietti saranno comunque rimborsati.

Una premura che non ha allontanato il sospetto di un imbarazzo di Gore circa la vicenda Climategate. Il suo film “An Inconvenient Truth”, che gli è valso due oscar e un Nobel, avrebbe infatti attinto ampiamente alle ricerche della University of East Anglia.

“Una verità scomoda” anche questa dunque. A causa della quale due membri dell’Academy of Motion Pictures Art and Sciences di Hollywood invocano addirittura il ritiro degli Oscar consegnati. Promuovere con un libro e poi con un documentario dati che alcuni accademici hanno ammesso di aver volontariamente alterato non sarebbe a parer loro ammissibile.

“La verità è che oggi c’è ancora chi crede che lo sbarco sulla Luna sia stato inventato al cinema.” ribatte Gore. “La differenza è che chi non crede allo sbarco sulla Luna non ha dietro i soldi degli inquinatori“.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende