Home » Rassegna Stampa » L’ombra del Climategate su Copenhagen:

L’ombra del Climategate su Copenhagen

dicembre 9, 2009 Rassegna Stampa

Courtesy of Juampe Lòpez (Flickr)Lo scandalo noto come Climategate risale a fine novembre, quando dal server dell’Unità di Ricerca sul Clima della University of East Anglia, in Inghilterra, vengono rubati 13 anni di file. 1000 e-mail e 3000 documenti, dal 1996 al 2009, che insinuano il dubbio, tra gli scettici, che l’Istituto abbia manipolato i dati scientifici (utilizzati sia dall’Intergovernmental Panel on Climate Change che dal premio Nobel Al Gore) per far apparire il Global Warming un fenomeno più allarmante di quanto non sarebbe in realtà.

Attacchi e smentite sono rimbalzati, nei giorni scorsi, da un giornale all’altro senza tregua. Lo stesso Rajendra Pachauri, presidente dell’IPCC, il 4 dicembre scorso ha dichiarato: “Non vogliamo nascondere nulla sotto il tappeto. Questo è un problema serio e indagheremo a fondo” anche se, ha rassicurato, “i risultati delle ricerche riconosciute dall’IPCC fanno capo a fonti diversificate. Sarebbe dunque impossibile, per un solo gruppo di ricercatori, manipolare le realtà scientifiche riconosciute”. Sulla stessa linea le dichiarazioni del Segretario Generale Nazioni Unite  Ban Ki-Moon, per il quale l’episodio non avrebbe danneggiato in alcun modo il messaggio scientifico di base. 

I primi dubbi circa il potenziale effetto negativo della vicenda sono emersi dal Negoziatore Capo sul clima dell’Arabia Saudita Mohammad al-Sabban che, ai microfoni di BBC news, ha ricordato come l’incidente presenti tutti i requisiti per registrare un enorme impatto negativo su Copenhagen. Secondo il negoziatore saudita addirittura, “dai dettagli dello scandalo emerge che non vi sia alcuna relazione tra le attività umane e il cambiamento climatico”. Una conclusione pesante che fa eco alle note obiezioni del Ministro Indiano Jarain Ramesh sull’origine antropica del riscaldamento globale, riconosciuta dalla stragrande maggioranza della comunità scientifica.

Queste rivelazioni giustificano gli scettici?” si chiede il giornalista del The Guardian George Monbiot. Forse no, ma vale la pena notare come Al Gore abbia misteriosamente annullato, senza troppe spiegazioni, la propria partecipazione alla conferenza stampa organizzata dal Gruppo danese “Berlingske Media”, in programma a Copenhagen il 16 dicembre prossim, per la quale erano già stati venduti 3000 biglietti (di cui alcuni inclusivi di foto insieme all’ex candidato alla Casa Bianca per 1209 $). L’ufficio stampa dell’organizzazione si è difeso dicendo di “non conoscere le precise ragioni della cancellazione”, rassicurando sul fatto che i biglietti saranno comunque rimborsati.

Una premura che non ha allontanato il sospetto di un imbarazzo di Gore circa la vicenda Climategate. Il suo film “An Inconvenient Truth”, che gli è valso due oscar e un Nobel, avrebbe infatti attinto ampiamente alle ricerche della University of East Anglia.

“Una verità scomoda” anche questa dunque. A causa della quale due membri dell’Academy of Motion Pictures Art and Sciences di Hollywood invocano addirittura il ritiro degli Oscar consegnati. Promuovere con un libro e poi con un documentario dati che alcuni accademici hanno ammesso di aver volontariamente alterato non sarebbe a parer loro ammissibile.

“La verità è che oggi c’è ancora chi crede che lo sbarco sulla Luna sia stato inventato al cinema.” ribatte Gore. “La differenza è che chi non crede allo sbarco sulla Luna non ha dietro i soldi degli inquinatori“.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende