Home » Rassegna Stampa » Per l’energia pulita l’Italia ricorrerà alle Merchant Line:

Per l’energia pulita l’Italia ricorrerà alle Merchant Line

febbraio 15, 2010 Rassegna Stampa

Courtesy of Jason L. ParksPer soddisfare l’obiettivo del consumo del 17% di energie rinnovabili imposto da Bruxelles entro il 2020, l’Italia dovrà ricorrere a progetti comuni con altri stati membri o a trasferimenti statistici. Secondo il documento di previsione inviato dal governo italiano alla Commissione europea, infatti, lo sviluppo di alcune Merchant Line (linee commerciali) con la Svizzera, l’Albania e la Tunisia e un’interconnessione con il Montenegro permetterà allo stivale di ovviare alla carenza di 1,17 Mtep di elettricità verde.

Il progetto di interconnessione tra Italia e Svizzera, che potrà contribuire a ridurre il deficit di elettricità verde italiana per il 2020, é quasi arrivato in porto. Le indicazioni contenute nel documento di previsione indicano che l’istruttoria per le autorizzazioni del progetto è stata già completata con esito favorevole sia in Svizzera e che in Italia, anche se vanno ancora superate alcune perplessità di natura ambientale in Lombardia. Queste difficoltà sembrano comunque superabili grazie alla possibilità di posa del cavo all’interno di un oleodotto esistente. In base al potenziale di fonti rinnovabili non ancora esplorato, il documento valuta che la nuova interconnessione insieme a quelle già esistenti potrà contribuire in modo crescente all’importazione di elettricità verde svizzera, passando dal 2008 al 2018 da 1TWh (0,086 Mtep/anno) a 4TWh l’anno(0,344 Mtep/anno).

Sarà, invece, un cavo in grado di trasportare 1000 MW che permetterà di trasferire elettricità verde dal Montenegro all’Italia. L’iniziativa, che risale al 2007, ha superato lo stadio dello studio di fattibilità e Terna ha già avanzato alle autorità italiane la richiesta di autorizzazione. Il cavo potrebbe poi essere impiegato anche per importare elettricità da fonti rinnovabili prodotte in Serbia. Si ritiene plausibile che l’interconnessione con il Montenegro possa consentire l’importazione di 0,516Mtep/anno, circa 6 TWh/anno, di energie rinnovabili a partire dal 2016.

Anche i progetti che uniscono Italia e Albania sono frutto di precedenti accordi: già nel 2002, infatti, i due paesi discutevano sulle condizioni da rispettare perché l’elettricità verde albanese importata nel nostro paese potesse beneficiare degli incentivi italiani. Il passo decisivo risale però al marzo dello scorso anno con l’intesa per  la realizzazione di un parco eolico in Albania e sulla relativa capacità di trasmissione per accedere al mercato internazionale e in particolare a quello italiano. Le autorità albanesi hanno dato il loro ok anche alla costruzione di una centrale a biomassa, di due altri parchi eolici e ai relativi collegamenti con il mercato internazionale e specialmente italiano. Con alle spalle questo tipo di progetti, il governo del nostro paese stima la possibilità di importare circa 3 TWh/anno di elettricità albanese da fonti rinnovabili (0,258 Mtep/anno) a partire dal 2016.

Ultimo passo: la Tunisia. Un collegamento sottomarino verrà realizzato in collaborazione tra Terna e Steg, la società elettrica tunisina. I due operatori, che hanno costituito la società mista El Med Elude, prevedono, oltre alla realizzazione del collegamento elettrico, anche quella di un polo di produzione in Tunisia da 1200 MW, destinato al mercato tunisino ed italiano. Accanto a questi progetti nasce da parte dello stesso gruppo l’idea di costituire una Merchant line anche per investimenti nel settore eolico. Secondo le stime, a partire dal 2018, potranno essere importabili ogni anno dalla Tunisia  0,6 TWh di elettricità da fonti rinnovabili, equivalenti a 0,052 Mtep.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende