Home » Rassegna Stampa » Under the Tuscan sun. I rifiuti campani emigrano:

Under the Tuscan sun. I rifiuti campani emigrano

dicembre 27, 2010 Rassegna Stampa

Toscana, Courtesy of gicol, Flickr.comMentre l’Europa parla della triste vicenda dei rifiuti di Napoli, che saranno oggetto di una apposita interrogazione durante la prossima seduta plenaria del Parlamento Europeo, dalla Regione Toscana arriva la concreta solidarietà per l’emergenza rifiuti della Campania, mentre altre Regioni hanno fatto orecchi da mercante.

Molto presto, infatti, forse addirittura prima della fine dell’anno, i rifiuti di Napoli e dintorni arriveranno in Toscana per essere smaltiti in due impianti dell’ ATO (Ambito Territoriale Ottimale di smaltimento dei rifiuti) Costa, comprendente i territori delle Province di Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno. In particolare gli impianti coinvolti saranno quello di Scapigliato, nel comune di Rosignano (Provincia di Livorno) e quello di Legoli di Peccioli (Provincia di Pisa), quest’ultimo conosciuto per essere un modello di gestione efficiente e virtuosa di rifiuti ed essere gestito da una società a carattere misto, pubblico e privato, in cui la parte privata è detenuta da cittadini azionisti residenti nel borgo di Peccioli e nei comuni limitrofi.

Per accogliere i rifiuti, tuttavia, la Giunta della Regione Toscana ha stabilito alcune condizioni che, se non rispettate, porteranno alla revoca dell’accordo e, quindi, dello smaltimento dei rifiuti negli impianti toscani: i rifiuti dovranno essere solo quelli di Napoli e dei comuni, dovranno arrivare già selezionati e pretrattati mentre il pagamento dovrà essere fatto entro un mese dall’accoglimento dei rifiuti. Il costo, non comprensivo dei trasporti, che rimarranno a carico dei conferenti i rifiuti, saranno concordati direttamente con i soggetti gestori degli impianti toscani. I rifiuti non dovranno arrivare per più di tre mesi e per un quantitativo non eccedente le 150 tonnellate al giorno, rispettivamente 100 tonnellate a Scapigliato e 50 tonnellate a Peccioli, cioè il 15% di quanto  giornalmente smaltito nei due impianti.  I controlli sui rifiuti saranno svolti dalle Province competenti che si avvarranno dell’ Arpat (Agenzia Regionale Protezione Ambiente Toscana) che avrà il compito di fare campionamenti prima del conferimento dei rifiuti.

Toscana solidale, dunque, con le dovute garanzie e tutele. Ma com’ è la situazione dei rifiuti nella stessa Toscana, quando il 2014 pare sempre più vicino ? Per quella data, infatti, ogni Ambito Territoriale Ottimale in cui, per la corretta gestione dei rifiuti, il territorio toscano è stato diviso, dovrà essere autonomo ed autosufficiente. Ovvero ogni ATO dovrà smaltire in impianti presenti nel proprio territorio i rifiuti che proprio nello stesso territorio sono prodotti. Ad oggi, però, l’autosufficienza non è ancora completata e la Toscana, in barba ad ogni campanilismo,  pure  ancora vivo e vegeto, appare solidale anche con se stessa, ed i rifiuti prodotti nelle province facenti parte di un ATO, verranno accolte negli impianti presenti sul territorio di altre province, facenti parte di un diverso Ambito Territoriale Ottimale. La situazione più difficoltosa, per adesso, è quella dell’ ATO Centro (Province di Firenze, Prato, Pistoia) in cui la capienza degli impianti di smaltimento è al limite e non si sblocca la situazione per costruirne di nuovi, tra pastoie burocratiche, polemiche politiche, comitati e sindromi Nimby varie, dato che si parla di 4 termovalorizzatori, previsti già dal 2007. L’iter più avanzato, al momento, è quello dell’inceneritore di Case Passerini, per il quale si sta per procedere alla gara di affidamento dei lavori di costruzione, ma che non sarà attivo se non tra cinque, sei anni, e che non potrà accogliere non più di 136 mila tonnellate di rifiuti all’anno. Ma per l’autosufficienza servono tutti e 4 gli impianti di termovalorizzazione a pieno regime. Il secondo impianto della lista, dunque, dovrebbe essere quello di Selvapiana, il cui iter autorizzativo riprenderà dopo i ricorsi al Tar. Poi sarà la volta dell’impianto di Testi, come assicurato dal Presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci, nonostante l’opposizione del sindaco di Greve in Chianti. Infine sarà ampliato il già attivo inceneritore di Montale, tra Prato e Pistoia. Ma nel frattempo, e si stenterebbe a crederlo, saranno ancora una volta gli impianti dell’ ATO Costa, in particolare quello pisano di Peccioli, ad accogliere i rifiuti (anche) di Firenze. E’ stato necessario, infatti, prolungare di altri cinque anni, fino al 2014, l’accordo già in essere con l’ ATO Costa e la Provincia di Pisa, (che deve ancora ratificarlo, ma non si prevedono sorprese) per lo smaltimento dei rifiuti nell’ “impianto modello”, per un costo di smaltimento pari a 1 milione e 300 mila euro all’anno. Un costo più elevato, dovuto allo smaltimento al di fuori dell’Ambito Territoriale di produzione, tant’ è che la Regione, ricorrendo ai fondi dell’ecotassa, è intervenuta in modo da non far aumentare i costi per i cittadini dell’ ATO Centro.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende