Home » Recensioni » Alghe: il nuovo eco-thriller firmato Francesca Vesco:

Alghe: il nuovo eco-thriller firmato Francesca Vesco

febbraio 10, 2014 Recensioni

Una visione futuristica ma nemmeno troppo. Il nuovo romanzo di Francesca Vesco si intitola Alghe (Et Al, 2013, 222 p., € 13,00) e racconta le avventure dei protagonisti in uno scenario ipotetico – ma certamente possibile. Anita è una biologa marina impegnata in una ricerca su un biocarburante a base di alghe (Satyrus purpureus). Gabriele è un manager rampante di un fondo di investimento che si occupa di energie rinnovabili. Dal loro fortuito incontro nasce l’intreccio del libro, un thriller che si svolge in un’Italia ormai profondamente segnata da una pesante crisi energetica e ambientale. I due protagonisti, intorno ai quali ruotano una serie di personaggi secondari (come la fidanzata di Gabriele o la famiglia di Anita), trovano il modo di collaborare a un progetto internazionale che sembra poter salvare il pianeta dalla dipendenza dal petrolio, suscitando gli interessi non sempre limpidi della finanza internazionale. Dopo una serie di vicissitudini e colpi di scena, il romanzo si chiude con un finale a sorpresa, che non delude…

Lo stile di “Francesca Vesco” si conferma pulito e scorrevole. Dietro questo pseudonimo si celano, in realtà, due diverse autrici, un medico e una giornalista, due amiche che hanno deciso di scrivere a quattro mani. “Alghe” è il loro secondo romanzo, dopo Cedimenti, pubblicato da Edizioni Ambiente nel 2011, dedicato al tema delle eco-mafie.

Al di là della piacevolezza della lettura, Alghe rappresenta un’opera interessante per almeno due motivi, uno di contenuto, l’altro di forma. Il primo è quello di rafforzare un genere narrativo innovativo: l’eco-thriller, come viene definito in quarta di copertina. Se lo stile e l’intreccio possono assimilarsi per certi versi a un thriller e per certi altri a un romanzo rosa (non c’è bisogno di dire che fra i protagonisti scocca la scintilla) la novità del romanzo sta proprio nell’ambientazione. Un’Italia riconoscibile, ma profondamente diversa da quella che viviamo: in balia di eventi e disastri naturali, piegata dal razionamento del carburante, rallentata da trasporti discontinui. Piccoli dettagli di vita quotidiana che ci immergono in un futuro tristemente verosimile mostrandoci i cambiamenti cui potremmo andare incontro se il nostro stile di vita non cambierà. Del tutto realistico è anche il progetto cui si dedica Anita: vari Paesi, infatti, stanno avviando studi per produrre carburante mediante l’uso di biomassa diversa dalla canna da zucchero. Un tema di attualità che il romanzo ha il merito di mettere in evidenza, portandolo al di fuori della nicchia degli addetti al settore.

L’altro motivo per cui questo libro si dimostra interessante è la casa editrice. Mentre il primo titolo firmato Francesca Vesco è stato pubblicato da Edizioni Ambiente, esplicitamente impegnata nelle tematiche green, il secondo titolo è edito da Et al., piccola editrice che ha nel suo catalogo generi e temi molto diversi. Una scelta dell’editore che va di pari passo con l’intenzione divulgativa delle due autrici: parlare di ambiente anche ai non addetti ai lavori o ai non appassionati. Editore e autrici si trovano d’accordo nel trattare la tematica ambientale alla stregua dei tanti altri temi che riguardano la vita quotidiana, perché così è. Non solo i documentari, non solo il cinema e il teatro, ora anche la narrativa affronta dunque il tema “green”, nell’intento di suscitare una curiosità ambientale in quei lettori che non si sono ancora posti troppe domande.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende