Home » Recensioni » Alghe: il nuovo eco-thriller firmato Francesca Vesco:

Alghe: il nuovo eco-thriller firmato Francesca Vesco

febbraio 10, 2014 Recensioni

Una visione futuristica ma nemmeno troppo. Il nuovo romanzo di Francesca Vesco si intitola Alghe (Et Al, 2013, 222 p., € 13,00) e racconta le avventure dei protagonisti in uno scenario ipotetico – ma certamente possibile. Anita è una biologa marina impegnata in una ricerca su un biocarburante a base di alghe (Satyrus purpureus). Gabriele è un manager rampante di un fondo di investimento che si occupa di energie rinnovabili. Dal loro fortuito incontro nasce l’intreccio del libro, un thriller che si svolge in un’Italia ormai profondamente segnata da una pesante crisi energetica e ambientale. I due protagonisti, intorno ai quali ruotano una serie di personaggi secondari (come la fidanzata di Gabriele o la famiglia di Anita), trovano il modo di collaborare a un progetto internazionale che sembra poter salvare il pianeta dalla dipendenza dal petrolio, suscitando gli interessi non sempre limpidi della finanza internazionale. Dopo una serie di vicissitudini e colpi di scena, il romanzo si chiude con un finale a sorpresa, che non delude…

Lo stile di “Francesca Vesco” si conferma pulito e scorrevole. Dietro questo pseudonimo si celano, in realtà, due diverse autrici, un medico e una giornalista, due amiche che hanno deciso di scrivere a quattro mani. “Alghe” è il loro secondo romanzo, dopo Cedimenti, pubblicato da Edizioni Ambiente nel 2011, dedicato al tema delle eco-mafie.

Al di là della piacevolezza della lettura, Alghe rappresenta un’opera interessante per almeno due motivi, uno di contenuto, l’altro di forma. Il primo è quello di rafforzare un genere narrativo innovativo: l’eco-thriller, come viene definito in quarta di copertina. Se lo stile e l’intreccio possono assimilarsi per certi versi a un thriller e per certi altri a un romanzo rosa (non c’è bisogno di dire che fra i protagonisti scocca la scintilla) la novità del romanzo sta proprio nell’ambientazione. Un’Italia riconoscibile, ma profondamente diversa da quella che viviamo: in balia di eventi e disastri naturali, piegata dal razionamento del carburante, rallentata da trasporti discontinui. Piccoli dettagli di vita quotidiana che ci immergono in un futuro tristemente verosimile mostrandoci i cambiamenti cui potremmo andare incontro se il nostro stile di vita non cambierà. Del tutto realistico è anche il progetto cui si dedica Anita: vari Paesi, infatti, stanno avviando studi per produrre carburante mediante l’uso di biomassa diversa dalla canna da zucchero. Un tema di attualità che il romanzo ha il merito di mettere in evidenza, portandolo al di fuori della nicchia degli addetti al settore.

L’altro motivo per cui questo libro si dimostra interessante è la casa editrice. Mentre il primo titolo firmato Francesca Vesco è stato pubblicato da Edizioni Ambiente, esplicitamente impegnata nelle tematiche green, il secondo titolo è edito da Et al., piccola editrice che ha nel suo catalogo generi e temi molto diversi. Una scelta dell’editore che va di pari passo con l’intenzione divulgativa delle due autrici: parlare di ambiente anche ai non addetti ai lavori o ai non appassionati. Editore e autrici si trovano d’accordo nel trattare la tematica ambientale alla stregua dei tanti altri temi che riguardano la vita quotidiana, perché così è. Non solo i documentari, non solo il cinema e il teatro, ora anche la narrativa affronta dunque il tema “green”, nell’intento di suscitare una curiosità ambientale in quei lettori che non si sono ancora posti troppe domande.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende