Home » Recensioni » Boxtrolls: una favola moderna con inno alle 3R:

Boxtrolls: una favola moderna con inno alle 3R

ottobre 8, 2014 Recensioni

Una favola semplice dalla morale altrettanto semplice. Boxtrolls – Le scatole magiche, il film uscito pochi giorni fa sul grande schermo, liberamente ispirato dal volume di Alan Snow Arrivano I Mostri!, ha una trama lineare e scorrevole, divertente, apparentemente senza troppi picchi di originalità. Ma a uno sguardo più attento, i punti di novità sono diversi.

Ci troviamo a Cheesebridge, una cittadina dove i ricchi non si premurano troppo di nascondere i loro privilegi, sfoggiando tube bianche come simbolo del loro status e mangiando formaggio di qualità, unica vera passione e ragione di vita per loro. L’ordine e la tranquillità della cittadina sembra disturbato dalla presenza dei Boxtrolls, una comunità di piccoli mostri che abitano sotto le fogne della città, ritenuti pericolosissimi e accusati di mangiare bambini e rubare formaggio. Presto si scopre che queste non sono altro che bugie messe in circolazione da Archibald Arraffa, un imbroglione aspirante aristocratico che per guadagnarsi una tuba bianca promette alla città di “salvarla” dai mostri. C’è però chi ostacolerà il piano di Archibald. Si tratta di Uovo, un bambino umano allevato dai Boxtrolls fin dalla tenera età perché rimasto orfano. Sarà lui infatti a dimostrare che Archibald è un impostore e che i piccoli omini in scatola non sono affatto pericolosi.

I temi affrontati sono numerosi, tutti accomunati dall’idea dell’accettazione del diverso. In un sottile gioco di specchi che porta lo spettatore a riflettere su cosa è veramente diverso e cosa è veramente “mostro”. Un’analisi che contempla tanti aspetti della società. A partire dal suo nucleo fondante, la famiglia. Chi può ritenersi vero genitore? Colui che si prende cura, indipendentemente dai vincoli di sangue, o il genitore biologico disattento e anafettivo? Chi cresce un figlio equilibrato e dotato di valori sani? Una famiglia affettuosa e partecipativa (anche quando costituita da individui dello stesso sesso, come nel caso dei Boxtrolls per Uovo) o una famiglia tradizionale dove padre e madre si preoccupano più dell’apparenza senza offrire ascolto al proprio figlio (come nel caso di Winnie, la fortunata figlia del sindaco della città che però sente la mancanza di affetto e attenzioni)?

Accanto al tema della famiglia, quello forte dell’accettazione di chi consideriamo diverso per ignoranza. Solo la cultura e la reale conoscenza dell’altro possono abbattere le barriere del razzismo e della segregazione. E ancora, accettazione di noi stessi come motore per agire nel migliore dei modi. Uovo farà suo questo principio, al contrario di Archibald Arraffa, che detesta la sua condizione sociale e, in un suggerimento nemmeno troppo velato, anche la propria condizione di uomo. Se Archibald imparasse a conoscersi e accettarsi, sarebbe ancora motivato a mentire e fare del male?

Ultimo, ma non per importanza, il tema dell’ambiente. I Boxtrolls sono alacri costruttori che vedono il valore non nel cibo né nel denaro, bensì nei rifiuti meccanici, da cui sono capaci di creare macchine meravigliose, marchingegni divertenti, giocattoli. Sarà proprio questo loro talento a renderli indispensabili nella nuova Cheesebridge, quella che li apprezzerà per come sono. È pertanto forte l’idea del rapporto di affetto con gli oggetti, il rispetto per l’usato, l’amore per il riuso. Infine, cosa pensare di questi formaggi buonissimi e raffinatissimi che però trasformano Archibald in un mostro deforme e accecano i nobili della città talmente tanto da distoglierli dai loro doveri di amministratori? Forse non è forzato interpretarlo come un suggerimento verso il ritorno a un cibo più semplice, meno aristocratico, meno nemico dell’ambiente nella sua accezione più ampia.

Realizzato in stop motion in un’epoca in cui il digitale la fa da padrone, questo film è un piccolo scrigno ricco di grandi tesori, inclusa la chicca del finale, che segue dopo tutti i titoli di coda, assolutamente da non perdere.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende