Home » Provati per voi »Recensioni » Consigli per ecomamme, nona puntata: il gioco:

Consigli per ecomamme, nona puntata: il gioco

maggio 16, 2013 Provati per voi, Recensioni

Non c’è balcone che tenga. Con l’arrivo dei primi giorni di piacevole sole, i bambini vogliono stare all’aperto e non sentono ragioni né orari. I giocattoli perdono tutto il loro appeal e così, se l’ora della pappa è vicina, meglio armarsi di thermos con il pranzo per il bambino e scegliere un parco o un percorso con vicino bar o strutture attrezzate per sedersi, mangiare e cambiare pannolini.

Aria più pulita tra gli alberi, uccelli e insetti da conoscere e rincorrere, altri bambini con cui giocare: i giardini pubblici sono isole di felicità piene di stimoli per chi inizia a muoversi sulle proprie gambe. Ma cosa proporre a nostro figlio se la pioggia rende impraticabile i prati? O se il caldo è eccessivo per stare sotto il sole? Esistono possibilità di gioco divertenti ed educative, che insegnano a interagire col mondo e con il prossimo, a rispettare l’ambiente e a ridurre gli sprechi. Basta saper individuare le “agenzie” cui indirizzarsi.

A Bologna, per esempio, la Fondazione Villa Ghigi organizza escursioni e laboratori con le scuole a diretto contatto con la natura: sui colli, “i bambini, accompagnati anche da una loro insegnante, trascorrono con noi una settimana nel bosco, dormendo in tenda e svolgendo ogni attività all’aperto” spiega Silvia Salvatorelli. Oltre a progetti sulla conoscenza degli alberi, con “la scuola nel bosco” vengono proposti ai bambini giochi di abilità o di squadra, per imparare a riconoscere la piccola fauna locale e a costruire oggetti attraverso l’uso intelligente di ciò che offre il bosco. Da quest’anno, inoltre, la Fondazione organizzerà anche corsi di gioco-apprendimento dedicati ai piccoli degli asili nido.

Bambini di ogni età possono trovare il loro angolo giochi in Salaborsa, mediateca cuore cittadino, aperta a fasi alterne anche di domenica. Nell’apposita sezione Salaborsa ragazzi tutto è pensato a misura loro: dai volumi agli arredi, un colorato e invitante avvio alla lettura. E per il cambio del bambino, bagno dotato di fasciatoio.

Anche il Museo dei Bambini di Roma prevede visite di utenti sin da 0 a 3 anni e per classi dei nidi, offrendo esperienze sensoriali di giochi con le ombre, percorsi tattili e di apprendimento attraverso “mestieri”.

Per i bambini più grandi, invece, sono divertenti le numerossime iniziative del museo “A come Ambiente” di Torino. Il 15 maggio è dedicato per esempio alla qualità dell’aria, tema proposto in modo ludico, con spettacoli e giocoleria di eco-artisti di strada, laboratori di manualità creativa con materiali poveri e imballaggi, un grande gioco da strada ed un laboratorio scientifico dal titolo “esperimenti d’aria”. Ricco anche il programma del museo per la giornata mondiale dell’ambiente, il 5 giugno prossimo.

Sotto la Mole, inoltre, è da segnalare il circuito di biblioteche civiche “babyfriendly”, concepite per offrire “ai piccoli e alle loro famiglie sale e spazi allegri e accoglienti, attrezzati anche per il cambio pannolino – si legga in una nota – corsi gratuiti per la prima infanzia dedicati alle mamme a ai papà, oltreché libri, attività e iniziative aperte a tutti”. Tredici Biblioteche civiche torinesi, disseminate tra Corso Unione Sovietica a sud fino a Corso Cincinnato, aderiscono al Progetto Babyfriendly . Nato tre anni fa e senza scopo di lucro, iniziativa di alcuni genitori, il progetto raccoglie più di 70 locali pubblici ed esercizi commerciali a prova di bambino. L’adesivo babyfriendly.it apposto nelle varie sedi, indica di quali strumenti la struttura disponga (seggioloni, fasciatoi, giocattoli, libri e oggetti per intrattenere i bimbi). In tutte le sedi si può anche allattare al seno.

Infine, se proprio una malattia vi costringe tra le mura domestiche, una consolazione efficace può venire dalla cara, vecchia televisione. In piccole dosi, magari per far distrarre il piccolo durante l’aerosol, e su programmi selezionati, può sorprendere positivamente. Come per Peppa pig, cartone animato di Rai yoyò, ambientato in un mondo animale antropizzato e colorato. Sebbene sia buffo pensare che un maiale si preoccupi di rassettare e pulire, nella famiglia di Peppa succede anche questo. I protagonisti delle vicende sono maiali, asini, pecore e cani che curano orti, vanno ai giardini pubblici, a scuola, al supermercato, viaggiano su strade e autobus, perfino in elicottero. In una puntata, ai maialini, benchè piccoli, mamma e papà mostrano i bidoni della raccolta differenziata, fanno loro provare a dividere i vari rifiuti per poi portarli all’isola ecologica.

In un’altra, invece, Peppa e il fratellino George sono in visita alla stazione dei pompieri. Arriva una richiesta di soccorso: è Papà pig, che con gli amici aveva organizzato un barbecue nel bosco. Il fuoco rischia di scatenare un brutto incendio: la coniglio-pompiere spegnerà tutto in tempo, ma ribandendo che occorre cautela e attenzione.

Global grover, sempre su Rai Yoyò, è un pupazzo blu giramondo che nei suoi viaggi incontra usi e stili di vita diversi. Nella puntata sull’Olanda mostra come la cultura di quel Paese crei baby-ciclisti sin dai primi anni di vita: grazie alle biciclette di legno senza pedali, il bambino impara a restare in equilibrio inforcando il manubrio e correndo sulle proprie gambe. A 4 anni è pronto per pedalare davvero. Ben venga quindi un certo tipo di tv, se è un modo di intrattenere che parla anche di scarsità delle risorse ed educa i bambini al rispetto per l’ambiente.

Cristina Gentile

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende