Home » Recensioni » Ecoluxury, ritratti dal mondo:

Ecoluxury, ritratti dal mondo

ottobre 19, 2010 Recensioni

Courtesy of De AgostiniLa storica casa editrice italiana De Agostini ha dato alle stampe la prima guida completa e dettagliata di Ecoluxury, directory che raccoglie e certifica ogni anno il turismo d’elite che fa da traino a un nuovo modello di turismo sostenibile.

Il temine Ecoluxury è stato infatti scelto per accostare due concetti che vengono generalmente contrapposti: l’ecologia, ovvero la scienza che studia l’interazione tra gli organismi e il loro ambiente sulla Terra, e il lusso, che si richiama al termine latino “luxus”, cioè “un oggetto che è più buono, bello o migliore di altri e che causa ammirazione e consenso”.

L’obiettivo di questa pubblicazione – curata da Enrico Ducrot, viaggiatore appassionato, attualmente professore e lettore all’Università di Pisa nel campo dell’Archeologia e del Turismo – è sfatare il pregiudizio secondo cui il degrado ambientale, l’inquinamento e l’esaurirsi delle risorse naturali siano causati dalla crescita economica. Il mondo del turismo, secondo la filosofia di Ecoluxury, è il miglior esempio di come la proprietà privata possa essere in grado di migliorare la qualità dell’ambiente, attraverso un modello definito ecologia di mercato.

Com’è possibile? “Perché (per un’impresa privata) nel valutare costi e benefici di una rinuncia a costruire, il guadagno sta nella protezione degli aspetti naturalistici dell’area turistica. La salvaguardia ambientale risulta il miglior affare per garantire gli investimenti”, scrive Ducrot. Paradossale, ma non assurdo.

Ecoluxury si propone dunque di promuovere le aziende turistiche che operano nel settore del lusso responsabile, aziende sparse sul territorio mondiale che proteggono la natura e l’identità culturale del luogo in cui operano promuovendo pratiche economiche responsabili sia al proprio interno che verso i propri fornitori.

Le strutture identificate, dopo un’attenta selezione, sono 147 in tutto il mondo. Location favolose, con panorami mozzafiato che spaziano dalla Nuova Zelanda alla Jamaica, passando per la Francia e il Sudafrica. Di ognuna vengono presi in considerazione diversi aspetti: dal cibo alla gestione del territorio, dal risparmio energetico al rispetto della cultura e dei monumenti dei luoghi in cui si insediano, senza dimenticare la flora e la fauna locali e ad ognuna vengono attribuite da una a tre golden tent (tenda d’oro), il criterio di valutazione adottato da Ecoluxury, che stabilisce l’impegno dell’azienda nella riduzione dell’impatto ambientale.

Anche se non propriamente maneggevole, a causa delle dimensioni da volume fotografico, la guida (45 euro) è, dunque, una pubblicazione utile e dettagliata, che dedica a ciascuno dei resort affiliati un mini dossier con fotografie, caratteristiche della struttura e soprattutto informazioni sulle attività ecologiche del resort.

Per semplificare la vita del lettore e aiutarlo a districarsi nella scelta del luogo più adatto al proprio eco-sogno di relax è stata inoltre inserita, alla fine del libro, una “tabelle delle attività” possibili, tutte a tema ambientale.

Provare per credere.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende