Home » Recensioni » “Eventi estremi”: la sottile analogia tra clima e finanza:

“Eventi estremi”: la sottile analogia tra clima e finanza

novembre 3, 2011 Recensioni

Turbolenze sui mercati finanziari annunciate dopo l’ennesimo crollo delle Borse europee e turbolenza atlantica in arrivo sull’Europa del Sud come previsione del servizio Meteo di Sky per lo stesso giorno del novembre 2010. Così si apre lo stimolante saggio di Tonino Perna, dal titolo Eventi estremi. Come salvare il pianeta e noi stessi dalle tempeste climatiche e finanziarie”, pubblicato da Altreconomia Edizioni.

Il linguaggio di economia e clima sembra infatti essere diventato comune, le stesse parole raccontano processi e meccanismi talmente “simili” da portare a pensare che siano collegati da una medesima causa madre: “fluttuazioni giganti provocate da una fortissima accelerazione dei processi”.

Un punto di vista nuovo, un’analisi originale e mai sentita, un paragone che lascia basiti inizialmente, che incuriosisce e che viene spiegato e motivato in modo convincente dall’autore, economista e sociologo, docente di Sociologia Economica presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Messina.

Innanzitutto è il tempo - il momento in cui questi eventi estremi avvengono - che li accomuna. Contemporanei ai nostri tempi, la grandiosità e le dimensioni di questi fenomeni sono indice di due sistemi – quello economico e quello ambientale – che stanno crollando e, anche, che si condizionano a vicenda. Non è un caso, quindi.

La speculazione finanziaria sfrutta i mutamenti climatici come -nell’economia reale – governi e grandi imprese sfruttano i disastri naturali per rafforzare il loro potere. Si può affermare, senza tema di smentite, che la crisi ambientale dà una mano all’espansione del capitalismo finanziario, ma ha un costo sempre più insopportabile per la maggioranza della popolazione”. Nell’estate del 2010, per citare uno degli esempi del testo, l’alluvione che ha colpito il Pakistan ha obbligato 12 milioni di persone a lasciare le campagne per recarsi nelle periferie delle città. I consumi urbani e le attività economiche cittadine hanno un’impronta ecologica maggiore rispetto ai consumi rurali e questo trasferimento di massa non ha fatto altro che aumentare la CO2 emessa nel Paese.

Altre volte è addirittura il mercato stesso la causa di tante carestie. Ne è un esempio palese la Cina, che con il suo sviluppo sconsiderato e irragionevole sta depredando il proprio territorio e mettendo a rischio il benessere di mezzo mondo. Con l’obiettivo di crescere e produrre, la Cina è oggi un paese ecologicamente devastato, ma ne è consapevole e, astutamente, si porta avanti nella previsione dell’impoverimento delle proprie terre. “La strategia del governo cinese è ormai chiara: procurarsi, nel resto del mondo, terreni agricoli e allevamenti zootecnici per sopperire al deficit presente e soprattutto futuro”. Questo comporta condizioni di vita (benessere, istruzione, servizi sociali) già oggi pessime nelle campagne cinesi, un futuro peggioramento delle condizioni di vita nelle campagne controllate dalla Cina in altri paesi del mondo e un controllo economico e sociale da parte di una unica grande potenza, possibile causa di privilegi e conflitti anche sociali.

Il quadro è chiaro e decisamente poco ottimistico. Gli eventi estremi delle economie e del clima stanno creando un sistema sbilanciato e pericoloso, pronto a scoppiare. È necessaria un’economia altra, diversa, più sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale, per salvare “Gaia” e i suoi abitanti.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende