Home » Provati per voi »Recensioni » Girandolo, un seggiolone in legno PEFC che non finisce di stupire:

Girandolo, un seggiolone in legno PEFC che non finisce di stupire

aprile 19, 2012 Provati per voi, Recensioni

L’ho scoperto al Fuori Salone del Mobile di Milano, dove è in esposizione allo spazio KidsRoomZoom2 di via Mellerio 1, e mi ha subito conquistato. Per la sua forma originale e il design attentamente studiato, ma anche per la passione con cui la sua creatrice, Stefania Omodeo, mamma e designer di Casale Monferrato, ne racconta la genesi. Ti accorgi subito di essere di fronte a un prodotto “genuino”, nato per soddisfare un bisogno e non per indurlo.  Girandolo è un seggiolone multifunzione per bambini che, a seconda di come lo si ribalta, può anche diventare una barchetta a dondolo o un tavolino con seggiola incorporata, per disegnare o anche per mangiare.

Il prodotto viene consegnato smontato, in una scatola di cartone che ne riduce l’ingombro dell’80%, limitando il carico e i costi di trasporto. Seguendo le istruzioni all’interno (precise e scaricabili anche sul sito Girandolo.net) lo si monta in una ventina di minuti, anche senza essere dei maghi della manualità. Ma chi ama il “fai da te” può anche risparmiare sul prezzo (196 euro invece di 285), ordinando la versione “Naturale“, in legno grezzo, e poi realizzando in proprio le finiture a cera o colore e il cuscino, secondo le indicazioni fornite dal produttore nella sezione “Come si fa“.

Tutti i seggioloni sono realizzati interamente in legno massello di pioppo da foreste europee certificate PEFC e con collanti privi di formaldeide. Anche le vernici delle versioni colorate sono composte con materie prime naturali atossiche e i tessuti del cuscino sono 100% cotone bio da commercio Fair Trade, filati e tinti in Italia da aziende tessili locali.


Girandolo, studiato per bambini dai 6 ai 36 mesi, è conforme alle direttive europee sulla sicurezza CE EN 14988 e, nonostante la forma inconsueta, è decisamente stabile anche nella sua posizione verticale di seggiolone. Per massima precauzione il produttore consiglia tuttavia di utilizzarlo sempre con la supervisione di un adulto e riservare gli altri utilizzi ai bambini di almeno 3 anni. Io l’ho testato con mio figlio di 2 anni e posso dire che le funzioni “proprie” (barchetta a dondolo e tavolino) sono apprezzatissime e molto sicure, mentre è bene dare un occhio per prevenire i rischi di utilizzo improprio insiti nella creatività e curiosità del bambino, come la scalata dalla seggiola al piano del tavolino, per alzarsi in piedi di slancio, come se si fosse conquistata la vetta della montagna.

Girandolo viene prodotto secondo un processo in parte industriale e in parte artigianale, in serie limitate da 50 pezzi, per non immettere sul mercato quantità superiori alle richieste (secondo uno spirito rigorosamente anticonsumistico). In segheria avviene la prima fase di lavorazione, dall’arrivo dei tronchi al taglio a controllo numerico, per passare poi direttamente allo Studio Omodeo, dove avviene la finitura artigianale, che consente maggiore accuratezza e l’uso di prodotti ecosostenibili, che sarebbero difficilmente adottabili industrialmente.

Il prodotto è in vendita, ad un prezzo sempre uguale e definito dal produttore, sul sito Girandolo.net, in alcuni negozi specializzati del Piemonte e, da oggi (visto il nostro entusiasmo), anche via e-commerce, con spedizione in tutta l’Unione Europea, su Greencommerce. Il prezzo per la versione grezza, da rifinire per conto proprio, è 196 euro, 240 euro per la versione in colore naturale trattata a cera, 269 euro per le versioni colorate e 45 euro in più per il cuscino, necessario per i bambini più piccoli e vivamente consigliato anche per quelli più grandi, per non sacrificarli a una seduta altrimenti troppo spartana.

Andrea Gandiglio, provato il 18.04.2012

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende