Home » Recensioni » Il design del prodotto nell’era della sostenibilità:

Il design del prodotto nell’era della sostenibilità

maggio 31, 2010 Recensioni

product desing, Courtesy of designerblogUn titolo importante che connota immediatamente il periodo storico in cui stiamo vivendo. Nonostante gli errori dei decenni precedenti sembra infatti che la tanto agognata rivoluzione verde abbia finalmente avuto inizio: l’era della sostenibilità, della maggiore attenzione a tutto ciò che riduce gli sprechi, che trasforma gli oggetti ormai inutili in qualcosa di nuovo e funzionale, che crea nuovi posti di lavoro e nuove figure specialistiche per lo studio e la realizzazione di tecnologie rispettose dell’ambiente.

Tra questi professionisti ci sono i designer, che realizzano oggetti belli e armoniosi per le nostre case, ma che nella “green era” pensano al prodotto considerando anche il suo intero ciclo vitale, e ne affrontano l’impatto ambientale a livello di produzione, di uso, di riciclo e riutilizzo dei materiali.

In ”Product Design in the Sustainable Era“, edito dalla casa editrice tedesca Taschen (in libreria da fine maggio), Dalcacio Reis, uno tra i più noti designer brasiliani, ha raccolto e illustrato ben 180 progetti di product design dall’anima ecologica, vincitori di premi internazionali e provenienti da più di 20 paesi. Importanti studi di design e aziende di tutto il mondo, tra cui Electrolux, General Electric, Frog Design, IBM, IDEO e New Deal Design, si sono dedicate, con approcci diversi, a progetti che condividono un impatto minimo sull’ambiente e che contribuiscono ad evitare lo spreco di materiali.

Un cambiamento nel modo di concepire e realizzare l’oggetto di design che deve anche saper accontentare i consumatori, dalle fashion victims, amanti e ricercatrici dell’ultima moda a tutti i costi, agli ambientalisti, dalle neomamme ai tipi da spiaggia. Nessuna “tipologia umana” è stata tralasciata in questa accurata selezione di oggetti del nostro quotidiano futuro: elettrodomestici ad alta efficienza energetica, cioccolato, bikini e chitarre rispettose dell’ambiente, carta derivata da sterco di elefante e di pecora, bare e urne per funerali sostenibili, purificatori d’aria e d’acqua, orologi che funzionano reagendo al terreno, bottiglie d’acqua, pannolini e oggetti alimentati a energia solare o eolica.

Come scrive Dalcacio Reis, “viviamo in un’epoca di transizione, un’epoca in cui le persone diventano sempre più preoccupate e acquisiscono, maggiore coscienza in merito alle ripercussioni sull’ambiente di comportamenti naturali come aprire il rubinetto accendere la luce o persino fare un salto veloce al supermercato. Mai come oggi le scelte che facciamo possono influire direttamente o indirettamente su un’enorme catena di eventi che, a loro volta, possono avere un impatto positivo o negativo sul nostro pianeta e sulle nostre vite”.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende