Home » Recensioni » “L’orma del dinosauro”: cementificazione ed ecomostri nel documentario di Davide Mazzocco:

“L’orma del dinosauro”: cementificazione ed ecomostri nel documentario di Davide Mazzocco

ottobre 29, 2014 Recensioni

Al fondo di una vasta distesa d’asfalto, che era forse destinata a parcheggio, timide sterpaglie circondano una cabina in cemento; sul muro c’è una scritta, residuo di qualche manifestazione di protesta: “Qui una volta si è dato, per poi abbandonare tutto…”. VENDESI, dice il cartello affisso sul cancello sbarrato: dietro incombe un enorme capannone industriale, vuoto.

Fabbriche dismesse, magazzini costruiti e mai utilizzati, impianti sportivi abbandonati, stadi in rovina, scheletri di edifici congelati da anni. Non sono purtroppo il frutto di una sciagurata stagione di speculazione edilizia: sono la norma. E non occorre fare lunghi viaggi per scovare simili ecomostri e residui industriali, basta uscire dalla porta di casa per una passeggiata.

È quello che ha fatto il giornalista Davide Mazzocco, autore del documentario “L’orma del dinosauro” – che Greenews.info ha potuto vedere in anteprima. Girato quasi interamente a Torino e in alcune altre location piemontesi, racconta i disastri sotto le Alpi, ma quel che si vede è niente più che l’emblema di ciò che, da troppi anni, avviene in tutto il paese.

Acciaio, vetro, cemento; e poi chilometri e chilometri di strade, piste, parcheggi: asfalto che si mangia la terra, rendendola irrimediabilmente sterile, morta. Mazzocco non gira un reportage, piuttosto compone un collage di immagini, nature morte post-moderne che si accumulano silenziose e desolate, abbozzando uno scenario quasi apocalittico. Alle immagini fanno da contrappunto le voci di chi, soprattutto negli ultimi anni, si è battuto attivamente per contrastare l’avanzata dell’orma di cemento: come Maurizio Pallante, fondatore del Movimento per la Decrescita Felice, o Domenico Finiguerra, ex sindaco di Cassinetta di Lugagnano, primo comune italiano a bloccare il consumo di suolo libero e iniziatore del movimento che ha portato al forum nazionale “Salviamo il paesaggio”.

«In Italia la cementificazione sottrae 8 mq di suolo libero e coltivabile al secondo, per un totale di 252 kmq all’anno», spiega Finiguerra. Cementificazione e impermeabilizzazione costituiscono un processo irreversibile, che non solo impoverisce il suolo, ma ne altera per sempre l’equilibrio, diventando una delle cause principali del dissesto idrogeologico. Processo tra l’altro senza nessuna ragion d’essere: «Nel nostro paese – continua l’ex sindaco – ci sono milioni di case vuote e decine di migliaia di capannoni industriali sfitti. Non c’è alcuna necessità di costruire nuovi volumi, dobbiamo piuttosto concentrarci sul recupero dell’esistente. E da questo punto di vista la politica potrebbe fare molto, approvando finalmente una legge che ponga un freno al consumo di suolo». Legge che i nostri governi si rimpallano ormai da anni e che, del resto, è richiesta dai piani europei per il 2050. «Ma a noi converrebbe pensarci prima – avverte Finiguerra – altrimenti rischiamo di arrivare al traguardo del 2050 senza più suolo da proteggere…».

È una questione di regole, certo, ma anche di mentalità e modelli di comportamento. Quelli ad esempio promossi dal Movimento per la Decrescita o incarnati, magari inconsapevolmente, dal pastore che Mazzocco incontra sulle Alpi piemontesi, mentre segue la pista dell’ennesimo ecomostro – l’impianto sciistico Alpe Bianca – rimasto ad arrugginire tra le nostre valli. «Non siamo solamente transiti di cibo, ma abbiamo una dimensione più ampia», commenta Pallante all’inizio del documentario, citando Leonardo Da Vinci. «Ecco – spiega Davide Mazzocco – la ricerca di una dimensione più ampia passa proprio da un concetto di smaterializzazione del benessere: la vera ricchezza non è, come qualcuno si ostina a volerci far credere, nel “mattone”, ma nelle relazioni, nei ricordi e nelle esperienze».

Giorgia Marino

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende