Home » Recensioni » “La forestale dei veleni”: videoinchiesta sui misteri irrisolti del traffico di rifiuti tossici:

“La forestale dei veleni”: videoinchiesta sui misteri irrisolti del traffico di rifiuti tossici

dicembre 3, 2013 Recensioni

La videoinchiesta La forestale dei veleni è un documentario che vuole riportare l’attenzione sui misteri legati ai casi di traffico di rifiuti tossici verificatisi fra gli anni Ottanta e Novanta noti come “navi a perdere”: vecchie imbarcazioni adibite apparentemente al trasporto di materiali leciti che invece nascondevano rifiuti tossici, veleni industriali, materiali radioattivi smaltiti segretamente oppure esportati illegalmente. Navi ufficialmente demolite in porti esteri ma in realtà scomparse nel nulla.

Il film ha vinto l’edizione 2013 del Premio Morrione, nuova sezione del Premio Ilaria Alpi che finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale da parte di giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione. È stato anche trasmesso il 28 ottobre 2013 su RaiNews24 ed è stato inserito nel programma del progetto culturale Politicamente Scorretto 2013.

Il documentario segue in particolare le vicende intorno alla misteriosa morte del Capitano di Corvetta Natale De Grazia, in servizio a Reggio Calabria per il nucleo di investigatori del Corpo Forestale di Brescia e morto nel 1995 durante le indagini che stava svolgendo sulla Rigel, affondata nel 1987 a largo di Capo Spartivento, in provincia di Reggio Calabria.

Silvia Sciorilli Borrelli, Davide Gangale e Andrea Tornago, autori del documentario, hanno intervistato il capo di quel pool investigativo, il colonnello Rino Martini, che per la prima volta ha acconsentito di raccontare come sono andate le cose in quegli anni in cui lavorava al monitoraggio dei traffici di rifiuti tossici industriali e di materiale nucleare. Insieme a lui, anche le voci dei suoi più stretti collaboratori, gli ispettori Gianni De Podestà e Claudio Tassi e l’agente William Stival. Dalla loro testimonianza emerge un quadro articolato di corruzione e interessi economici a livello internazionale su cui si suppone fosse necessario mantenere il silenzio a ogni costo.

Da qui le numerose difficoltà incontrate dal pool nelle indagini per capire la vera storia della Rigel e, molto probabilmente, anche la vera causa della morte di De Grazia. Che oggi, a diciotto anni di distanza, la Commissione Parlamentare sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti presieduta dall’onorevole Gaetano Pecorella non attribuisce a cause naturali, come per anni perizie e autopsie hanno sostenuto, bensì a cause tossiche.

L’inchiesta dei tre giovani giornalisti riporta oggi all’attenzione di una nuova generazione una serie di quesiti che rimangono insoluti: a partire dalla morte di De Grazia, per interrogarsi poi sulle motivazioni che portarono allo smantellamento del pool subito dopo, fino all’indifferenza attuale di fronte all’affermazione della Commissione, che non ha portato alla riapertura del caso!

“La Forestale dei veleni” mette il dito indirettamente anche su altri misteri rimasti senza risposta legati al traffico di rifiuti tossici, come i casi di Vincenzo Li Causi, Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, tutti morti tra il 1993 e il 1995 in circostanze misteriose, mai chiarite fino in fondo. Le domande che sorgono spontanee sono dunque: come mai, ancora oggi, nessuno intende fare chiarezza sul tema dei rifiuti tossici? Quanto il sistema è ancora coinvolto? Quanto questa pratica illegale è ancora attiva?

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende