Home » Recensioni » Le metodologie della sostenibilità. Un saggio per spiegare l’ecologia dei “sistemi socio-tecnici”:

Le metodologie della sostenibilità. Un saggio per spiegare l’ecologia dei “sistemi socio-tecnici”

febbraio 23, 2015 Recensioni

Quali sono i rapporti che intercorrono tra economia, ambiente e sviluppo tecnologico? E soprattutto, quali sono le metodologie più complete per riuscire a misurarne la complessità dell’impatto? Fiorenzo Martini cerca di fare chiarezza su questi temi con il saggio “Ecologia dei sistemi socio-tecnici” (L’Harmattan Italia Editore, 100 pagg., 14 euro), presentato a Torino ad ottobre, in occasione di un incontro curato dalla Cattedra Unesco in Sostenibilità Ambientale e Gestione del Territorio dell’Università di Torino. L’autore, docente di Economia Ambientale nell’ateneo torinese, è anche consulente IRES (Istituto di ricerche economico sociali del Piemonte) per il progetto “Sostenibilità ambientale di settore economico”. Lo scopo del libro è quello di discutere le principali metodologie che consentono di rappresentare la pressione sugli ecosistemi di organizzazioni, prodotti, processi, servizi, aree urbane. Come ben spiegato nell’esaustiva introduzione, sono “prospettiva istituzionale, approccio empirico e utilizzabilità pratica” le caratteristiche di base di questo lavoro. A carattere didattico, il libro si rivolge a studenti universitari, addetti di enti pubblici e privati, ricercatori in economia, sociologia o scienze naturali, comunicatori e giornalisti.

Ma, scendendo nella pratica, di che cosa si parla? Per spiegarlo bisogna partire dai concetti di “ecologia” e di “sistema socio-tecnico”. Il termine ecologia, letteralmente “branca delle scienze naturali che studia gli ecosistemi e quindi le interazioni degli organismi tra loro e con l’ambiente circostante”, viene inteso in questo caso come flusso di materia ed energia che sostiene le società umane e le loro attività. La nozione di sistema socio-tecnico, invece, si basa sul concetto che imprese, città, regioni, economie nazionali sono combinazioni di mezzi e di persone che puntano ad ottenere determinati risultati, ma riguarda anche una questione più profonda relativa alla “tecnica” e al riconoscimento della sua supremazia nella società attuale. Tra questi due concetti bisogna tenere conto anche dell’“economia”. Per quanto non sia al primo posto nelle vicende umane, è importante definire l’economia nelle sue relazioni con altri fattori più concreti, e in particolare il concetto di attività economico-sociali in rapporto all’utilizzo sostenibile delle risorse naturali. È ormai chiaro che l’attività economica è nello stesso tempo un processo volto alla creazione di ricchezza e un modo di uso della natura: forse è giunta l’ora di distinguere nettamente i due ambiti, anche sotto il profilo dei rispettivi apparati analitici.

Questi sono, per sommi capi, i concetti chiave che si possono ritrovare nel saggio, che si sviluppa in cinque capitoli ognuno dei quali seguito o intervallato da uno o più casi studio, esercitazioni ed esempi che illustrano le potenzialità delle metodologie proposte. Nei primi tre capitoli, Martini affronta temi largamente dibattuti, quali i modelli per la valutazione ecologica dei consumi, gli indicatori di footprint (ecological, carbon e water), le pratiche di corporate social responsibility (CSR) suggerendo per quest’ultimo fine anche l’utilizzo di un indicatore sinora trascurato come l’HANPP (Human Appropriation of Net Primary Production), in grado di dirci quanto le attività umane prelevano del prodotto della fotosintesi. È, però, il quarto capitolo quello più lungo e articolato, in cui ci si concentra sugli strumenti di comunicazione delle performances ambientali di sostenibilità: particolare attenzione meritano la reportistica societaria e la comunicazione aziendale, i cui cambiamenti riflettono le importanti trasformazioni in atto nella realtà produttiva. Infine, nel quinto ed ultimo capitolo, si discute di un filone ri-emergente negli studi socio-ecologici come quello del metabolismo urbano.

Fra contabilità ambientale e social ecology, un campo inedito del sapere sta emergendo, volto a coniugare approccio empirico, utilizzabilità pratica e rigore metodologico. Questo saggio ne racconta la “scoperta” e cerca di fornirgli coerenza logica e prospettive di applicazione in ambiti che spaziano dall’analisi dei consumi, all’ecologia urbana, sino all’economia industriale.

Elisabetta Redavid

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

dicembre 1, 2017

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

Il 13 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 123/2017, che recepisce la direttiva UE 2015/720 e contiene la nuova normativa sulle borse di plastica, con importanti novità anche per i sacchetti ultraleggeri utilizzati per gli alimenti sfusi (es. frutta e verdura) che non rispettino i criteri di compostabilità e biodegradabilità. In particolare il testo dispone [...]

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

novembre 30, 2017

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

Una campagna all’insegna del beneficio multiplo: più efficienza energetica, risparmio, valore, comfort, attenzione per l’ambiente e salute, sono questi i sei principi cardine che hanno ispirato la creazione della nuova campagna di Rete IRENE (Imprese per la Riqualificazione Energetica negli Edifici) aderente alla Campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in Classe A”. Lanciata ufficialmente nei giorni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende