Home » Recensioni » L’intelligenza ecologica di Goleman:

L’intelligenza ecologica di Goleman

novembre 17, 2009 Recensioni

Courtesy of Libreria UniversitariaIntelligenza emotiva, sociale ed ecologica. Sono queste, secondo Daniel Goleman (autore di Intelligenza Ecologica, Rizzoli, 2009, 19,00 euro) le tre varietà di intelligenza che possono consentirci di migliorare la nostra vita su questo pianeta. Strettamente legate e interconnesse, le tre intelligenze costituiscono le tappe fondamentali di un percorso che può e deve condurci dall’ignoranza alla consapevolezza della sostenibilità.

Se l’intelligenza emotiva è la capacità di provare emozioni, riconoscerle e viverle in modo consapevole, l’intelligenza sociale è costituita da quell’insieme di caratteristiche che ci permettono di relazionarci positivamente con gli altri e di interagire in modo costruttivo con essi. Empatia, cooperazione e altruismo sono i sentimenti che ci muovono verso gli altri e che ci permettono di evitare quell’autismo sociale, figlio dell’individualismo dei nostri tempi, che non ci permette di sviluppare l’intelligenza ecologica come nuova specie.

Il nostro prossimo gradino evolutivo, spiega Goleman, sarà la cura dell’ambiente che ci circonda, intesa non come movimento o ideologia, ma come sviluppo di quella capacità cognitiva e relazionale che ci condurrà a essere consumatori consapevoli i un mercato ecostenibile.

E’una questione di vita o di morte. O, se vogliamo, di adattamento darwiniano della specie. Secondo l’ex professore di psicologia di Harvard infatti ”solo l’evoluzione del cervello verso l’intelligenza ecologica può salvare la specie umana”. Mentre come singoli non siamo in grado di rispondere a domande quali: “è più dannoso per l’ambiente usare un bicchiere di carta o uno di plastica? Stappare una bottiglia di vino arrivata dalla Francia via terra o dalla Spagna via mare?”, come specie possiamo esserlo.

In quello che definisce un “personale viaggio nella trasparenza ecologica”, Goleman parte dal mettere in discussione ciò che, nella maggior parte dei casi (quando si parla di attenzione all’ambiente e impatto su di esso) viene dato per scontato. Non basta comprare bio, eco e affidarsi alle certificazioni. Spesso l’acquisto cosiddetto “verde” è un miraggio: i pomodori “prodotti localmente” a Montreal, in Canada, vengono selezionati in Francia, crescono in Cina e germogliano in Ontario prima di arrivare nelle serre del Quebec. Su ogni oggetto che compriamo è nascosto un “cartellino del prezzo” aggiuntivo: sono i costi che paga il pianeta, e quindi la nostra salute. Ma ci è impossibile valutarli correttamente, perché non ce ne accorgiamo: il nostro cervello non è attrezzato per farlo. Occorre un radicale cambiamento cognitivo, una comprensione collettiva delle conseguenze ecologiche nascoste e il fermo proposito di affrontarle meglio.

Attraverso l’intelligenza ecologica possiamo valutare le conseguenze delle nostre abitudini di spesa sul mondo nel suo complesso: l’impatto sull’ambiente, in termini di inquinamento e consumo di risorse, durante tutto il ciclo di vita di un prodotto, le condizioni sociali e lavorative di chi produce ciò che acquistiamo, le conseguenze sulla nostra salute e su quella delle generazioni che verranno. Tutti noi, in quanto consumatori, abbiamo il potere di influenzare il mercato e rendere le catene produttive virtuose, costringendo le aziende ad adeguarsi a standard sostenibili, chiedendo maggiore trasparenza e non lasciandosi irretire dalle studiatissime strategie del marketing.

Elena Marcon

In collaborazione con la Bottega dei Libri, Torino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende