Home » Provati per voi »Recensioni » Non son degno di thè. Tre degustazioni bio e un classico nella calura estiva:

Non son degno di thè. Tre degustazioni bio e un classico nella calura estiva

giugno 24, 2017 Provati per voi, Recensioni

Sfiancato dalla temperatura di uno dei sabati più caldi degli ultimi due secoli (meditate gente, meditate…) mi lancio nella degustazione comparata di quattro bevande a base di tè, selezionate sullo stesso scaffale di un unico punto vendita a marchio Conad: il “The Bio” al limone della San Bernardo, l’”Estathè Summer Edition” alla menta della Ferrero, il “Beltè Bio“ e il “The Frizzante” biologico al limone, entrambi della San Pellegrino.

L’Estathè è l’unico prodotto non biologico, ma lo scelgo per tre ragioni: in Italia è un classico che fa ormai da benchmark della categoria, da sempre è realizzato per infusione ed è privo di coloranti e conservanti. La formulazione appare integralmente a base di ingredienti “naturali” (infuso di the verde – ovvero acqua e the verde, infuso di menta – acqua e menta, zucchero, zucchero di mela, aromi naturali, destrosio, acido ascorbico come esaltatore di sapidità). Considerate le dimensioni industriali della produzione Ferrero immagino che il destrosio – uno zucchero – e l’acido ascorbico (spesso impropriamente identificato con la Vitamina C) siano riprodotti per sintesi, ma il valore di realizzare il prodotto attraverso l’infusione (non solo del the, ma anche della menta!) a mio avviso, fa guadagnare molti punti in classifica a questo “classico” rivisitato nella formula “summer edition”.

L’unico altro prodotto per infusione tra quelli da me liberamente selezionati (sul mercato esiste anche il “SanThè” di Sant’Anna) è il BeltèBio della San Pellegrino (Gruppo Nestlè), che si presenta come un prodotto per puristi della salute: semplice infuso in acqua minerale, naturalmente senza zuccheri, ovvero, come recita il claim: “Puro gusto di thè – non dolcificato“. Leggendo l’etichetta più in dettaglio: acqua minerale naturale (98%!), infuso di thè verde (1,2%, da agricoltura biologica), aroma naturale di the verde (non bio?), aroma naturale, acido citrico come acidificante. Come anche l’Estathè il Beltè Bio ammicca alla nicchia crescente dei celiaci (e degli intolleranti o dei presunti tali) dichiarandosi “senza glutine“.

Il The Bio della San Bernardo, pur biologico, è invece realizzato con estratto di thè nero (quello chiamato volgarmente “polverina”), zucchero d’uva e succo di limone (anche questi da agricoltura biologica), generici aromi naturali (che mai nessuno dichiara nel dettaglio) e, ovviamente, acqua minerale naturale – che è il core business di tutti, tranne che della Ferrero. Tanto che l’etichetta è dedicata in gran parte a sottolineare – sempre in ottica salutistica – la leggerezza dell’acqua utilizzata, povera di potassio, sodio e magnesio, unita “ai germogli e alle prime foglie della pianta del thè, coltivata nei campi dell’Asia“.

Il The Frizzante della San Pellegrino rientra, infine, in un segmento diverso (quello delle bevande gassate), ma il fatto che si trovi sullo stesso scaffale con gli altri tè recensiti indica chiaramente un posizionamento di marketing e ne autorizza, in fondo, la comparazione. Diversamente dalle bottiglie di plastica (varie plastiche in realtà) delle confezioni precedenti, qui il prodotto è confezionato in una lattina di alluminio - con tanto di foglio copri-lattina con linguetta removibile (sempre in alluminio), per ragioni igieniche. Anche qui si tratta di un estratto di tè (biologico) in acqua, con zucchero grezzo di canna, succo di limone da concentrato (2,5%), succo di arancia da concentrato (2%), aroma naturale di limone, aromi naturali e, ovviamente, anidride carbonica, per gassare la bevanda.

Per quanto riguarda i prezzi all’acquisto l’Estathè risulta solo apparentemente il più caro, con 1,79 euro per 1,5 litri di prodotto, poi il The Bio San Bernardo con 1,59, il The Frizzante con 0,99 (il solito prezzo di marketing del 9 finale…) per 25 cl. e il Beltè Bio (50 cl.) con 0,85 euro. Ma se trasformiamo le cifre in prezzi euro/litro si scopre che il più economico è il San Bernardo con 1,06 euro al litro, mentre il prodotto della Ferrero conquista il secondo posto con 1,19 euro/litro e i prodotti San Pellegrino si piazzano ultimi di questa piccola (e non esaustiva) selezione, rispettivamente con 1,70 euro/litro (Beltè) e ben 3,96 euro/litro del The Frizzante – che infatti viene proposto in formati più piccoli.

Venendo al gusto la mia classifica è strettamente personale: l’Estathè batte ancora una volta tutti perché, banalmente, sa di tè e profuma veramente di menta. Il Beltè colpisce sicuramente per la sobria semplicità, ma rischia di risultare un po’troppo “spartano” e poco emozionante, mentre il The Bio di San Bernardo e il The Frizzante di San Pellegrino mi risvegliano quel commento che ogni tanto mi parte spontaneo: saranno anche bio ma non sono particolarmente buoni, perché ricordano troppo, a mio parere, quei gusti “artificiali” dei vecchi thè freddi sostenuti dall’acidità del limone.

In definitiva il pensiero finale che mi assale, da ecologista e appassionato di tè, è: vale veramente la pena spostare camion pieni di plastica e di acqua per bere una bevanda che può essere facilmente realizzata a casa, da chiunque, con un po’di pazienza?

Andrea Gandiglio

Acquistati e provati in data 24 giugno 2017

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende