Home » Provati per voi »Recensioni » Non son degno di thè. Tre degustazioni bio e un classico nella calura estiva:

Non son degno di thè. Tre degustazioni bio e un classico nella calura estiva

giugno 24, 2017 Provati per voi, Recensioni

Sfiancato dalla temperatura di uno dei sabati più caldi degli ultimi due secoli (meditate gente, meditate…) mi lancio nella degustazione comparata di quattro bevande a base di tè, selezionate sullo stesso scaffale di un unico punto vendita a marchio Conad: il “The Bio” al limone della San Bernardo, l’”Estathè Summer Edition” alla menta della Ferrero, il “Beltè Bio“ e il “The Frizzante” biologico al limone, entrambi della San Pellegrino.

L’Estathè è l’unico prodotto non biologico, ma lo scelgo per tre ragioni: in Italia è un classico che fa ormai da benchmark della categoria, da sempre è realizzato per infusione ed è privo di coloranti e conservanti. La formulazione appare integralmente a base di ingredienti “naturali” (infuso di the verde – ovvero acqua e the verde, infuso di menta – acqua e menta, zucchero, zucchero di mela, aromi naturali, destrosio, acido ascorbico come esaltatore di sapidità). Considerate le dimensioni industriali della produzione Ferrero immagino che il destrosio – uno zucchero – e l’acido ascorbico (spesso impropriamente identificato con la Vitamina C) siano riprodotti per sintesi, ma il valore di realizzare il prodotto attraverso l’infusione (non solo del the, ma anche della menta!) a mio avviso, fa guadagnare molti punti in classifica a questo “classico” rivisitato nella formula “summer edition”.

L’unico altro prodotto per infusione tra quelli da me liberamente selezionati (sul mercato esiste anche il “SanThè” di Sant’Anna) è il BeltèBio della San Pellegrino (Gruppo Nestlè), che si presenta come un prodotto per puristi della salute: semplice infuso in acqua minerale, naturalmente senza zuccheri, ovvero, come recita il claim: “Puro gusto di thè – non dolcificato“. Leggendo l’etichetta più in dettaglio: acqua minerale naturale (98%!), infuso di thè verde (1,2%, da agricoltura biologica), aroma naturale di the verde (non bio?), aroma naturale, acido citrico come acidificante. Come anche l’Estathè il Beltè Bio ammicca alla nicchia crescente dei celiaci (e degli intolleranti o dei presunti tali) dichiarandosi “senza glutine“.

Il The Bio della San Bernardo, pur biologico, è invece realizzato con estratto di thè nero (quello chiamato volgarmente “polverina”), zucchero d’uva e succo di limone (anche questi da agricoltura biologica), generici aromi naturali (che mai nessuno dichiara nel dettaglio) e, ovviamente, acqua minerale naturale – che è il core business di tutti, tranne che della Ferrero. Tanto che l’etichetta è dedicata in gran parte a sottolineare – sempre in ottica salutistica – la leggerezza dell’acqua utilizzata, povera di potassio, sodio e magnesio, unita “ai germogli e alle prime foglie della pianta del thè, coltivata nei campi dell’Asia“.

Il The Frizzante della San Pellegrino rientra, infine, in un segmento diverso (quello delle bevande gassate), ma il fatto che si trovi sullo stesso scaffale con gli altri tè recensiti indica chiaramente un posizionamento di marketing e ne autorizza, in fondo, la comparazione. Diversamente dalle bottiglie di plastica (varie plastiche in realtà) delle confezioni precedenti, qui il prodotto è confezionato in una lattina di alluminio - con tanto di foglio copri-lattina con linguetta removibile (sempre in alluminio), per ragioni igieniche. Anche qui si tratta di un estratto di tè (biologico) in acqua, con zucchero grezzo di canna, succo di limone da concentrato (2,5%), succo di arancia da concentrato (2%), aroma naturale di limone, aromi naturali e, ovviamente, anidride carbonica, per gassare la bevanda.

Per quanto riguarda i prezzi all’acquisto l’Estathè risulta solo apparentemente il più caro, con 1,79 euro per 1,5 litri di prodotto, poi il The Bio San Bernardo con 1,59, il The Frizzante con 0,99 (il solito prezzo di marketing del 9 finale…) per 25 cl. e il Beltè Bio (50 cl.) con 0,85 euro. Ma se trasformiamo le cifre in prezzi euro/litro si scopre che il più economico è il San Bernardo con 1,06 euro al litro, mentre il prodotto della Ferrero conquista il secondo posto con 1,19 euro/litro e i prodotti San Pellegrino si piazzano ultimi di questa piccola (e non esaustiva) selezione, rispettivamente con 1,70 euro/litro (Beltè) e ben 3,96 euro/litro del The Frizzante – che infatti viene proposto in formati più piccoli.

Venendo al gusto la mia classifica è strettamente personale: l’Estathè batte ancora una volta tutti perché, banalmente, sa di tè e profuma veramente di menta. Il Beltè colpisce sicuramente per la sobria semplicità, ma rischia di risultare un po’troppo “spartano” e poco emozionante, mentre il The Bio di San Bernardo e il The Frizzante di San Pellegrino mi risvegliano quel commento che ogni tanto mi parte spontaneo: saranno anche bio ma non sono particolarmente buoni, perché ricordano troppo, a mio parere, quei gusti “artificiali” dei vecchi thè freddi sostenuti dall’acidità del limone.

In definitiva il pensiero finale che mi assale, da ecologista e appassionato di tè, è: vale veramente la pena spostare camion pieni di plastica e di acqua per bere una bevanda che può essere facilmente realizzata a casa, da chiunque, con un po’di pazienza?

Andrea Gandiglio

Acquistati e provati in data 24 giugno 2017

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende