Home » Recensioni » Oro blu: due documentari raccontano la preziosità dell’acqua:

Oro blu: due documentari raccontano la preziosità dell’acqua

aprile 2, 2010 Recensioni

Courtesy of CinemabienteOne water è un documentario frutto di un progetto iniziato nel 2003 (e conclusosi nel 2008) alla University of Miami, che ha visto la collaborazione tra la School of Communication dell’università, il College of Engineering e la Frost School of Music, per sensibilizzare il pubblico di tutto il mondo sul problema della “crisi dell’acqua dolce”.

Il filmato, girato in quindici nazioni per un totale di cinque anni di lavorazione, porta sullo schermo la magia del rapporto tra l’uomo e l’acqua, fonte di vita e di purificazione spirituale nelle più diverse religioni, a volte motivo di contagio e di morte, troppo spesso nelle mani di pochi. Dall’India all’Ungheria, dagli Stati Uniti al Kenya, i registi raccontano tante storie diverse con l’acqua come protagonista, sollevando un inquietante interrogativo: cosa stiamo facendo perché questo bene arrivi integro alle generazioni future?

Sul sito dedicato a questo film di immagini – il cui titolo, One water (“un’unica acqua”), è fortemente evocativo - leggiamo: “l’acqua è essenziale alla nostra esistenza. Il nostro corpo la richiede, così come la nostra anima. E’ l’elemento della vita e della morte, del sudore e delle lacrime, del bisogno e del desiderio (…) non solo, così preziosa come la conosciamo, l’abbiamo trattata come se fosse una risorsa infinita e economica, portandola a una crisi internazionale di proporzioni epiche”.

Questo il filo rosso che lega tutti gli interventi e le testimonianze del documentario, esperti e personalità come il Dalai Lama, Vandana Shiva e Robert F. Kennedy sono chiamati a esprimersi su una questione molto scottante, accompagnati da una commovente colonna sonora (eseguita dalla Russian National Orchestra) e dal sapiente uso delle immagini da parte dei registi Sanjeev Chatterjee’s e Ali Habashi - il quale ha dichiarato: la forza del film risiede nelle sue immagini. (…) Sono momenti di emozione suscitati dall’acqua in tutto il mondo. One water è nato da un senso di profonda urgenza – il mondo affronta una crisi idrica di proporzioni sbalorditive. Oggi una persona su cinque su questo pianeta non ha accesso costante ad acqua pulita per le necessità quotidiane come bere, lavarsi, pescare e cucinare e questo numero sta continuamente aumentando”.

Sullo stesso tema, ma con un accento più polemico e una maggiore attenzione al problema della privatizzazione un altro documentario: Blue gold: World Water Wars, diretto da Sam Bozzo e vincitore di numerosi premi nei festival di tutto il mondo. “L’acqua è un diritto dell’uomo, non una comodità” è il grido che il regista vuole diffondere in ogni parte del mondo: l’oro blu, ne è convinto, sarà la risorsa in nome della quale, in futuro, si combatteranno guerre e si assoggetteranno popoli.

Il documentario tocca diversi argomenti che riguardano il tema dell’acqua: dall’ uso eccessivo di acqua, alla desertificazione, dall’inquinamento (solo il 30% dell’acqua presente sulla terra è acqua dolce e di questa soltanto l’1% è utilizzabile, la restante è inquinata per mano dell’uomo!) alla privatizzazione dei sistemi idrici, dall’escalation dei conflitti bellici per l’accesso alle risorse idriche alle soluzioni e proposte di attivisti, scienziati e organizzazioni umanitarie.

Nel trattare di questi argomenti, Bozzo non risparmia nessuno, dando ampio risalto all’operato criminale e accusando i membri del Fondo Monetario Internazionale (FMI, o Fondo di Miseria Internazionale – come viene provocatoriamente rinominato), dell’ONU, e del World Water Council, gestori e ideatori del World Water Forum, di operare nel totale disprezzo dei diritti umani, essendo essi stessi membri delle corporations che hanno interessi economici nella privatizzazione dell’acqua. Una presa di posizione forte – forse eccessiva – che merita comunque seria attenzione e fornisce spunti sui quali riflettere.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende