Home » Provati per voi »Recensioni » “Piante spontanee alimentari”, una preziosa guida tra storia, cucina e tradizioni:

“Piante spontanee alimentari”, una preziosa guida tra storia, cucina e tradizioni

gennaio 27, 2016 Provati per voi, Recensioni

Piante spontanee alimentari. Fitoalimurgia del Basso Veneto tra storia, cucina e tradizioni” (Edagricole, 320 pp. €37.00) è una guida sorprendente, pubblicata, in prima edizione a dicembre 2015. Un libro per i cultori della botanica e per gli appassionati della cucina naturale e delle tradizioni contadine, in cui gli autori (Maria Teresa Vigolo, Giuseppe Zanin e Maria Clara Zuin, del CNR e dell’Università di Padova) esaminano, in schede molto dettagliate, una cinquantina di specie spontanee, per la maggior parte presenti su tutto il territorio italiano, descrivendone le principali caratteristiche botaniche ed ecologiche, il loro uso in cucina e alcuni aspetti legati ai costumi e alle tradizioni del Basso Veneto, da cui è partito lo studio.

Partiamo dalla parola “fitoalimurgia“, tanto oscura quanto attuale. Come raccontano gli autori nell’Introduzione, il termine alimurgia significa infatti “alimentazione nei momenti di necessità e di urgenza” e compare per la prima volta nel 1767, in un’opera dello studioso Giovanni Targioni Tozzetti, “Alimurgia o sia modo di rendere meno gravi le carestie proposto per il sollievo dei popoli“. La parola sembra poi scomparire dai vocabolari per molti decenni, per riapparire dopo la Prima Guerra Mondiale, nel 1918, in un saggio del piemontese Oreste Mattirolo, che estende il significato e il campo d’azione dell’alimurgia al di là della ricerca dei surrogati della farina per il pane, a tutte le piante erbacee, cespugli o alberi spontanei che possano fornire alimento nei momenti del bisogno.

Vinta la fame, dopo le due Guerre Mondiali, la fitoalimurgia diventa campo di studio dell’etnobotanica (lo studio dell’uso delle piante nelle tradizioni dei popoli), per poi approdare alla gastronomia contemporanea, che – scrivono gli autori – “si alimenta non solo dei sapori e dei piaceri della gola ma anche delle emozioni e delle storie legate alle piante, saziando una fame non più fisica ma culturale“.

Per questo il testo – frutto di un progetto di ricerca finanziato dalla Fondazione Raimondo Franceschetti -  è arricchito da una serie di interviste a testimoni, raccoglitori abituali, che raccontano, anche in dialetto, ricordi famigliari del passato ed escursioni contadine attuali. Integrate da informazioni tratte da antichi testi che offrono curiosi aneddoti sugli usi farmaceutici – ma anche scaramantici – delle piante spontanee.

Gli autori raccolgono infine diverse utili ricette da sperimentare nella propria cucina di casa e propongono alcune indicazioni pratiche per realizzare un “giardino fitoalimurgico“, ovvero un orto domestico con piante spontanee, come la Barba di frate, l’Asparago selvatico, la Cicoria, il Gelso, la Malva, il Raperonzolo, la Gaggia, il Papavero, il Topinambur, la Violetta e molte altre piante edibili. Per trasmettere alle nuove generazioni “globalizzate” un prezioso sapere costruito in secoli di rapporto tra uomo e natura.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende