Home » Provati per voi »Recensioni » Plicopà, la cover per iPad ecosostenibile:

Plicopà, la cover per iPad ecosostenibile

maggio 6, 2013 Provati per voi, Recensioni

Opà! Come direbbero i portoghesi per esprimere stupore. Ed è proprio dal mix di questo intercalare con il termine latino Plico che nasce Plicopá, custodia-supporto-cover per iPad in cartone ondulato, completamente riciclabile. E’, appunto, con sorpresa che si osserva questo “case” veramente innovativo che protegge dagli urti, è comodissimo per scrivere a letto, parlare. Permette di mettere l’iPad sia in orizzontale che verticale senza mai poggiare il retro sul tavolo e usurare l’alluminio. A differenza di altre custodie, l’iPad è completamente visibile quando si utilizza Plicopá.

L’idea è di Carla Martins e Gustavo Arguello, due designer brasiliani con una forte attenzione all’ecosostenibilità. “E’ un progetto nato da una mia esigenza: una custodia comoda per il mio iPad. Ma è anche il risultato di una sfida con mia madre che non credeva potessi realizzarla di cartone”, racconta Gustavo. “Le custodie della Apple sono troppo piatte, fanno poggiare l’IPad sul tavolo rovinandolo e sono instabili se si vuole scrivere sdraiati. Con Carla, appassionata di materiali e packaging, abbiamo lavorato poi per cercare sostenitori ed il metodo migliore per produrlo. Abbiamo in cantiere un supporto anche per tutti gli altri tablet”, continua Arguello. “Questo prodotto mi ha dato una buona opportunità per mettere alla prova le mie competenze e per sviluppare un’idea di design sostenibile che ora sta diventando il mio impegno principale. Il prossimo passo è quello di creare un sito-community”, interviene Carla.

Lui 34, lei 33 anni, ma non pensiate che siano due principianti. “Siamo da dieci anni sul campo, siamo arrivati qui a Milano che avevamo già una bella esperienza e i nostri clienti. Qui mi sono occupata del restyling delle confezioni del Bucaneve, Gustavo della grafica del panettone Tre Marie”, spiega Carla.

Il lancio del prodotto ha coinvolto 27 designer da tutto il mondo e sono state selezionate 60 illustrazioni realizzate da artisti e grafici. E’ così possibile scegliere la preferita da stampare sul proprio Plicopá, oppure si può personalizzare la grafica grazie all’App (Plicopápp) e riceverla direttamente a casa per avere un oggetto unico. “Oggi ci arrivano le richieste di tanti artisti che vogliono disegnare per noi. Anche mio padre ha partecipato con i suoi lavori a olio”, dice la Martins.

I due designer si sono affidati alla piattaforma di crowdfunding per provare a spingere il prodotto. Il progetto è su Indiegogo, servono 25.000€ per far si che Plicopá diventi una realtà. La produzione on-demand e lo sviluppo degli strumenti on line sono costosi. Inoltre il cartone ondulato è speciale, più funzionale rispetto a quello che si trova sul mercato. E servono anche un e-commerce e la PlicopApp per personalizzare il proprio Plicopá.

Ecofriendly non vuol dire solo utilizzare particolari materiali, ma anche la produzione deve rispettare certe regole”, afferma Gustavo. “E’ chiaro che comprare il cartone in Cina, produrre grandi numeri costerebbe meno, ma per noi non è più una strada percorribile. Lavoriamo in Italia, la produzione deve stare in Italia. Quando andremo in Brasile la produzione sarà lì”. “Insomma – interviene Carla – anche il processo di produzione deve essere sostenibile. Siamo consapevoli che la cosa più complicata oggi giorno è ridurla, questo è uno dei problemi maggiori del packaging. Pensate agli alimenti, pensate ai milioni di yogurt all’anno che vengono prodotti, la metà va venduto e l’altra metà va a finire in spazzatura, quando va bene”. Green e senza trascurare l’estetica, è il filo che ha guidato Carla e Gustavo e che apre la strada al nuovo design del futuro, fatto di idee intelligenti e di materiali eco-compatibili.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende