Home » Recensioni » Pratiche di Sostenibilità: la formazione ambientale online per le scuole e gli enti locali:

Pratiche di Sostenibilità: la formazione ambientale online per le scuole e gli enti locali

gennaio 23, 2014 Recensioni

Uno degli obiettivi più importanti perché si sviluppi sempre più una cultura orientata all’eco-sostenibilità è la sensibilizzazione capillare ai temi ambientali. Su questo principio fondamentale si basa Pratiche di Sostenibilità, un progetto realizzato da Kyoto Club, con il supporto del Ministero dell’Ambiente. È rivolto a Enti locali e scuole (medie inferiori e superiori) di tutta Italia con l’intento di diffondere i temi principali della sostenibilità ambientale, attraverso la divulgazione di buone pratiche già realizzate sul territorio.

Come ci spiega Roberto Calabresi, responsabile del progetto, Pratiche di Sostenibilità “è stato concepito come naturale prosecuzione delle attività svolte con il progetto CRES-Climaresilienti, che ha interessato circa 300 scuole e 600 enti locali distribuiti sul territorio nazionale. Ha riscosso grande successo, ma ha evidenziato alcune problematiche logistiche nel raggiungere e coinvolgere gli utenti, principalmente a causa dell’orografia difficile del territorio italiano e dei sistemi di trasporto pubblico poco efficaci. Questo è uno dei principali motivi per cui abbiamo scelto per Pratiche di Sostenibilità una metodologia formativa e informativa esclusivamente digitale”.

La struttura del progetto, infatti, prevede un percorso gratuito informativo/divulgativo sullo sviluppo sostenibile realizzato interamente sul web e modulato su seminari di un’ora (webinar) a cadenza settimanale. “L’obiettivo dei webinar – spiega Calabresi –  rientra a pieno titolo nella mission che Kyoto Club si è data al momento della sua costituzione: la sostenibilità e il raggiungimento degli obiettivi di riduzione dei gas serra dettati dal protocollo di Kyoto a cui l’Italia ha aderito, insieme agli ulteriori obiettivi indicati dalla comunità europea e internazionale per il contrasto ai cambiamenti climatici”.

Ogni settimana vengono organizzati incontri trasmessi in streaming e fruibili tramite una piattaforma che consente la partecipazione di più relatori in simultanea e fino a 100 utenti connessi. Questi ultimi hanno la possibilità di visualizzare sul proprio schermo sia la presentazione sia il relatore collegato con videocamera e ascoltarne l’intervento. L’interazione con il relatore avviene tramite chat, gli utenti possono rivolgergli delle domande e ottenere le risposte in tempo reale. I webinar vengono registrati e raccolti in un archivio sul sito di Kyoto Club, dove sono messi a disposizione insieme ai materiali di presentazione.

Il percorso, iniziato il 9 gennaio con il primo appuntamento introduttivo, parte con argomenti generali come la sostenibilità ambientale e il fenomeno dei cambiamenti climatici, per passare poi ai programmi e alle strategie messe in campo dalla comunità europea e nazionale per contrastare questi fenomeni. A seguire saranno approfonditi i vari aspetti della sostenibilità in diversi settori: dalla mobilità all’efficienza energetica negli edifici, dall’adozione di fonti rinnovabili agli interventi di adattamento nel territorio. Per i tecnici degli Enti locali i focus portano a illustrare un PAES, mentre per le scuole, alla fine del percorso, sarà fatto il punto sull’audit energetico dell’edificio e sugli interventi di risparmio ed efficienza energetica fattibili in una scuola.

“L’uso del webinar è vantaggioso per la diffusione di qualsiasi tematica” spiega Roberto Calabresi “ma per il settore ambientale in particolare ci sono degli aspetti che lo valorizzano maggiormente. Si riducono le emissioni di inquinanti e gas clima-alteranti perché si limitano gli spostamenti, il che porta anche a un maggior risparmio sia di denaro sia di tempo. È estremamente facile e comodo partecipare anche per quegli enti locali e scuole che si trovano in aree meno servite da mezzi pubblici. Infine, il webinar si dimostra più fruibile ed efficace rispetto a una sessione tradizionale: in genere l’attenzione dei partecipanti a un incontro cala dopo circa 10 minuti dall’inizio delle attività. Con questa modalità è possibile spezzare in più fasi il programma, registrando e archiviando i singoli moduli per una successiva visualizzazione”.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende