Home » Recensioni » Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato:

Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato

settembre 5, 2011 Recensioni

“…In una località austriaca, ogni anno si svolge una cerimonia in cui i cittadini portano al sindaco un bicchiere d’acqua del lago e lo obbligano a berlo, per dimostrare quanto sia affidabile il sistema di depurazione…quanti sindaci italiani si azzarderebbero ad imitarlo?…”

Un breve aneddoto con cui Antonio Massarutto, docente della Bocconi e ricercatore IEFE, dà inizio a una approfondita riflessione sullo stato di salute del sistema idrico del nostro paese. Un sistema, come si legge in apertura, vetusto, incapace, per la gran parte, di fornire un servizio adeguato alle aspettative di un grande paese moderno, quale l’Italia si vanta di essere, e con una qualità ambientale, seppur migliorata, ancora lontana dai traguardi imposti dalle direttive europee.

Ad aggravare il quadro non idilliaco si aggiunge l’incapacità del sistema paese di trovare un’efficace forma di gestione di una delle risorse più importanti per la vita dell’uomo. Il dilemma tra gestione pubblica e gestione privata – che ha interessato il referendum di giugno e torna ora attuale con la discussione sulle liberalizzazioni della nuova manovra finanziaria - è presente in tutti i paesi del mondo, ma mentre altrove si operano, solitamente, delle scelte, in Italia la situazione sembra paralizzata dalla difesa di principi più demagogici che di interesse comune.

Parte da queste premesse il bel saggio: Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato (Le Edizioni del Mulino, pag. 256, euro 16.00). Un libro capace, attraverso l’uso di una prosa chiara e scorrevole - sempre attenta a non eccedere in tecnicismi da addetti ai lavori – di fare chiarezza su un tema fortemente dibattuto, ma poco approfondito.

La prima fondamentale distinzione che l’autore ribadisce, in più occasioni, è tra la gestione dell’acqua pubblica e la gestione pubblica dell’acqua. Per Massarutto nei dibattiti televisivi si confonde troppo spesso, in modo a volte malizioso, la privatizzazione della gestione della risorsa acqua con la privatizzazione del bene acqua. Da questo equivoco scaturirebbe la paura, da parte dei cittadini (emersa chiaramente nel referendum), di affidare a soggetti privati il potere sul cosiddetto “oro blu”. Una paura che andrebbe ascoltata  e guidata e non solo alimentata da parte della classe politica, spesso più interessata alla conservazione dello “status quo” e alla spartizione di incarichi pubblici nei consigli di amministrazioneche al reale progresso del paese .

Ecco perché, con la precisione che contraddistingue l’intero volume, Massarutto focalizza l’attenzione del lettore, prima di tutto, sul  concetto di gestione dei servizi idrici, che non comprendono solo l’acqua che sgorga dai rubinetti di casa ma anche il sistema fognario, quello di depurazione oltre che l’immensa rete di tubature che attraversa in lungo e in largo lo Stivale.

Si arriva così al nodo centrale della questione, ovvero, se l’ingresso di soggetti privati nella gestione dell’acqua possa costituire una minaccia al diritto di accesso all’acqua da parte di tutti. Il libro risponde alla domanda in modo esaustivo, privo di condizionamenti di parte e con una particolare attenzione alle ricadute economiche che scelte più o meno felici potrebbero determinare. Per far ciò, viene offerto al lettore un quadro ben documentato su come ad oggi vengano gestiti nel nostro paese i servizi idrici e sulle molteplici possibilità per migliorarne l’efficienza, avvicinandoci finalmente agli standard qualitativi dei paesi del nord Europa.

L’autore, in chiusura, ci ricorda che tutti parlano di diritto all’acqua, dimenticando i doveri che abbiamo verso l’acqua. Una risorsa troppo spesso data per scontata e affidata a una cattiva gestione che rischia di lasciare i nostri figli e nipoti privi – più che privati – dell’acqua.

Mariano Salvatore

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

giugno 27, 2017

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

Bellezze naturali e attrazioni turistiche: sono numerosi i punti di interesse che anche quest’anno cicloturisti e trekker potranno raggiungere grazie al TrenoBus delle Dolomiti, il servizio intermodale che offre ai ciclisti e agli amanti del trekking la possibilità di percorrere le piste ciclabili dell’intero anello dolomitico e di passeggiare nel cuore dei numerosi punti di [...]

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

I premi del 20° Cinemambiente. Vince l’angoscia per la plastica

giugno 6, 2017

I premi del 20° Cinemambiente. Vince l’angoscia per la plastica

Il 20° Festival CinemAmbiente si è concluso nella Giornata Mondiale dell’Ambiente con la cerimonia di premiazione, al Cinema Massimo di Torino, e la proiezione del film La Vallée des loups di Jean-Michel Bertrand (Premio “Movies Save the Planet”). Pur in assenza degli eventi “di piazza” in cartellone nell’edizione 2016, anche quest’anno il Festival ha registrato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende