Home » Recensioni » Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato:

Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato

settembre 5, 2011 Recensioni

“…In una località austriaca, ogni anno si svolge una cerimonia in cui i cittadini portano al sindaco un bicchiere d’acqua del lago e lo obbligano a berlo, per dimostrare quanto sia affidabile il sistema di depurazione…quanti sindaci italiani si azzarderebbero ad imitarlo?…”

Un breve aneddoto con cui Antonio Massarutto, docente della Bocconi e ricercatore IEFE, dà inizio a una approfondita riflessione sullo stato di salute del sistema idrico del nostro paese. Un sistema, come si legge in apertura, vetusto, incapace, per la gran parte, di fornire un servizio adeguato alle aspettative di un grande paese moderno, quale l’Italia si vanta di essere, e con una qualità ambientale, seppur migliorata, ancora lontana dai traguardi imposti dalle direttive europee.

Ad aggravare il quadro non idilliaco si aggiunge l’incapacità del sistema paese di trovare un’efficace forma di gestione di una delle risorse più importanti per la vita dell’uomo. Il dilemma tra gestione pubblica e gestione privata – che ha interessato il referendum di giugno e torna ora attuale con la discussione sulle liberalizzazioni della nuova manovra finanziaria - è presente in tutti i paesi del mondo, ma mentre altrove si operano, solitamente, delle scelte, in Italia la situazione sembra paralizzata dalla difesa di principi più demagogici che di interesse comune.

Parte da queste premesse il bel saggio: Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato (Le Edizioni del Mulino, pag. 256, euro 16.00). Un libro capace, attraverso l’uso di una prosa chiara e scorrevole - sempre attenta a non eccedere in tecnicismi da addetti ai lavori – di fare chiarezza su un tema fortemente dibattuto, ma poco approfondito.

La prima fondamentale distinzione che l’autore ribadisce, in più occasioni, è tra la gestione dell’acqua pubblica e la gestione pubblica dell’acqua. Per Massarutto nei dibattiti televisivi si confonde troppo spesso, in modo a volte malizioso, la privatizzazione della gestione della risorsa acqua con la privatizzazione del bene acqua. Da questo equivoco scaturirebbe la paura, da parte dei cittadini (emersa chiaramente nel referendum), di affidare a soggetti privati il potere sul cosiddetto “oro blu”. Una paura che andrebbe ascoltata  e guidata e non solo alimentata da parte della classe politica, spesso più interessata alla conservazione dello “status quo” e alla spartizione di incarichi pubblici nei consigli di amministrazioneche al reale progresso del paese .

Ecco perché, con la precisione che contraddistingue l’intero volume, Massarutto focalizza l’attenzione del lettore, prima di tutto, sul  concetto di gestione dei servizi idrici, che non comprendono solo l’acqua che sgorga dai rubinetti di casa ma anche il sistema fognario, quello di depurazione oltre che l’immensa rete di tubature che attraversa in lungo e in largo lo Stivale.

Si arriva così al nodo centrale della questione, ovvero, se l’ingresso di soggetti privati nella gestione dell’acqua possa costituire una minaccia al diritto di accesso all’acqua da parte di tutti. Il libro risponde alla domanda in modo esaustivo, privo di condizionamenti di parte e con una particolare attenzione alle ricadute economiche che scelte più o meno felici potrebbero determinare. Per far ciò, viene offerto al lettore un quadro ben documentato su come ad oggi vengano gestiti nel nostro paese i servizi idrici e sulle molteplici possibilità per migliorarne l’efficienza, avvicinandoci finalmente agli standard qualitativi dei paesi del nord Europa.

L’autore, in chiusura, ci ricorda che tutti parlano di diritto all’acqua, dimenticando i doveri che abbiamo verso l’acqua. Una risorsa troppo spesso data per scontata e affidata a una cattiva gestione che rischia di lasciare i nostri figli e nipoti privi – più che privati – dell’acqua.

Mariano Salvatore

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

maggio 30, 2017

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

“In Italia invece di valorizzare le figure che tutelano il territorio, si pensa ad affossarle. Alla Camera si sta consumando un vero attentato alla sopravvivenza dei Parchi, delle Aree Naturali, del Turismo Ambientale. I toni trionfalistici di alcuni deputati del PD non li comprendiamo dal momento in cui non ci sarà nulla da festeggiare qualora [...]

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende