Home » Recensioni » Quirra e altre storie, il male invisibile della Sardegna:

Quirra e altre storie, il male invisibile della Sardegna

febbraio 7, 2012 Recensioni

Non è stata esattamente un’esigenza quella di scrivere questo libro, ma piuttosto la necessità di rendere pubblico un paradosso”. Lo chiama così Carlo Porcedda, uno dei due autori di “Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna”, quella bizzarria che fa stare negli stessi chilometri di costa, vicini vicini, un resort di lusso e un poligono militare, il mare cristallino e una raffineria di petrolio. Si tratta di una “eccentricità ambientale” quella che si trova nelle pagine del volume edito da Edizioni Ambiente nella Collana Verdenero (14 euro), scritto a quattro mani con la collega giornalista Maddalena Brunetti.

Lungo alcuni tratti di terra la vita e la morte, la bellezza e l’incubo, le guerre simulate e le vittime sono divise da un confine sempre più sottile. Chi vive lungo quel confine parla di Sindrome di Quirra, un male invisibile e oscuro, fatto di decine di morti apparentemente inspiegabili, che ha portato nel cuore del Mediterraneo l’incubo della contaminazione da polveri di guerra. La morte di soldati colpiti da linfoma, la natura mostruosa di agnelli a sei zampe e capre con un occhio solo. Ma non solo, nelle 200 pagine inquinamento elettromagnetico, fanghi tossici, rifiuti pericolosi, e tutto il repertorio di scorie che un selvaggio abuso militare e industriale porta con sé. In Sardegna non ci si ammala solo di poligoni, ma anche di ciminiere e scarichi nocivi.

Tra le più recenti follie in Sardegna c’è anche la corsa all’oro degli australiani e dei canadesi che, dopo avere violentato colline e impastato la terra di cianuro, sono tornati a casa lasciando lo scempio che oggi pagano i sardi con i propri soldi. “In Sardegna si trova sempre qualcuno convinto che è meglio un morto in casa che la disoccupazione alla porta”, dice Porcedda. Anche se c’è chi ha saputo dire no. Come Luca Melis, allevatore che non ha paura di dire come la pensa (“Siamo pastori non pecore”) e in piazza contro lo sgombero del poligono deciso dal magistrato non ci è andato. Luca ha sempre denunciato i problemi che ha avuto il suo bestiame. Qualcuno lo ha chiamato il Sardinia Horror Tour. Un tour in un territorio, come quello di Quirra appunto, dove c’è l’anomalia (solo ora cessata) della coabitazione di militari e allevatori, dove per 50 anni si è sperimentato sulla pelle dei vivi, sul dolore dei padri e il futuro dei figli. E il vento sa di quali dolori si parla.

Come quello di Maria Grazia e Maria Teresa. L’incontro più toccante, racconta Maddalena Brunetti. Maria Grazia ha 23 anni e vive a Escalaplano. Sono passati 11 anni da quando la loro storia (raccontata in questo libro) è diventata un simbolo, l’emblema di un fenomeno, quello delle malformazioni di molti bimbi di questo piccolo paese. “E che dire dei genitori dei militari morti che ogni 15 giorni si incontrano in piazza del Carmine a Cagliari per chiedere giustizia, come le mamme di Plaza de Mayo. Qui trovi il dolore di chi chiede giustizia, di chi combatte un isolamento sociale e di chi combatte per il diritto alla salute, conclude la Brunetti. Oggi dopo decenni di complicità, omissioni e silenzi, c’è chi contro le guerre simulate e gli abusi mascherati ha dichiarato una vera e quotidiana battaglia. “Quella per avere la verità sul proprio destino”, aggiunge Carlo Porcedda. “La domanda che ci facciamo è: le tragedie e i disastri di un luogo dove si esercitano e sperimentano gli eserciti di tutto il mondo devono rimanere problemi che riguardano solo i sindaci della zona o dovrebbero riguardare tutti gli italiani?”

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Aperta la “call for proposal” di Novamont per l’innovazione circolare

settembre 26, 2018

Aperta la “call for proposal” di Novamont per l’innovazione circolare

Oggi in Italia, quasi 1 kg di materia prima ogni 5 kg di materiali consumati viene dal riciclo. Il nostro Paese è al secondo posto in Europa nell’uso di materia proveniente da scarti: secondo l’indice di circolarità calcolato dalla Commissione Europea, l’Italia è a una percentuale del 18,5% contro il 26,7% del primo assoluto, l’Olanda, e si colloca [...]

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

settembre 15, 2018

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

Per il trentunesimo anno consecutivo, domenica 16 settembre torna a Cambiano, in provincia di Torino, la manifestazione “Cambiano come Montmartre“, un evento per stimolare la creatività dei cittadini con una serie di iniziative che quest’anno ruoteranno intorno al tema “Riuso, Riciclo Creativo e Sostenibilità”. Gli artisti, le associazioni del territorio, le scuole e i diversi attori [...]

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

settembre 4, 2018

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

Repower presenterà alla 58° edizione del Salone Nautico di Genova, dal 20 al 25 settembre prossimi, la sua nuova creazione, una delle prime barche nate “full electric”, ricaricabile anche attraverso sistemi di ricarica veloce del mondo e-cars. Con RepowerE, evoluzione cabinata della Reboat, una imbarcazione aperta attiva dal 2016 sul Lago di Garda, l’azienda svizzera – [...]

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

agosto 30, 2018

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

Due giorni incentrati sulle innovazioni che le politiche di sostenibilità generano nella pianificazione urbanistica e territoriale, nella progettazione urbana e architettonica, nelle tecniche costruttive e nella erogazione dei servizi urbani. Per il secondo anno consecutivo, il 20 e 21 settembre, si terrà a Palazzo Badoer, sede della Scuola di Dottorato dell’Università Iuav di Venezia, Urbanpromo [...]

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

agosto 27, 2018

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

In un periodo in cui inondazioni e siccità devastano comunità e paesi in tutto il mondo, il nuovo rapporto del WWF internazionale “Valuing Rivers” sottolinea la capacità che hanno i fiumi, quando sono in buono stato di salute, di mitigare i disastri naturali: benefici che potremmo perdere se si continua a sottovalutare e trascurare il vero valore dei [...]

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

agosto 24, 2018

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

Oggi ricorre il secondo anniversario di quel 24 agosto 2016, quando un terribile terremoto colpì un’ampia fascia appenninica dell’Italia centrale portando con sé lutti e distruzione. A due anni di distanza il Consiglio Nazionale dei Geologi ha fatto quindi il punto, ricordando innanzitutto chi non c’è più e a chi ha perduto tutto – dai propri [...]

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

agosto 22, 2018

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

GSE, il Gestore Servizi Energetici conferma il suo impegno nell’iniziativa “Premi di Laurea” del Comitato Leonardo, giunta quest’anno alla XXI edizione, mettendo in palio una borsa di studio del valore di 3.000 euro per la migliore tesi di laurea in grado di presentare lo “Sviluppo di sistemi energetici in ambito agro-alimentare per promuovere nuovi modelli di bio-economia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende